I biscotti dello stregatto

I biscotti dello stregattoI biscotti dello stregatto si chiamano così in omaggio al famoso gattone evanescente a strisce di Alice nel paese delle Meraviglie, partorito cinematograficamente dalla fantasia di Walt Disney. Parlerò in uno dei prossimi articoli di Alice letteraria e cinematografica, perché è stata appunto oggetto di uno dei miei incontri letterario-culinari, ma dirò giusto due cose sulla figura del gatto che tanto mi ha affascinato da piccola. Forse sapete ( o forse no, non è importante ), che amo i gatti tantissimo; ecco questo è un gatto che ride ( cosa desiderare di più di una faccia che mostra allegria? ) ma ha un sorriso diverso da quello che ti aspetti, a cavallo tra cortesia e ironia; e il fatto che svanisca lasciando galleggiare quel sorriso in aria, mi ha sempre affascinato, trascinandomi nel vortice delle sue spirali, le strisce che ho riprodotto nei miei biscotti dello stregatto..Vediamo come prepararli:

Ingredienti:

500 g farina 00
280 g zucchero
230 g burro ( potete sostituirlo con burro di soia o margarina )
50 g cacao amaro
1 uovo + 1 tuorlo
1 pizzico di sale

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente ( non importa se usate burro di soia ) poi cominciate a lavorarlo con la farina e un pizzico di sale; quando burro e farina saranno amalgamati aggiungete lo zucchero e le uova ( uno intero e un tuorlo ) e amalgamatelo velocemente, quindi dividetelo in due e in una delle metà aggiungete il cacao, amalgamando ancora. Coprite i due composti con pellicola e mettete a riposare in frigo per circa mezzora. Una volta freddata la pasta frolla ( è il segreto per biscotti friabili ) mettetela tra due fogli di carta forno e stendetele separatamente,ritagliatele della stessa dimensione, poi mettete le due metà già stese in modo che quella al cioccolato stia sopra e quella bianca sotto e iniziate ad avvolgerle senza stringere, fino ad avere un salsicciotto. Tagliate a fette non troppo spesse e disponete i biscotti sulla placca del forno, coperta da carta forno. Cuocere a 200° per circa 15 minuti o fino a doratura.

Print Friendly

Possono interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *