Pizza con farina di farro

Conoscete la farina di farro? Se no, dovete sapere che quest’ultima è ricca di proteine, vitamine e fibre inoltre ha un elevato potere saziante. Devo dire la sincera verità io non avevo mai provato questo tipo di farina, essendomi arrivata per una collaborazione ho scoperto tutte queste cose e soprattutto che è molto buona e genuina. Così ho deciso di provarla facendoci una pizza che potrete condire a piacere, secondo i vostri gusti personali.

Sponsorizzato da Molino Marturano e San Martino

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 500 g Farina di farro (Molino Marturano)
  • 375 g Acqua (tiepida)
  • 40 g Lievito madre San Martino (In alternativa 1 cubetto di lievito fresco (25gr))
  • 1 cucchiaino Zucchero di canna (o zucchero classico)

Preparazione

  1. Per realizzare la Pizza con farina di farro iniziamo facendo sciogliere il pasta madre (o un cubetto di lievito fresco) nell’acqua tiepida insieme ad un cucchiaino di zucchero. In una ciotola mettiamo la farina di farro e aggiungiamo l’acqua quando il lievito si sarà sciolto. Mischiamo il tutto e facciamo riposare per almeno 1 ora e 30 minuti. Quando vedremo che l’impasto si è lievitato accendiamo il forno a 230 grandi, prendiamo un soletto e ricopriamolo da carta forno; prendiamo l’impasto e con le mani bagnate cerchiamo di stenderlo e mettiamo sopra un pizzico di sale. A questo punto iniziamo a preparare il condimento (a piacere), io ho realizzato la pizza con farina di farro e acciughe: in un piatto ho aggiunto il pomodoro insieme al sale, pepe e origano; ho mischiato il tutto e l’ho messo sopra la pizza. Messa in forno per 20 minuti, trascorso questo tempo ho levato la pizza dal forno e ho messo sopra la mozzarella tagliata a cubetti e le acciughe. Inforniamo di nuovo l’impasto per fargli terminare la cottura (10 minuti) e, una volta pronta è possibile servirla sia calda che fredda.

Note

pizza, pomodoro, primi, senzaburro, senzalatte, senzalattosio, senzauova, vegan, vegetariano

Informazioni su Giulia Carlini

Salve, sono Giulia Carlini una studentessa al secondo anno del Dipartimento di Scienze Politiche, ho 20 anni e amo tutto ciò che riguarda il sociale (infatti il corso di studi è Servizio sociale); amo la fotografia, la cucina e gli animali. Ho un cane Yoshi e un gatto Hero di cui non posso farne a meno. Vivo in un piccolo paesino in Umbria e, in questo blog pubblicherò sia cucine tipiche Umbre ma anche altre cucine (alcune cucine vanno bene per persone che adottano un regime alimentare vegetariano e vegano). Ah, mi sono dimenticata di dire una cosa, AMO I DOLCI.

Precedente Sbriciolata di amaretti Successivo Pasta con radicchio e gorgonzola

Lascia un commento