Scorze di arancia candite

Candied orange peel easy recipe Il ricettario di Sabrina

Facili da fare le scorze di arancia candite,anche se la lavorazione è un pò lunga, ma vi avverto….creano dipendenza 😀 Per preparare delle succose e golosissime scorze di arancia candite, dobbiamo partire da scorze di arance profumate, italiane e non trattate. Non vergognatevi di annusarle quando andrete ad acquistarle, il nostro olfatto sarà in grado di identificare le più profumate, che saranno quelle migliori per la cottura delle nostre scorze di arancia candite. La scorza è ricca di oli essenziali, che sono le sostanze che renderanno speciali i nostri dolci senza l’aiuto di sostanze chimiche; non sono contro la chimica in generale, ma quando la natura ci fornisce le armi per migliorare la nostra cucina e in genere la nostra vita, è preferibile scegliere questo percorso. Vediamo come preparare le nostre scorze di arancio candite:
Candied orange peel easy recipe Il ricettario di Sabrina

Scorze di arancia candite

Ingredienti:

100 g Scorze di agrumi
100 g zucchero raffinato
100 g acqua

Le dosi sono variabili, perché metteremo pari quantità di scorze, zucchero ed acqua.
Iniziamo col lavare bene le scorze non trattate e biologiche, poi immergiamole in acqua fredda e portiamo ad ebollizione. Buttiamo l’acqua e ripetiamo l’operazione due volte, per togliere l’amaro dalle bucce. Scoliamo e lasciamo asciugare le scorze prima di procedere alla canditura. Quando saranno asciutte le pesiamo e prepariamo uno sciroppo utilizzando la stessa quantità per lo zucchero e l’acqua. Immergiamo le scorze, tagliate e listarelle o a spicchi e lasciamo cuocere a fuoco lento fino a che il liquido sarà asciugato. Togliere le scorzette e metterle ad asciugare una ad una, su un foglio di carta forno. Potete utilizzarle così come sono, aggiungerle ai vostri dolci o ricoprirle con cioccolato fondente. In quest’ ultimo caso lasciate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e tuffateci le scorzette una ad una, quindi mettete ancora ad asciugare su carta forno.
Utilizzando la stessa procedura possiamo preparare le scorze del limone o del cedro. Io avevo le scorze utilizzate per fare il limoncello ed in questo caso ho saltato il procedimento della bollitura, per candirle direttamente. Un risultato ottimo.

Possono interessarti anche:

12 Comment

  1. bell’idea, si avvicina il Natale e le scorze candite servono in molti dolci tipici, grazie 🙂

    1. incucinaconsabrina dice: Rispondi

      Grazie a te 🙂

  2. ma sai che le faccio anche io? anzi in realtà le ho fatte fino a 2 anni fa, mi sa che quest’anno le ripeto 🙂 ciao e buon fine settimana! complimenti 😉

    1. incucinaconsabrina dice: Rispondi

      Grazie! A presto 🙂

  3. stupende… vado subito a farle!!!!!!!!!
    molto bello il tuo blog…
    se ti va ti aspetto nel mio… mi farebbe molto piacere!
    http://laspianatoia12.blogspot.it/
    ciao e alla prossima
    tiziana

    1. incucinaconsabrina dice: Rispondi

      Certo, ci vediamo prestissimo, grazie per il tuo commento 🙂

  4. Delle bucce anche la parte bianca?

    1. incucinaconsabrina dice: Rispondi

      Io metto anche la parte bianca, se fosse molto spessa, puoi abbassarla un pò con un coltellino affilato.

  5. aiuto….ma perchè a me non asciugano?? sono buonissime ma rimangono della consistenza dei canditi, un po morbidine….forse devono restare cosi?

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Ciao Silvia 🙂 Falle bollire un pochino di più se le vuoi mangiare senza la copertura di cioccolata, più asciuga lo zucchero, più rimangono croccanti

  6. ok, grazie, ritenterò senza dubbio, sono troppo buone….Buon Anno!!

    1. Il Ricettario di Sabrina dice: Rispondi

      Grazie, Buon Anno anche a te 🙂

Lascia un commento