Panbrioche al Latticello con cannella e gocce di cioccolato fondente

Se i lievitati salati sono una passione i lievitati dolci sono una vera sfida…ci sono dolci buonissimi ma le preparazioni sono sempre lunghe e complicate, e soprattutto può capitare che dopo tanto lavoro non vengano nemmeno bene….magari leggi una ricetta allettantissima, che per quanto lunga non sembra poi così difficile e poi?!?

panbrioche, latticello, cioccolato, colazione

Il panbrioche l’ho sempre voluto fare ma poi non ci avevo mai provato…questa voltacomplice anche la reclusione dovuta alla neve ;) mi son detta che era la volta buona!!

Ricetta prelevata da internet…con qualche modifica (fortuna che è stata un successo altrimenti non mi sarei potuta lamentare visto che l’avevo cambiata a scatola chiusa!!!)..e poi c’era questa cosa del latticello che mi aveva particolarmente affascinato ultimamente e così…

Quindi iniziamo dal latticello, come si fa?! Semplice prendete della panna fresca, in questo caso io ne ho presa 200gr e montatela con le fruste e montate montate montate e vedrete che a un certo punto diventerà un po’ giallognola, comincerà a indurire e poi comincerà a separarsi…ecco abbiamo fatto il burro (la parte solida) e il latticello (la parte liquida)…quando la fate non demordete, anche io mentre ero lì che montavo e vedevo che non succedeva niente mi son detta:”ecco lo sapevo sembrava tanto facile e a me non viene!!” fatto una pausa e poi ripreso a montare e all’improvviso si è separato tutto…fantastico, troppo bella questa cosa, ho ottenuto 70gr di burro e 100gr di latticello (i 30gr mancanti sono ancora un mistero!!!!)

Cmq questo l’ho fatto un paio di giorni prima e l’ho riposto in frigo in due contenitori chiusi…poi pensando a come poterlo utilizzare ho tirato fuori questa ricettina:

la sera verso le 22 ho preparato il poolish (io sono una seguace del lievito liquido…quindi lo troverete sempre!!! La ricetta prevedeva la pasta madre, io l’ho trasformato in poolish, e fortuna che ho azzeccato le quantità!!!)

 

Poolish

150gr Manitoba

140gr latte

3 gr lievito birra
mettete questa pastella in un contenitore di vetro, chiudete e riponete in frigo fino al giorno dopo

la mattina verso le 10.30 ho impastato.

Impasto:

200g Farina Manitoba
200g Farina 00
3 Tuorli
100g Latticello

100g latte

70g Burro (ottenuto dalla panna col latticello)
150g Zucchero

3gr lievito birra
1 Tsp Cannella
1\2 Tsp Sale

gocce di cioccolato fondente

procedimento:
In un contenitore sbattere i tuorli, aggiungere il latticello e mescolare. Impastare le farine (io ho aggiunto il pizzico di sale direttamente nella farina), il poolish, lo zucchero, i tuorli-latticello e la cannella e incordare, l’impasto cioè deve risultare liscio e elastico, io per praticità non avendo l’impastatrice faccio con lo sbattitore usando un solo gancio a elica … quando l’impasto si è ben amalgamato deve formare tipo una palla e tendere a staccarsi dalle pareti del contenitore(se serve aggiungere qualche cucchiaio di farina!), fatto questo aggiungere il burro ammorbidito un po’ alla volta e incordare nuovamente. Alla fine impastare delicatamente sulla spianatoia con un po’ di farina come se si vuole fare l’impasto della pizza (deve essere morbido ma non appiccicoso, se lo lavorate bene lo diventerà senza bisogno di aggiungere farina.mettere in una ciotola a lievitare coperto.

Dopo circa 4 ore riprendere l’impasto e dare un giro di pieghe tentando di richiudere tutto l’ipasto verso il centro come a formare una palla,per aiutare lo sviluppo in verticale  e lasciare riposare per ½ ora incorporare le gocce di cioccolato ammassando delicatamente l’impasto sulla spianatoia (distribuire le gocce di cioccolato sulla tavola come fosse farina e ammassarci l’impasto sopra per farle incorporare), la quantità dipende dai gusti ovviamente…ora stendere leggermente l’impasto e arrotolarlo su se stesso a mò di filone, mettere l’impasto in uno stampo da plum cake il mio era da 24×11 cm, ci ho messo circa 2/3 dell’impasto e il resto l’ho messo in un contenitore per carrozzo, lasciare lievitare in un luogo tiepido fino a quando supera di poco il bordo (io l’ho fatto lievitare coperto da un panno nel forno con la luce accesa, questa alza un po’ la temperatura…per il tempo dipende dal lievito e dalla temperatura,il mio panbrioche ha lievitato fino alle 20), tiratelo fuori e mettetee a scaldare il forno a 160°C statico sopra e sotto, quando è a temperatura infornare e cuocere per 30′ (dovete metterlo un po’ in basso perché altrimenti quando cresce sarà troppo vicino alla superficie superiore del forno,io ho messo la teglia del forno nel piano sotto al panbrioche per evitare che gli arrivasse troppo calore e bruciasse sotto,dopo 10minuti ho passato il forno solo sotto perché si stava già scurendo la superficie) e poi abbassare a 140° C e continuare a cuocere per altri 10′. Se la superficie dovesse scurire troppo, e comunque viene abbastanza scuretta, coprire con un foglio di alluminio. Lasciare raffreddare nel forno semi aperto per un’oretta poi tiratelo fuori fatelo raffreddare ancora un po’, toglietelo dallo stampo  e mettetelo su una griglia per evitare che si inumidisca…vi assicuro che è davvero sofficissimo e molto gustoso…a colazione è perfetto!!!

eccolo in cottura!!!!

era da un pò che dovevo pubblicare questa ricetta…anche se vi ho fatto aspettare un pò spero che gradiate!!!!

Info su incucinaconpetit

chi sono? una persona appassionata di cucina e pasticceria. probabilmente se potessi vivere una seconda vita cambierei tutto e mi metterei a fare la chef...amo la buona cucina, amo sperimentare e realizzare nuovi piatti, ma amo anche le ricette di famiglia e quelle della tradizione che non devono essere dimenticate, amo anche e soprattutto fare dolci e decorazioni. per me ogni piatto deve essere bello agli occhi e buono al palato, un giusto insieme di gusto e colori....adoro le spezie e ne sperimento di tutti i tipi a volte con successo e altre meno...ho una famiglia di buongustai e loro insieme ai miei amici sono i miei critici, solo la ricetta che passa il giudizio può essere trascritta nel mio personale libro di cucina ed ora nel mio blog!!!! spero di riuscire a deliziare anche tutti voi che verrete a trovarmi, di darvi magari nuove idee e la voglia di provare il gusto dei miei piatti!
Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Pane pizza & c.. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Panbrioche al Latticello con cannella e gocce di cioccolato fondente

  1. alessandra scrive:

    mi piace!!
    ma non ancora capito bene cos’è il latticello :S

    • incucinaconpetit scrive:

      grazie Ale….bhe il latticello è il residuo liquido della panna una volta tolto il burro…prova a farlo è fortissimo!!!è come quando facevano il burro con la zangola (mi pare di averlo visto nel film di heidi o uno simile :) ), però lo fai con le fruste elettriche!!!! cmq se non ti vuoi impazzire si può comprare,questa settimana il latticello l’ho finalmente trovato al naturasì…non è proprio quello che si fa a casa perchè ci sono anche i fermenti che io invece non ho aggiunto…devo provare a rifare la ricetta con questo comprato e vedere la differenza, anche perchè costa una stupidaggine ed è anche tanto!se ne vuoi un pò ne ho aperta una confezione da 500gr vieni a prenderlo a me avanza!!!

  2. ENZA scrive:

    Ma è fantastico questo panbrioche !!!! Anch’io sono fanatica dei lievitati soprattutto fatti in casa e della pasta madre, ma del latticello non avevo ancora sentito parlare !!! Ho il bimby quindi sarà facilissimo farlo – Sicuramente da fare questo panbrioche ….poi ti faro sapere!!!! aahhh….complimetni per le torte in pdz … fenomenali !!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>