Torta decorata in PDZ

agosto 10, 2011 in Dessert

 

Eh sì, un altro dolce. Anche se mi sa che sarà l’ultimo per un pò perchè la bilancia implora pietà (argh! tocca ricominciare la dieta..). Però valeva la pena perchè è il primo che faccio con la PDZ di cui vi avevo parlato QUI e la royal icing di cui vi avevo parlato QUI, e devo dire che, sebbene il risultato potesse essere decisamente migliore, io sono piuttosto soddisfatta perchè è tutta esperienza in più fatta nel dolce mondo delle torte decorate!

Ho usato una tortiera da 16cm di diametro (grazie a Laura per avermi detto dove trovarla qui a TS) e ho fatto un Pan di Spagna con 3 uova, 100 gr di zucchero e 100 di farina (seguendo sempre QUESTA ricetta). L’ho farcito con una crema pasticcera aromatizzata al limoncello e bagnato con limoncello diluito. Ho poi coperto il tutto con la PDZ bianca, che ho fatto aderire ricoprendo il PDS con della marmellata di prugne di mia suocera (che bilancia perfettamente il retrogusto forte del limoncello).

Crema pasticciera al limoncello:

200 ml latte
50 gr zucchero
30 gr farina
1 tuorlo
1 bicchierino di limoncello
scorza di mezzo limone

Per farla basta sbattere l’uovo con lo zucchero in un pentolino da fuoco, aggiungere la farina e, sempre sbattendo, il latte. Mettere sul fuoco e aggiungere il limoncello e la scorza di limone (che va tolta a fine cottura). Continuare a mescolare con un cucchiaio finchè non bolle e assume una consistenza densa.

Infine ho decorato con le roselline di ghiaccia reale che avevo preparato nei giorni scorsi e con un’altra versione della ghiaccia fatta al momento con una ricetta nuova, presa da QUI, nel bellissimo blog della bravissima “Alu”, modificata quel tanto che basta per ottenere la consistenza che desideravo. Vi metto le dosi che ho usato io:

Per la ghiaccia:

20 gr di albume
5 gocce di limone
175 gr di zucchero a velo
1 pizzico di cremor tartaro

Ho mescolato bene il tutto fino ad ottenere una crema densa, ho coperto con pellicola e fatto riposare per un paio d’ore, poi trasferito nella sac-à-poche e usato un beccuccio 2 per le decorazioni più fini, uno a stella piccola per le decorazioni alla base…

Infine fatto la scritta con dei cuoricini di zucchero che ho trovato al supermercato.

Ora mi rivolgo a voi, Maestre della PDZ… che ne pensate? So che c’è tantissima strada da fare ancora, infatti sto pensando di prendere parte ad uno di quei workshops sulla PDZ.. Chissà che non diventi mastra-zuccheraia anch’io un bel giorno!

Alla prossima!