Ritorno col.. fritto: i crostoli

febbraio 1, 2011 in Dessert

 

E’ passato un bel pò di tempo (argh!!! un mese??!!) dall’ultima volta che ho aggiornato il mio esserino bloggoso, non perchè non ne abbia avuto voglia ma perchè, come ormai troppo spesso, me ne è mancato fisicamente il tempo e, ahimè, la forza. Ma nonostante la mia incostanza, ho visto che qualcuno di voi ha fatto lo stesso qualche capatina qua e là tra le mie pagine e questo mi ha dato il giusto sprint stasera per trovare, FINALMENTE, lo spazio-tempo di riconnettermi con la blogosfera culinaria, il mio angolino personalissimo e, soprattutto, con voi tutti, ai quali mando un enorme abbraccio virtuale e (tra l’altro) gli auguri in stra-mega-iper ritardo per il nuovo anno!!!

Come è iniziato il vostro?? Io avrei un sacco di cose da scrivere su un sacchissimo di argomenti ma non qui, qui non voglio far entrare il bruttume del mondo esterno ma solo il dolce profumo della cucina.. allora sotto con la prima ricetta dell’anno … Per festeggiare il mio ritorno e visto che siamo ormai a Carnevale inoltrato, ho deciso di fare questi meravigliosi crostoli (o chiacchiere o come li chiamate nelle vostre regioni) che sono venuti veramente buonissimi e, senza falsa modestia, anche leggeri, non hanno assorbito olio!

SDC11050

La ricetta la devo alla mia nonna paterna, la grande esperta di fritti di casa, che tutti i suoi dolci li fa “a ocio” ovvero a occhio, senza usare dosi precise, lei che ci riesce.. ecco perchè la ricetta è così “scarna” e apparentemente impossibile, ma credetemi che provandola vi riuscirà al 100%, è un successo garantito!

Buon appetito e…bentornata a me ♥

Ingredienti:

4 uova
sale
1 hg burro morbido a crema
scorza grattata di un limone
1 bicchiere vino bianco
1 bicchiere grappa
4 cucchiai zucchero
farina q.b.
zucchero a velo (per coprire)
1 lt olio per friggere

Procedimento:

Impastare bene gli ingredienti tra loro fino ad ottenere una palla. Tirare la pasta con la macchinetta (o, come la sottoscritta, a mano) sul penultimo buco e tagliarla in rettangoli praticando dei tagli trasversali in mezzo. Friggerli in olio bollente parte per parte (pochi secondi sono sufficienti), metterli su un vassoio coperto di carta assorbente e, una volta freddi, cospargerli di zucchero a velo.

SDC11054

con questa ricetta partecipo alla raccolta a mille mani di

Giallo Zafferano (my guru), Martina e BluNotte dal titolo “Ha fatto l’uovo la gallina per la bella mascherina?” (per i link clikkate sui nomi) PARTECIPATE :-D

carnevale_logo_ok