Il tempo delle marmellate

agosto 30, 2011 in Base, Dessert, Vegetariano

 

Frutta, tantissima frutta. E’ ciò che ha prodotto l’orto dei miei suoceri quest’anno, “annata eccezionale” a loro dire. Chili, quintali di frutta che loro non vendono ma distribuiscono tra i figli (2) e rispettive famiglie. Così anche quest’anno, per non dover soffrire a vedere tutto quel ben di Dio che va marcio, mi sono data alle marmellate (sforzo considerevole se si guardano le temperature degli ultimi giorni). Tutte con un denominatore comune, la cannella, che a me piace molto ed aggiunge quel che di speziato alla frutta.

Ho fatto quella di pere, cannella e rhum, quella di prugne (susine blu) e cannella, e un “mio” classico, quella di uva fragola e cannella – per me la più buona del mondo!

Il procedimento lo potete trovare QUI, è uguale praticamente per tutte, con l’unica eccezione per quella di pere che, non dovendola passare al passaverdure, subisce un’unica cottura e quindi il fruttapec ce lo metto già all’inizio con tutti gli ingredienti (di rhum ne va un bicchierino e di zucchero sto scarsa perchè molto dolce di suo) e faccio cuocere per 15 minuti circa.

(l’uva fragola al passaverdure)

Vi lascio alcune foto del risultato finito e di come ho impiegato ciò che è avanzato dopo l’invasamento!

(le mie tre marmellate)

(crostatine di pasta frolla e marmellata di prugne e cannella)

A presto!