Pappa al pomodoro con ricotta di malga

Pappa al pomodoro con ricotta di malga, due cucine non troppo distanti tra di loro si incontrano per creare un insieme di sapori unico e speciale.

pappa al pomodoro con ricotta di malga

Oggi si celebra la Giornata Nazionale della Pappa al Pomodoro evento promosso da Aifb. L’ambasciatrice di oggi è Ambra Alberigi di A ogni pentola il suo coperchio.

Banner Calendario

Le origini della pappa al pomodoro le ritroviamo nella cucina contadina toscana. Pane raffermo non mancava mai e i pomodori si trovavano negli orti. Pochi ingredienti e soprattutto economici per avere un piatto caldo e sostanzioso. Nelle città toscane e in seguito in tutta Italia fu conosciuta grazie al libro di Vamba, il diario di Gian Burrasca, dove il protagonista si ribella al vitto e alla vita in collegio chiedendo proprio questo piatto. Celebrata anche nella canzone di Rita Pavone, oggi è conosciuta moltissimo e le sue varianti e rivisitazioni son infinite.

La mia ricetta è un po’ più elaborata della classica toscana. Il pane è stato fatto senza sale ma è integrale. Inoltre ho aggiunto due cipollati freschi dei miei contadini di fiducia e un cucchiaio di concentrato di pomodoro per dargli un bel colore rosso. Il tutto insaporito da un cucchiaio di ricotta freschissima.

PAPPA AL POMODORO CON RICOTTA DI MALGA

Ingredienti (per 4 persone):

  • 8 pomodori San Marzano
  • 2 cipollotti
  • 1 spicchio d’aglio
  • 150 g di pane integrale senza sale raffermo
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 500 ml di brodo vegetale fatto in casa (servono 1 carota, 1 patata, 1 gambo di sedano, ½ cipolla bionda)
  • 200 g di ricotta di malga
  • prezzemolo fresco
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe

Preparazione:

 

  1. Per prima cosa preparate il brodo. Pulite le verdure e mettetele in un pentolino con dell’acqua (solitamente il triplo del peso delle verdure). Portate a bollore e lasciate sobbollire con coperchio per 45 minuti. Spegnete, filtrate e tenete in caldo.
  2. Pulire e tagliare a listarelle sottili i cipollotti. Metterli in un’ampia padella con due cucchiai di olio extra vergine e farli rosolare a fiamma alta per 2 minuti. Abbassare e far appassire per altri 6 o 7 minuti.
  3. Mondare e tagliare i pomodori a pezzi grandi e unirli ai cipollotti. Aggiungere il concentrato di pomodoro, lo spicchio d’aglio in camicia, due cucchiai di olio e aggiustare di sale e pepe. Cuocere fino a quando i pomodori non avranno rilasciato tutta lo loro acqua di vegetazione.
  4. Aggiungere metà brodo e il prezzemolo. Tagliare il pane a cubi piccoli e unirlo ai pomodori. Versare il resto del brodo e mescolare bene. Cuocere per circa 45 minuti a fiamma bassa mescolando di tanto in tanto.
  5. Lavorare la ricotta con un cucchiaio d’olio, il sale e il pepe. Mettere da parte.
  6. Servire la pappa al pomodoro nei piatti fondi con un cucchiaio di ricotta di malga, un giro d’olio extra vergine a crudo, alcune foglie di prezzemolo fresco e il pepe a piacere.

pappa al pomodoro con ricotta di malga-2

(Visited 637 times, 1 visits today)
Precedente Involtini di carne con morbido ripieno Successivo Pomodori di Pachino confit in insalata estiva

8 commenti su “Pappa al pomodoro con ricotta di malga

  1. Non ho mai assaggiato la ricotta di Malga, ma vado ghiotta di formaggi freschi ed immagino che con questa pappa al pomodoro ci stiano da Dio! Grazie per la tua ricetta

  2. Marianna il said:

    Ma è bellissima la tua Pappa al Pomodoro…. l’aggiunta della ricotta di malga la rende senza dubbio strepitosa… non ne parliamo dell’uso del pane integrale, bravissima come sempre. Un abbraccio, Marianna.

I commenti sono chiusi.