Mousse di pesche alla lavanda

Mousse di pescheAdoro questo fiorellino viola il cui profumo nelle ultime settimane ha invaso completamente la mia casa. I mazzi di lavanda sono in ogni stanza e mi ricordano, giorno dopo giorno, che l’estate è proprio qui ed ora. La natura trova ogni modo per ricordarcelo e a volte basterebbe solo guardarsi un po’ più intorno e notare le piccole meraviglie che ci circondano.

La lavanda in cucina è stata per me una grande scoperta, sarà che amo l’utilizzo dei fiori nei piatti primaverili ed estivi, ma lei ha quel qualcosa di più: è una via di mezzo tra una aromatica ed un fiore che seduce con il suo profumo ed il suo colore.

Ieri avrei voluto preparare una confettura di pesche perchè ne avevo di belle mature e da qualche giorno mi frullava in testa un pensiero: di metterci un tocco di lavanda. Poi mi è venuto in mente che le pesche avrebbero potuto diventare il dessert per la sera, ma come? Queste sono le situazioni che amo di più, quando da un’idea devo tirare fuori un nuovo piatto, così ho scovato in dispensa il latte di soia e pochi altri ingredienti che tengo sempre in casa. Ed ecco che è nata questa mousse di pesche di cui sono pienamente soddisfatta! Moltissima frutta, poco zucchero aggiunto e praticamente niente grassi. Insomma cosa desiderare di più da un dessert?

Ovviamente è anche molto buono! Delicato, ma con personalità, un po’ come la lavanda..

Con questa ricetta partecipo in oltre al contest mensile Colors & Food il cui tema è di Luglio è: giallo e viola

logo color food

Il contest è una iniziativa di Cinzia e Valentina dei blog Essenza in Cucina e My taste for foodMousse di pesche

Mousse di pesche alla lavanda

Ingredienti per 4 persone

  • Pesche gialle dolci e mature, 8
  • Latte di soia, 1 bicchiere colmo
  • Fiori di lavanda essiccati, 1 cucchiaio e mezzo (in erboristeria)
  • Limone, 1 grande
  • Zucchero di canna grezzo, 2 cucchiai scarsi
  • Agar agar, la punta di un cucchiaino
  • Curcuma, mezzo cucchiaino

Preparazione

  • Portate al primo bollore il latte di soia, quindi, spegnete il fuoco, unite la lavanda e lasciatela in infusione per una decina di minuti.
  • Eliminate la buccia e il nocciolo delle pesche, tagliate le a dadini e irroratele con il succo di limone. Mettetele in una casseruola e cuocetele per 15 o 20 minuti coperte a fuoco dolcissimo. Il tempo di cottura dipende dalla consistenza delle pesche. Se sono mature e ben morbide è sufficiente un tempo più breve. Frullate le pesche con un frullatore ad immersione, eventualmente lasciando qualche pezzo di frutta intero se lo desiderate.
  • Con un colino a maglie fitte eliminate dal latte i fiori di lavanda, in toto o in parte (a me piace qualche fiorellino nella mousse). Mescolando, unite lo zucchero, l’agar agar e la curcuma, amalgamateli bene al latte di soia, quindi, versatelo nella casseruola insieme alle pesche.
  • Riprendete la cottura e fate bollire in composto per un paio di minuti fino a che non comincerà ad addensarsi, a questo punto, versate la mousse in ciotoline mono porzione e lasciate intiepidire.
  • Tenere in frigorifero almeno 2 ore, prima di servire decorare con pesche fresche e, a piacere, con fiori di lavanda.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

14 comments

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Ciao Giovanni, è molto insolita, ma davvero buona. 🙂 un abbraccio

  1. Erica Di Paolo says:

    Ohh Silvia…. sai già cosa sto per dirti, vero? Io approvo in pieno tutte le tue scelte: poco zucchero e integrale, agar agar, tanta frutta e solo purezza e semplicità. Sei meravigliosa….. 😉

  2. Valentina says:

    trovo che la tua definizione di lavanda, una via di mezzo tra un’erba aromatica ed un fiore, sia azzeccatissima. Pungente e delicata allo stesso tempo. Una ricetta stupenda cos’ come la sua presentazione, super!
    a presto, Vale

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Grazie Vale, sì, questo fiorellino piccolo piccolo è una grande forza della natura e anche in cucina sa diventare protagonista con dicrezione. Un abbraccio 😉

  3. cinzia says:

    ed eccomi cara Silvia, per ringraziarti di questo delicatissimo e profumato dessert: le pesche, quando arriva l’estate, da me non mancano mai e proprio l’altro giorno ne ho fatto un dessert cremoso, quindi questa tua ricetta è proprio nelle mie corde. E poi il latte di riso, in alternativa al latte classico, ultimamente mi è proprio simpatico.
    Ricetta perfetta 🙂 GRAZIE!!!

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Grazie a te Cinzia per questo bellissimo contest! Sto già pensando a cosa inventerete per agosto ed organizzandomi con mini pc e fornelli volanti per cucinare e postare anche in vacanza. 🙂

  4. Simo says:

    Ciao Silvia, piacere di conoscerti! Mi piace il tuo blog, soprattutto mi piace la sua filosofia, anch’io penso che l’alimentazione sia alla base del nostro benessere! Ho due bambine celiache e nel nostro caso il cibo è davvero salute 🙂 Ti seguirò. Ciao simo

    • Silvia -In Cucina con il Naturopata says:

      Ciao Simo, grazie per essere passata di qui! Spesso ce lo dimentichiamo che l’alimentazione è benessere eppure cosa c’è di più piacevole che mangiare delle cose buone che ci fanno anche bene? Ti aspetto con piacere ancora tra i miei fornelli! 😉

Comments are closed.