Canederli

dicembre 30, 2011 in Primi

 

I canederli probabilmente li conoscete tutti: una ricetta di origine tedesca (in tedesco Knödel, nodo, grumo) che fa parte del mio background familiare da sempre visto che la mia mamma è di Bolzano. Ma, tradizioni a parte, io li trovo ottimi come ricetta “salva-frigo”, ovvero per utilizzare quelle cose che spesso avanzano dopo cenoni e abbuffate varie, nella fattispecie parliamo di pane raffermo, uova e salumi.

Ne esistono moltissime varianti, con carne, con verdura, con mele.. insomma, una portata davvero versatile.

Oggi vi propongo la mia versione, fatta per utilizzare tutto il pane e salame avanzati dalle feste, anche se nella ricetta originale ci andrebbe lo speck. Sapete bene che non sono particolarmente appassionata di primi e secondi, ma questa ricetta è a prova di imbranato culinario e davvero buona (anche se mai come quelli che fa la mia mamma!), e -purtroppo- non di soli dolci si vive!

Ingredienti:

200 gr pane raffermo tagliato a cubetti
200 ml latte
2 uova
sale
pepe
30 gr farina (+ quella per l’impanatura)
1 pizzico di noce moscata
1 cipollotto
10 fettine di salame

Procedimento:

1- Innanzitutto sbattete le uova nel latte con una forchetta, aggiungendo sale e pepe a piacimento.

2- Mettete i cubotti di pane in una terrina e versateci sopra il composto latte/uova e mescolate bene. Lasciate riposare per un paio d’ore, rimescolando il tutto un paio di volte cosicchè il pane si impregni bene con i liquidi.

3- Nel frattempo, mettete sul fuoco una padella, fate scaldare un filo d’olio e fateci rosolare il cipollotto, quindi, quando imbiondisce, fate saltare le fettine di salame tagliate a pezzetti per 5 minuti a fuoco vivace. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

4- Aggiungete al pane (che ora sarà bello morbido) il contenuto della padella e una spruzzata di noce moscata e mescolate bene con l’aiuto di una forchetta. Aggiungete quindi la farina e mescolate di nuovo.

5- Con le mani bagnate (per impedire che l’impasto si appiccichi alle dita) formate delle palline di composto, che farete poi rotolare nella farina. Procedete fino ad esaurimento impasto.

6- Mettete sul fuoco una pentola con almeno 2 lt di acqua e realizzate il brodo come meglio credete (io lo faccio col dado vegetale, anche se in teoria la versione originale prevede quello di carne, che però a me fa schifo).

7- Quando il brodo bolle, versateci dentro i canederli (le nostre palline) e fateli andare a fuoco medio-basso per circa 15-20 minuti, quindi serviteli con un pò di brodo.

Io ho ottenuto 6 canederli, ma li ho fatti davvero giganti!

PS: Vi ricordo ancora una volta (lo so, rompo tantissimo!!) che la mia ricetta “Schiacciatine autunnali ai sapori del Carso” è in finale per vincere un meraviglioso weekend culinario in Toscana, una delle mie regioni preferite…Mi votate?? Se vi va, seguite le istruzioni che vi ho lasciato in QUESTO post, è un processo luuuuuungo e noiosissimo, ma spero vivamente qualcuno di voi si cimenti, mi farebbe davvero felicissima!♥ Un*** GRAZIE*** di cuore a tutti!!!!