Bomboloni alla crema

Bomboloni alla crema, una golosa pausa di origine toscana alla quale non si può rinunciare.

bomboloni alla crema 1

Oggi si celebra la Giornata Nazionale del Bombolone, evento promosso da Aifb. L’ambasciatrice di oggi è Alessandra Adorno di Ginestra Blog.

Banner Calendario

Tempo di fare i bomboloni che spariscono, soprattutto se invito a casa amici. Chiamati sempre krapfen o bomboloni, non immaginavo ci fossero grandi differenze tra i due. Invece con Alessandra, molto disponibile e gentile, ho scoperto tante curiosità e ho guadagno una ricetta favolosa.

Le principali differenze sono che all’inizio il classico bombolone toscano veniva fatto senza uova e non veniva farcito all’interno. Ma questa usanza è passata abbastanza velocemente, lasciando spazio alla classica farcitura alla crema. Questa veniva messa prima della frittura e cotto ad una temperatura non superiore ai 160°.

Oggi esistono milioni di versioni e di ricette, con o senza uova e spesso il bombolone viene erroneamente confuso con il krapfen. Io infatti ero la prima a commettere questo errore.

Come dicevo prima, mi son consultata con Alessandra prima di scrivere questo post ed è stata lei a darmi ricetta. Prevede comunque l’uso di due uova e la farcitura dopo la cottura. Ma lo spessore prima dell’ultima lievitazione è quello del bombolone, circa un centimetro.

Ecco dunque la ricetta della signora Lina Genna di Marsala.

bomboloni alla crema 2

BOMBOLONI ALLA CREMA

Ingredienti (per 12 bomboloni):

  • 250 g di farina manitoba
  • 250 g farina 00
  • 70 g di zucchero
  • 70 g di strutto
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 2 uova
  • 150-200 ml di latte (dipende dalla farina)
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • crema pasticcera (vedi ricetta)
  • 1 lt di olio di semi di arachide
  • zucchero semolato qb

Preparazione:

  1. Mettere nella planetaria con il gancio k le farine, lo zucchero e il lievito sbriciolato. Iniziare ad impastare e unire le due uova. Unire a filo il latte fino a quando non vedete che l’impasto si stacca dalle pareti. Cambiare il gancio k con il classico gancio, mettere la bacca di vaniglia e lo strutto, poco alla volta, fino a quando il pezzo precedente non si è unito all’impasto.
  2. Togliere l’impasto dalla planetaria e metterlo in una ciotola a lievitare fino al raddoppio. Sarà comunque pronto quando al tocco, l’impronta scomparirà subito.
  3. Stendere l’impasto con il mattarello alto un centimetro e con un coppa pasta da 10 cm ricavare le forme tonde che metterete su un piano da lavoro coperte a lievitare per circa un’ora.
  4. Scaldare un’ampia padella con l’olio fino a raggiungere i 160°. Non superare questa temperatura. Cuocere i bomboloni fino a doratura da entrambi i lati. Scolarli e asciugarli con carta assorbente. Passarli subito nello zucchero semolato e mettere a raffreddare.
  5. Con un sac a pochè praticare un buco nel centro dei bomboloni e farcirli con crema pasticcera. Qui trovate la mia ricetta, anzi quella della mia nonna!
  6. Servire i bomboloni alla crema freddi.

bomboloni alla crema 4

(Visited 5.727 times, 1 visits today)
Precedente Crema pasticcera della nonna Successivo Snickerdoodles al cacao

7 commenti su “Bomboloni alla crema

  1. La foto la dice lunga! Sono un incanto per gli occhi e so anche che sono stati una goduria per il palato!
    Non vedevo l’ora di leggere il tuo post, grazie Enrica per questo contributo.
    Un abbraccio

  2. ecco, per quanto mi riguarda, anche se ormai più che di “merenda” è quasi ora di cena, sti dolcetti qui mi fanno venire un’acquolina… Anch’io non conoscevo le differenze tra i due, li ho sempre creduti “interscambiabili”. Ben venga il Calendario che ci illumina, e te con lui! :)))

I commenti sono chiusi.