Un intollerante al lattosio può mangiare formaggi?

Formaggio

Esistono formaggi senza lattosio?
Naturalmente non a tutti interessa l’argomento, ma a tutti capita, prima o poi di avere a che fare con qualcuno che il problema ce l’ha.
Non sto qui a farvi la spiegazione chimica, nè a tediarvi con quali possono essere i disturbi più comuni, visto che il web pullula di informazioni dettagliatissime; dirò solo che negli ultimi tempi, il lattosio è sempre più spesso usato come additivo in crackers, pane, salumi, gnocchi, pasta ripiena, compresse, ecc, quindi se si ha a pranzo un intollerante al lattosio, è necessario leggere ogni volta gli ingredienti per essere sicuri di non farglielo ingerire involontariamente.
Paradossalmente invece, esistono molti formaggi che non lo contengono e che possono essere consumati con tranquillità. Qui di seguito metterò una lista in cui il lattosio è in dosi trascurabili, se non addirittura assente.

Asiago, Caciocavallo, Caciotta toscana, Emmental, Fontina, Gorgonzola, Grana Padano e Parmigiano-Reggiano( entrambi con stagionatura superiore a 30 mesi), Mascarpone, Pecorino , Pecorino romano, Provola affumicata, Provola dolce, Provolone piccante, Robiola, Scamorza, Taleggio.

Questa lista contiene i formaggi da me stessa testati senza problemi. Naturalmente , poichè l’intolleranza al lattosio presenta variazioni da persona a persona, consiglio di provare con una piccola porzione di formaggio e vedere il risultato, prima di arrischiarsi a far fuori una caciotta intera :)

N.B. Altre liste presentano anche la mozzarella, lo stracchino e la caciotta fresca, ma a me danno qualche disturbo. Però si trovano in commercio stracchino, mozzarella e ricotta senza lattosio, se avete voglia di mozzarella, o se volete gustarvi una buona pizza; provateli, io mi sono trovata bene.

Print Friendly

21 thoughts on “Un intollerante al lattosio può mangiare formaggi?

    • No, Antonella, la ricotta ha lattosio. Però se ne hai proprio voglia, puoi assumere una compressa di lattasi prima di mangiarla, come faccio io ;-)

    • Sì, se hai un’ intolleranza severa, può essere. L’ intolleranza, a differenza dell’allergia, permette più sperimentazione, assaggiare in piccole dosi permette di sapere qual è il limite fino al quale ci possiamo spingere e questo limite non è uguale per tutti; c’è chi può permettersi una fetta d’asiago e chi non tollera neppure l’1% di lattosio. Probabilmente tu sei tra queste ultime e l’unica cosa che ti consiglio è di fare una prova con un pezzetto piccolissimo per veder come reagisci, per poi aumentare piano piano la dose. Assicurati, però, di non assumere altro lattosio nella giornata, ricorda che gli effetti dell’intolleranza al lattosio si possono sentire fino a 4 giorni dopo, il tempo che impiega l’organismo a smaltirlo.
      In bocca al lupo :)

  1. sono intollerante al latte, volevo sapere se mi riesci a consigliare qualche marca di biscotti o fette biscottate senza latte? esistono?

    • Certo che esistono! Come fette biscottate puoi usare quelle a marchio coop oppure grissinbon. In genere le fette biscottate normali non contengono latte, ma possono contenerne tracce, per esser state lavorate in stabilimenti che usano latticini; un intollerante normalmente tollera bene questi piccoli refusi.
      Per i biscotti ti consiglio i Privolat Misura o i Buoni così della Galbusera; in entrambi è scritto in grande ” Senza uova e latticini”

      Puoi trovare anche altre marche, sia di biscotti, che di fette, devi solo avere la pazienza di leggere l’ etichetta e verificare che non ci sia burro, latte, panna, yogurt o formaggi. Se hai ancora domande, chiedi pure :) Se vuoi visita anche la mia pagina facebook, potrai fare domande anche lì e sarò lieta di risponderti :)

    • Dagli ultimi articoli usciti, sembra che il gorgonzola ne abbia solo tracce, ma come per tutti gli altri formaggi devi testare sulla tua persona la percentuale tollerata dal tuo organismo. Purtroppo l’intolleranza non ha margini uguali per tutti. Prova con una dose piccolissima e vedi se ti dà fastidio, poi aumenta di poco per volta per vedere quanto puoi tollerarne.

    • Sì Gabriela, provato e riuscito benissimo :) Anzi, prima ho fatto il formaggio, poi con il siero ho fatto la ricotta, entrambi ottimi

      • ciao, mi potresti spiegare come sei riuscita a fare il formaggio e la ricotta con il latte senza lattosio? Grazie

        • Ciao Alessandro. Se hai pazienza un giorno metterò la ricetta sul blog con la descrizione e le dosi esatte.
          A presto

          • Ciao Sbrina io sò fare il formaggio! ma vorrei sapere che latte usi per farlo senza lattosio?
            anticipatamente ti ringrazio

          • Ciao Marco, io uso Accadì o Coop, che hanno percentuale di lattosio inferiore all’ 0,1%

  2. Domani vorrei fare i pizzoccheri per mia sorella che ha una forte intolleranza al lattosio, mi hanno detto di usare il formaggio Montrasio, e’ sicuro? Grazie per la tua risposta!

    • Vanessa, sei molto carina a preoccuparti di quale formaggio possa andar bene per tua sorella, purtroppo non posso aiutarti, non conosco il formaggio Montrasio, mi dispiace. Però se è molto intollerante, io ti sconsiglierei qualunque latticino e ricorrerei a margarina o olio e basta.

  3. Io che mi sento già male anche se il mio cibo per sbaglio viene posto in piatti dove c’è stato formaggio o se il salumiere taglia i mie salumi con l affettatrice con cui prima aveva tagliato il formaggio mi sa che nn ne posso magiare di nessun tipo vero? oppure ci sono formaggi con lo 0% di lattosio? grazie in anticipo

    • Ciao Helena :)
      La vedo un pò dura, sinceramente. Però formaggi senza lattosio ci sono, se vuoi provare fallo con con emmental o provola, che riportano i carboidrati pari a 0 in etichetta.
      Fammi sapere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>