Pastette calabresi

Le Pastette calabresi sono dei caratteristici biscotti da inzuppo, la ricetta la devo a mia madre. Nelle occasioni speciali, matrimoni, battesimi o qualche giorno prima di Pasqua, ricordo mia mamma che si riuniva con le vicine e tutte in compagnia le preparavano, ardevano il forno a legna e le infornavano. Poi, naturalmente, facevano gli assaggi una con l’altra e si scambiavano le ricette, era un allegro vociare e di lavoro comune. Con il passare del tempo sono diventati biscotti da inzuppare nel latte al mattino, ma nei tempi passati erano usati per i giorni festivi. Se volete farli e non volete usare lo strutto, lo si può sostituire con l’olio, al posto del lievito si potrebbe usare una bustina di ammoniaca, a me non piace l’odore e preferisco usare il lievito.

Pastette

Le Pastette calabresi o biscotti da inzuppo

Pastette

Ingredienti

  • 500 gr di farina 0
  • 100 gr di strutto – si può sostituire con 90 ml di olio extravergine
  • 150 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 1/2 bicchiere di latte – circa 80 ml
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • La buccia di un limone o di un arancia biologica.
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per spennellare

  • 1 tuorlo
  • 2 cucchiai di latte
  • Zucchero semolato o di canna q.b.

Preparazione

In una ciotola sbattere, con una frusta, lo zucchero con le uova e lo strutto, aggiungere il latte, la buccia del limone o dell’arancia grattugiata, il pizzico di sale, il lievito sciolto in un po di latte, aggiungere la farina mettendone via una parte. mettere l’impasto sull’asse e continuare la lavorazione con le mani aggiungendo il resto della farina. L’impasto deve essere morbido, ma non appiccicoso, stenderlo  con un mattarello dello spessore di 1-2 cm e con un coppapasta o con un bicchiere fare dei cerchi, potete sbizzarrirvi e fare anche dei cordoncini, tagliare a pezzi della lunghezza di 5/6 cm, sistemarle in una teglia ricoperta di carta forno, distanti l’una dall’altra aumenteranno durante la cottura. Sbattere un tuorlo d’uovo con 2 cucchiai di latte, spennellare e cospargere di zucchero semolato, io ho usato quello di canna. Cuocere a 170° per 25 minuti circa, fino a che diventano dorate ma non troppo, dopo si asciugheranno.

Le Pastette calabresi sono pronte rispettando le tradizioni

Se vuoi scaricare la ricetta, torna in alto dove c’è scritto PDF basta farci un clic.

Copyright © In cucina con Mire

Seguimi nella mia pagina facebook IncucinaconMire metti mi piace, mi trovi, anche, su Twitter.  Pinterest  Google+ Linkedin

Vuoi essere sempre aggiornato gratis

Iscriviti alla newsletter

 

2 thoughts on “Pastette calabresi

  1. Ricetta molto interessante!!! Non ho mai sentito parlare delle pastette. A casa mia per pasqua si è soliti preparare le “cuzzupe”..non so se siano la stessa cosa! Tantissimi auguri di buona pasqua!

Lascia un commento