Pasta MMF

febbraio 4, 2010 in Base, Dessert

 


Ciao a tutti! Oggi ho quakche minuto libero così ne approfitto per postare ora una ricetta che avevo già sperimentato tempo fa e che considero ora basilare per chi come me ama fare i dolci e è sempre alla ricerca di decorazioni nuove e sofisticate: la pasta mmf, ovvero MarshMellow Fondant, una simil pasta di zucchero per chi non riesce a trovare in nessun luogo il glucosio (che è ahimé indispensabile per la pasta di zucchero o per le varie glasse reali & co.). La posto ora, dicevo, perchè i prossimi giorni saranno di fuego per me e non so quando riuscirò ad aggornare di nuovo il mio “piccolino”.

La ricetta la si trova un pò ovunque nell’universo infinito del web, ma io ho scelto stavolta di fare quella che si trova QUIsul forum di Giallo Zafferano. Avevo provato in passato quella fatta col bagnomaria ma è stata una disperazione mescolare e pulire tutto alla fine quindi stavolta ho optato per il microonde e devo dire che è venuta proprio bene! Mini modifiche da me apportate: ho usato meno zucchero a velo di quello indicato dalla ricetta perchè al posto di 3 cucchiai di acqua ne ho messo 1 solo, inoltre non ho fatto riposare la pasta ma l’ho colorata subito, man mano che aggiungevo lo zucchero a velo!

Ingredienti (questo basta per ricoprire una torta di 22 cm di diametro…se dovete fare anche le decorazioni consiglio dose doppia o +1/2!):
330 gr zucchero a velo (ca. 3 buste)
150 gr marshmellows (preferibilmente bianchi o rosa)
1-2 cucchiai di acqua
colorante alimentare (o cacao se vi serve il marrone)

Procedimento:
Sciogliere i marshmallows a microonde a 500W per 30 secondi, estrarre, mescolare con un cucchiaio (occhio che è tutto incredibilmente ed estremamente colloso e appiccicosissimo!!!) e rimettere in microonde finchè non diventa un “tutto” semiliquido, più o meno così

A questo punto iniziare ad aggiungere lo zucchero a velo, un pò alla volta, sempre mescolando bene. Io ho fatto così, ho aggiunto 2 buste di zucchero, poi ho suddiviso l’impasto in tot ciotoline (mi servivano diversi colori), l’ho colorato con i coloranti alimentari e, un impasto alla volta, lo ho lavorato sul piano di lavoro cosparso di zucchero a velo fino ad ottenere la palla liscia che vedete nella prima foto. Quando non sarà più appiccicoso, avvolgere nella pellicola trasparente e mettere in un luogo riparato (ma non in frigo) a riposare per 24h!

Per ogni chiarimento guardate l’originale che vi chiarisce davvero ogni dubbio!!
Presto posterò il risultato finale del mio lavoro, per ora è solo un progetto che posto qui in anteprima assoluta…questo è ciò che dovrebbe venire secondo la mia fantasia, ma dubito che ci riuscirò davvero!! Staremo a vedere!