Schiacciata di Pasqua o schiacciata alla livornese, ricetta dolce

Questa schiacciata di Pasqua o livornese, che schiacciata non lo è affatto, ha origini antiche e viene preparata sempre in occasione della Pasqua. Sembra che l’inventore sia un livornese, da cui deriva il nome e da Livorno si è diffusa in tutta la Toscana. Morbida e profumata, ben si presta ad essere spalmata con un bello strato di marmellata o cioccolato. Se non l’avete mai provata, questa è l’occasione.
Schiacciata alla livornese
Ingredienti:

150 gr zucchero
600 gr farina
22 gr lievito di birra
2 uova
15 gr rosolio di menta
50 gr olio
30 gr vin santo
la scorza di un arancio grattugiata
essenza d’arancio
essenza d’anici
un cucchiaio di anici

Impastate la farina con il lievito di birra e acqua sufficiente ad ottenere un impasto consistente e lavorare fino a che l’impasto si stacchi dal piano senza appiccicare. Coprire con la pellicola e lasciar lievitare. Dopo circa due ore aggiungiamo un uovo sbattuto e lo zucchero, 50 gr olio, impastiamo accuratamente e rimettiamo a lievitare. Dopo altre 3 ore aggiungiamo l’altro uovo sbattuto, il vinsanto, la scorza, le essenze, il rosolio, gli anici e impastiamo ancora accuratamente. Poniamo nella forma a lievitare per circa mezz’ora o almeno fino al raddoppio, spennelliamo di uovo sbattuto e zucchero ed inforniamo a 200° per circa mezz’ora. E’ buona fredda e si mantiene inalterata per diversi giorni, se chiusa in un sacchetto di plastica.

Possono interessarti anche:

Lascia un commento