Torta di mele caramellata con cuore di crema pasticcera

tortamele Era da tanto che volevo provare a fare la torta di mele perfetta per me e finalmente ci sono riuscita. Credo che non modificherò mai più questa ricetta, perché il risultato mi ha esaltato e spero faccia lo stesso effetto anche a voi…Volevo un dolce con una parte croccantina, ma non troppo e poi una pasta morbida, ma non mallopposa ed un cuore di crema. Per riuscirci ho utilizzato come base la ricetta della ” ciambella alla panna” di mia zia, arricchita con le mele e la crema pasticcera il tutto versato su mele caramellate.
Può sembrare laboriosa, ma in realtà si fa abbastanza velocemente soprattutto se avete il Bimby, ma al solito vi spiego la ricetta anche senza.

Se poi come me siete golose di dolci alle mele vi consiglio di provare anche:

Torta di mele con farina di castagneFrittelle di mele, Crostata di mele e mandorle, Crostata meringata di mele verdi e arance

Continue reading

Bottoni alla nutella con smarties

bottoni alla nutella2
Lunedi cercavo qualcosa di diverso per la merenda di Luca, in genere alterno una merenda più sana (tipo pane/olio, pane/pomodoro/ frutta etc) con una merenda più golosa e siccome per lui merenda golosa corrisponde a nutella/cioccolato, cercando nel sito del Bimby mi sono imbattuta in questa di Monica, pochissimi ingredienti e cottura velocissima.
Non ho modificato nulla, a parte aggiungere uno smarties su ognuno ( tanto per continuare a consumare le scorte della Befana...) Risultato approvato a pieni voti, biscottino morbidissimo…unica pecca spariscono alla velocità della luce!!
Al solito trovate anche la versione senza Bimby…

Continue reading

Panini alle olive

E’ arrivato il freddo, almeno così sembra e del resto è il suo momento…ed insieme a lui torna la voglia di accendere il forno, mettere le mani in pasta e godersi il risultato. Credo che non ci sia niente di meglio del pane fatto in casa per tante ragioni…prima fra tutte che rispetto a quello che si compra non avanza mai! Ci avete fatto caso? Quello fatto in casa fa gola a tutti anche da solo, giusto per il fatto di sentirlo scrocchiare prima sotto le mani e poi sotto i denti, fragrante, saporito, ma soprattutto che sa di pane…
Quelli di oggi sono dei panini veloci, non ho usato il lievito madre come qui, la voglia è presa all’improvviso e si sa la fretta non va d’accordo con la pasta madre! E anche se il pane a lievitazione naturale è tutt’altra cosa anche questo non è niente male!
Ingredienti x 6 persone (ricetta tratta dal Libro base Bimby, ma riadattata secondo i miei gusti)
200 gr di acqua
100 gr di latte
1 cucchiaino di miele o di malto d’orzo
20 gr di olio
1/2 cubetto di lievito di birra
500 gr di farina 0
10 gr di sale
150 gr di olive nere denocciolate
Consigli: volendo si possono sostituire le olive con un trito di erbe aromatiche.
Preparazione con il Bimby:
  1. mettere nel boccale l’acqua ed il latte 2min vel 1 37°;
  2. aggiungere il miele ed il lievito 15 sec vel 3;
  3. aggiungere tutti gli altri ingredienti ad eccezione delle olive, impastare  3 minuti spiga;
  4. aggiungere le olive 30 secondi  spiga ( mettetele intere perché durante l’impastamento si rompono, altrimenti le trovate disintegrate!!);
  5. formare una palla, incidere, mettere in una ciotola coperta con un panno umido o pellicola trasparente e far lievitare per circa 2 ore abbondanti in forno preriscaldato a 50° e poi spento;
  6. riprendere l’impasto dargli una forma rettangolare e poi arrotolarlo su se stesso formando un salame. Tagliare in pezzetti di circa 10 cm l’uno.
  7. Sistemarli su una placca rivestita con carta forno, ben distanziati; lasciare lievitare per un’altra oretta e poi mettere in forno caldo statico a 180° fino a doratura.
Preparazione manuale:
fare una fontana con la farina, al centro versare l’acqua ed il latte tiepidi in cui avrete fatto sciogliere il lievito insieme al miele, poi aggiungete l’olio,  il sale e le olive divise a metà o secondo il vostro gusto. Impastate energicamente fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. Formare una palla, incidere, mettere in una ciotola coperta con un panno umido o pellicola trasparente e far lievitare per circa 2 ore abbondanti in forno preriscaldato a 50° e poi spento; riprendere l’impasto dargli una forma rettangolare e poi arrotolarlo su se stesso formando un salame. Tagliare in pezzetti di circa 10 cm l’uno.Sistemarli su una placca rivestita con carta forno, ben distanziati; lasciare lievitare per un’altra oretta e poi mettere in forno caldo statico a 180° fino a doratura.

Torta nutella, mascarpone e cocco

La nutella è sempre stato qualcosa di irrinunciabile,  in casa né abbiamo sempre doppio vasetto    ( e non quello ino, ma quello maxi…) eppure negli ultimi mesi, stranamente, ne ho mangiata pochissima e non mi attira molto..    .artefice di questo cambiamento brusco è stata la gravidanza che al momento mi fa propendere molto di più per gli alimenti salati…

Ma poi ci sono le eccezioni, quei raptus che ti prendono ( non solo in gravidanza) quando vedi una cosa e fino a quando non l’hai realizzata non stai in pace.
A me è successo con il dolce visto sul blog “ Cocomerosso“…vederlo e avere voglia di addentarlo è stato un tutt’uno, anche se era nutelloso e quindi c’era il rischio che poi non lo avrei mangiato…tanto ero sicura che in casa con le altre due boccucce non sarebbe rimasto a lungo e così mi sono procurata tutti gli ingredienti ed eccolo qua!!!

La base al cacao risulta molto morbida e soffice grazie alla ricotta, nonostante non ci siano né uova né burro.

Ho apportato solo due piccole modifiche:
1) aumentato la dose di nutella ( perché per i miei due uomini altrimenti la crema della farcia  era ” troppo chiara”!!
2) aggiunto del cocco rapè nella crema e come copertura.

Inoltre ho Bimbyzzato la ricetta…of course ;-) ma al solito ho trascritto anche la versione manuale.

ps: anche ” fagiolino”” ha gradito e mi ha gentilmente permesso di mangiarmi due belle fette di questo dolce :-)))

Ingredienti:
250 g di ricotta fresca
250 g di zucchero
250 g di farina 00
300 g di latte
70 g di cacao amaro
1 bustina di lievito vanigliato

Per la crema
250 g  di mascarpone
250 g di nutella
cocco rapè: circa 2 cucchiai

Per la copertura:
circa 3 cucchiai di cocco rapè
sciroppo di zucchero: 3 cucchiai di zucchero + 3 cucchiai di acqua 

Preparazione con il Bimby
Nel boccale  mettere ricotta e zucchero, montare per 2 minuti vel 4, poi aggiungere la farina setacciata ed il latte 30 sec. vel 5, infine aggiungere il cacao ed il lievito 1 min vel 5.  Preriscaldare il forno a 170° ventilato e cuocere
Versare in uno stampo in silicone oppure normale rivestito di carta forno o imburrato ed infarinato, e cuocere per circa 35 minuti ( prima di sfornarlo fare la prova stecchino).
Preparazione  della crema: nel boccale pulito montare la farfalla aggiungere il mascarpone e la nutella 2 min. vel 5, gli ultimi dieci sec aggiungere 2 cucchiai di cocco rapè.  Far freddare completamente il dolce poi tagliarlo a metà e farcirlo con la crema. A parte preparare uno sciroppo di zucchero ( portando a bollore e lasciando sobbollire per 2 minuti, l’acqua con lo zucchero), una volta farcito il dolce pennellare la superficie con lo sciroppo e poi cospargere con il cocco rimasto.
Preparazione manuale: in un vassoio amalgamare la  ricotta con lo zucchero, aggiungere poi la farina setacciata alternando con il latte ed infine  cacao e lievito, girare bene per evitare la formazione di grumi.
Preriscaldare il forno a 170° ventilato e cuocere
Versare in uno stampo in silicone oppure normale rivestito di carta forno o imburrato ed infarinato, e cuocere per circa 35 minuti ( prima di sfornarlo fare la prova stecchino).
In una ciotola mettere mascarpone e nutella e con l’aiuto di una frusta normale o elettrica montare per un paio di minuti, poi aggiungere 2 cucchiai di cocco rapè. Far freddare completamente il dolce poi tagliarlo a metà e farcirlo con la crema. A parte preparare uno sciroppo di zucchero  ( portando a bollore e lasciando sobbollire per 2 minuti, l’acqua con lo zucchero), una volta farcito il dolce pennellare la superficie con lo sciroppo e poi cospargere con il cocco rimasto. 
 
Riporre in frigo almeno tre ore prima di servire. Buonissima subito, supersquisita il giorno dopo!!
Anche con questa ricetta ( insieme alla Tartre alla nutella di Pier Hermè) partecipo al contest “Nutella forever” del blog ” Crema e panna”.
 

Focaccia morbida al rosmarino

Come vi accennavo in questo post, l’altra merenda/colazione preferita di Luca è questa ciaccia al rosmarino e visto che la mattina siamo sempre con i tempi strettissimi e la fermata al forno prima dell’entrata a scuola è praticamente  utopia, ho iniziata a farla a casa, tagliarla a pezzettini e poi congelarla pronta per le varie occasioni.
La ricetta è semplicissima, l’importante è rispettare i tempi di lievitazione e ricordarsi, prima di infornarla, di bagnarla generosamente con un emulsione di acqua e olio…tutto qui, poi se la vorrete morbida la farete appena dorare, se invece la preferite più croccantina basterà lasciarla in forno un po’ di più, come ho fatto io l’ultima volta, così avrete bordi croccanti e cuore tenero!
La ricetta la trovate sia per il Bimby che in versione manuale, come sempre!.

Se vi piacciono come a noi le focacce vi consiglio anche:
Focaccia con cipolle rosse e salvia
Focaccia con pomodorini
Focaccia ripiena con spinaci e gorgonzola
Focaccia farcita con scamorza e pomodorini ciliegia


Ingredienti per due teglie:
 
600 gr di farina 00
240 gr di acqua tiepida
120 gr di latte tiepido
1/2 cubetto di lievito di birra
10 gr di sale
5 gr di zucchero
20 gr  abbondanti di olio evo + q.b per ungere mani e teglia
un pugno di aghi di rosmarino fresco per teglia
sale grosso q.b
emulsione fatta con 3 cucchiai di acqua + 3 cucchiai di olio per teglia
 
Preparazione con il Bimby:
Inserire nel boccale il latte e l’acqua,  2 min. 37° vel 1, poi unire il lievito,  l’olio e lo zucchero 5 sec. vel 5. Aggiungere la farina ed il sale 1 min vel 6 poi 2 min vel spiga. Ungere le mani e prelevare l’impasto, che sarà morbido, e stenderlo nelle  teglie unte, formare delle fossette profonde con i polpastrelli. lasciarlo lievitare in forno preriscaldato a 50° e poi spento, coperto con un telo umido o con la pellicola unta per due ore abbondanti, poi preriscaldare il forno a 220°, nel frattempo spruzzare  la superficie con l’emulsione di acqua ed olio, aggiungere il rosmarino ed il sale grosso. Cuocere fino alla doratura desiderata, circa 15-20 minuti.

Preparazione manuale:
intiepidire appena l’acqua ed il latte  poi unire il lievito,  l’olio e lo zucchero. In una ciotola mettere la farina e versarvi piano piano i liquidi, per ultimo il sale. Mischiare gli ingredienti con un mestolo, poi con le mani unte trasferire l’impasto su una spianatoia infarinata ed impastarlo energicamente per qualche minuto, fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico, ma morbido.
Stendere l’impasto nelle  teglie  due unte, formare delle fossette profonde con i polpastrelli. lasciarlo lievitare in forno preriscaldato a 50° e poi spento, coperto con un telo umido o con la pellicola unta per due ore abbondanti, poi preriscaldare il forno a 220°, nel frattempo spruzzare  la superficie con l’emulsione di acqua ed olio, aggiungere il rosmarino ed il sale grosso. Cuocere fino alla doratura desiderata, circa 15-20 minuti.

 

Insalata russa con maionese pastorizzata

L’insalata russa è un piatto freddo, tipico della cucina russa e piemontese e oggi comune nella cucina italiana. In passato veniva servito come antipasto nei giorni di festa, ma ormai lo si utilizza spessissimo anche per pranzi o cene informali durante le calde serate estive. A seconda del luogo cambia nome e composizione, ad esempio in Francia è denominata ” Insalata Piemontaise”, in Germania ” Insalata all’Italiana”, in Russia ” Insalata alla francese o insalata Olivier”.
Su Wikipedia si legge che in realtà fu creata intorno al 1860 da Lucien Olivier nelle cucine del ristorante “Hermitage” di Mosca, ma la ricetta iniziale era totalmente diversa da quella dei giorni nostri,  in origine, infatti, comprendeva carne fredda, lingua fredda, salsiccia, prosciutto, tartufo, capperi e filetti di acciuga, il tutto unito con dell’aspic. Per questo,  vista la quantità di materie prime e la “pesantezza” veniva riservata ai giorni di festa…Oggi la ricetta è completamente stravolta e prevede solo tre tipi di verdure ( con predominanza della patata) e la maionese ad amalgamare il tutto, anche se in Piemonte, ad esempio, aggiungono uovo sodo, cetriolini etc

A me piace prepararla alla maniera classica, con carote, patate e piselli, il tutto amalgamato da una maionese home made. Adesso mi piace molto, in passato no, mi ricordo che da bambina alla cena di Natale era immancabile, ma io dopo una forchettata ne ero già sazia!! E voi cosa ci mettete?

Prima di avere il Bimby non l’avevo mai preparata, perchè confesso che una cosa con la quale proprio non vado d’accordo è la maionese, le poche volte che ho tentato è sempre impazzita ed uno dei motivi per cui mi sono avvicinata al mitico robbottino è stata anche questa, il fatto che in due minuti fa una maionese da urlo…Questa ricetta poi è perfetta per l’estate perchè pastorizzando le uova non si corre il rischio di contaminazioni ed inoltre si conserva per qualche giorno tranquillamente.

Ma veniamo alla ricetta…
Ingredienti:
700 gr di acqua
20 gr di aceto
sale q.b.
400 gr di patate
300 gr di carote
350 gr di piselli freschi o surgelati

x la maionese pastorizzata:
30 gr di aceto di mele
1 cucchiaino di sale
150 gr di olio evo ( se preferite potete utilizzare l’intera quantità con un solo tipo di olio)
150 gr di olio di semi di ottima qualità
2 uova intere

In alternativa potete utilizzare maionese già pronta.

Preparazione con il Bimby:
versare nel boccale l’acqua, l’aceto ed il sale. Tagliare a dadini più o meno delle stesse dimensioni le patate e le carote, disporle nel vassoio del varoma e farle cuocere 20 minuti temp Varoma vel 1 dall’arrivo a temperatura e comunque a metà cottura girate con un cucchiaio le verdure ed assaggiatele prima del termine del tempo, devono rimanere croccanti, non stracotte.
A cottura ultimata togliere le verdure e lasciarle raffreddare. Nel frattempo preparare la maionese:
inserire nel boccale pulito ed asciutto l’aceto ed il sale 3 min.100° vel 1, poi a Vel 4 inserire le 2 uova precedentemente rotte in un bicchiere, fare andare x 20 sec. a questo punto, con il misurino inserito aggiungere l’olio a filo a vel.7 per il tempo necessario ad incorporarlo tutto.
Una volta pronta la maionese aggiustate le verdure di sale e amalgamatele con la maionese. Riponete in frigo coperta da pellicola. Volendo potete metterla in stampi singoli o con forme particolari, basterà tenerla in frigo per qualche ora per avere la forma desiderata.
 
Preparazione manuale:
Cuocere a vapore le verdure tagliate a cubetti regolari per circa 20-25 minuti, in alternativa bollirle in acqua salata acidulata con  aceto. A metà cottura girate con un cucchiaio le verdure ed assaggiatele prima del termine del tempo, devono rimanere croccanti, non stracotte. A cottura ultimata togliere le verdure e lasciarle raffreddare. Poi amalgamarle con la maionese, aggiustare di sale e riponete in frigo coperta da pellicola. Volendo potete metterla in stampi singoli o con forme particolari, basterà tenerla in frigo per qualche ora per avere la forma desiderata.

Torta al cioccolato

Questo è uno dei dolci preferiti di Luca, non è facile vederlo mangiare dolci se non sono  ” neri” o generosamente spalmati di nutella, se non ci sono queste due opzioni  sicuramente preferisce un bel piatto di verdura cruda per la sua merenda e questa è una gran fortuna.
Lo stesso vale per la colazione a scuola, dove molto abitudinariamente va per la maggiore la ciaccia olio e rosmarino [5/10/2013 finalmente sono riuscita a postarla), a meno che la mamma non abbia fatto la torta al cioccolato e allora una bella fetta non la baratta con niente!
La ricetta me l’ha passata la mamma di una compagna di scuola di Luca anche lei Bimby addicted…ma si può fare anche tradizionalmente e vi garantisco che è molto buona anche farcita e decorata, perfetta come torta di compleanno!!

Ingredienti:
200 gr cioccolato fondente
200 gr zucchero
200 grburro
150 gr farina 00
4 uova codicie 0
1 bustina di lievito
1 banana ( facoltativa)*

* se avete una banana matura o molto matura e quindi prossima al cassonetto potete aggiungerla all’impasto, il sapore del dolce non cambia, ma l’impasto si manterrà morbido e umido per più giorni.

Preparazione con il Bimby:
Tritare il cioccolato 30” vel 8, aggiungere il burro 4′ a 50° vel 4. Aggiungere uova, zucchero ( ed eventualmente la banana tagliata a tocchetti)  vel 5 per 30”.Unire la farina 1′ vel 6 ed infine il lievito 10” vel.6.
Versare in uno stampo imburrato ed infarinato, con uno stecchino da spiedino disegnare una spirale ( in questo modo il dolce non farà la montagnetta centrale), infornare in forno già caldo, ventilato  per 50′ a 180°. Prima di sfornare fare la prova stecchino.
 
Preparazione tradizionale: fondere a bagno maria il cioccolato fondente ridotto a pezzi insieme al burro, a parte montare i tuorli con lo  zucchero poi aggiungere il cioccolato ed il burro, la farina ed il lievito ( eventualmente la banana schiacciata molto bene con una forchetta) . Per ultimi aggiungere gli albumi montati a neve ferma. Versare in uno stampo imburrato ed infarinato, con uno stecchino da spiedino disegnare una spirale ( in questo modo il dolce non farà la montagnetta centrale), infornare in forno già caldo, ventilato per 50′ a 180°. Prima di sfornare fare la prova stecchino.

N.B:

  1. Il dolce può essere anche congelato.
  2. Se lo volete utilizzare come base per un dolce di compleanno vi consiglio di dividerlo a metà, bagnarlo con latte e cacao, spalmarlo con uno strato di nutella a sua volta ricoperta da uno strato di panna  montata ( leggera eh…:-))) e poi decorarlo con panna montata colorata e zuccherini!
  3. Per un dolce da farcire o se semplicemente vi piace bello alto utilizzate come me uno stampo da 24 cm, così verrà circa 6 cm di altezza.

Preparato per cioccolata calda

Oggi una ricetta  che molte di voi conosceranno perchè da anni circola nel web, ma pur avendola in mente di fare da tanto non mi ero mai decisa, poi sono stata presa alla gola…si perchè mi sono ritrovata a volere una cioccolata, ma senza la fatidica scatolina blu in casa e allora che si fa??? Si va a ricercare il fogliettino e visto che nel frattempo in casa è arrivato il Bimby, si usa lui e in un lampo la cioccolata è servita. Ma tranquille, come al solito c’è anche la ricetta con le indicazioni manuali. E anche questo è un bel regalino da far trovare sotto l’albero agli amici più golosi.

Provate ad accompagnarla con un biscottino o con una fetta morbidissima di ciambellone alla panna.

Si può preparare anche con la variante cannella e peperonicino, basterà aggiungerli al preparato…occhio a dosare bene la quantità di peperoncino a seconda del proprio palato e della qualità di peperoncino che avete a disposizione…per la cannella invece andrà bene un cucchiaino da thè.

Ingredienti:

200 gr Cioccolato Fondente dal 55% al 65%
150 gr Cacao Amaro in Polvere
70 gr Zucchero di Canna
160 gr Zucchero Semolato
250 gr Fecola di Patate

Preparazione con il Bimby:

Inserire lo zucchero di canna e quello bianco nel boccale  azionare 20 sec. vel. Turbo.
Aggiungere il cioccolato a pezzi. 20 sec. vel. Turbo.
In questa fase è molto importante procedere in due tappe: azionare per 10 sec. guardare la consistenza e poi fare altri 10 sec.. Infatti, c’è il rischio che il cioccolato si sciolga se l’operazione è prolungata.
La consistenza deve rimanere quella della polvere, cioè secca, a questo punto unire tutti gli altri ingredienti . Amalgamare 15 Sec. Vel.6.
Mettere il tutto in un barattolo di vetro a chiusura ermetica. Conservare in un luogo fresco e asciutto.
Per preparare 1 tazza di Cioccolata Calda
Mettere nel boccale del Bimby 40 gr del preparato (circa 3 cucchiai).
Aggiungere 180 gr di latte. 4 min 100° Vel 4.
Preparazione manuale:
Polverizzare con il minipimer il cioccolato fondente facendo attenzione che il cioccolato non si sciolga. Trasferirlo in una ciotola, aggiungerci  tutti gli altri ingredienti, mescolare bene. Conservare in un barattolo a chiusura ermetica.

Per preparare una tazza basterà stemperare 40 gr di preparato in 180 gr di latte, portare ad ebollizione sempre mescolando e lasciare sobbollire per qualche minuto fino a che non si addenserà, in meno di 5 minuti avrete la vostra coccolata fumante e densa.  

Pangoccioli home made


Anche questa è una di quelle ricette che a casa vanno per la maggiore, sia perchè si prestano bene per colazione o  merenda, sia perchè se ne possono preparare velocemente in quantità ed una volta cotti congelarli; in questo modo ho sempre la scorta per un’emergenza, stessa cosa faccio con i muffins.


Anche di questa famosa merendina nel web impazzano varie ricette, questa secondo me è perfetta  ho aggiustato nel tempo un pò lo zucchero e aggiunto il burro; in questo modo se avrete l’accortezza di riporli in un sacchettino di plastica sigillato anche il giorno dopo saranno morbidissimi.


Ingredienti:

250 gr di latte ( meglio se intero) + qb per spennellare
500 gr di farina (200 gr  manitoba ” Lo Conte” e 300 gr  00)
75 gr di zucchero
1 cucchiaino di miele
1 cubetto di lievito di birra
50 gr di burro
1 pizzico di sale
1 uovo intero
150 gr di gocce di cioccolato o cioccolato fondente tagliato a pezzettoni

Preparazione con il Bimby:
versare il latte nel boccale, aggiungere il lievito e sciogliere a vel 2 per 2 minuti a 37° mettere da parte. Senza pulire il boccale mettere la farina, lo zucchero, l’uovo ed il sale, amalgamare: 1 min. vel. 4. A questo punto unire il latte al composto: 30 sec. vel. 4, aggiungere il burro, impastare: 3 min. vel. spiga. Prelevare il composto e metterlo a lievitare in luogo caldo per circa un’ora coperto da un canovaccio umido. Dopo la lievitazione stendere la pasta  mettere le gocce di cioccolato e impastare bene, far lievitare nuovamente un’altra mezz’ora poi formare delle piccole palline (circa 30-35 gr l’una non di più altrimenti diventano enormi) e metterle su una teglia con carta da forno, spennellarle con acqua e  latte e far lievitare  per un’altra ora. Prima di infornare spennellare nuovamente la superficie di ogni panino con il latte, poi cuocere in forno preriscaldato a 170° per 10 minuti circa ( dipende dal forno e dalle dimensioni). 
Per renderli ancora più morbidi vi consiglio di spennellarli nuovamente con acqua e latte anche dopo averli tirati fuori dal forno. 

Preparazione manuale:
sciogliere il lievito nel latte tiepido, a parte mettere la farina, lo zucchero, l’uovo ed il sale ed amalgamare, a questo punto unire il latte al composto,  aggiungere il burro ed impastare energicamente per qualche minuto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
Mettere a lievitare in luogo caldo per circa un’ora coperto da un canovaccio umido.
Dopo la lievitazione stendere la pasta  mettere le gocce di cioccolato e impastare bene, far lievitare nuovamente un’altra mezz’ora poi formare delle piccole palline (circa 30-35 gr l’una non di più altrimenti diventano enormi) e metterle su una teglia con carta da forno, spennellarle con acqua e  latte e far lievitare  per un’altra ora. Prima di infornare spennellare nuovamente la superficie di ogni panino con il latte, poi cuocere in forno preriscaldato a 170° per 10 minuti circa ( dipende dal forno e dalle dimensioni). 

 Consiglio: per renderli ancora più morbidi vi consiglio di spennellarli nuovamente con poca acqua e latte anche dopo averli tirati fuori dal forno.  

Topping al cioccolato

Oggi doppia ricetta, non tanto quella della panna cotta, dessert  conosciutissimo, ma quella del topping che la ricopre, ovvero quella goduria cioccolatosa che da quando ho cominciato a fare in casa ne sono diventata dipendente peggio che con la nutella…

Si inizia con un cucchiaino nel latte della mattina, per poi passare al cucchiaino del caffè pomeridiano, alla generosa colata sulle fragole o su un biscotto a merenda,  per finire sulle crepes del dopocena…Insomma il vasetto non riesce a riposare in pace.

Inoltre, non contenendo conservanti e coloranti io l’ho sostituito al Nesquik della mattina per la colazione dell’ometto.


Ho trovato la ricetta su un ricettario in pdf del Bimby e sul web ho trovato varie versioni, ma non sono riuscita a risalire all’origine, comunque sentitamente ringrazio l’ideatore…e credo che il gruppo delle “Coste” si unisca, vero?? ;-)


Ingredienti:
200g di acqua in bottiglia
300g di zucchero
succo di 1/2 limone piccolo

1 bustina di vanillina
100 g di cacao amaro di buona qualità

Preparazione con il Bimby
Nel  boccale mettere acqua, zucchero, succo di limone e vanillina  6 min varoma vel 1.
Aggiungere il cacao amaro mescolare 10 sec vel 6, poi cuocere 5 min 70° vel 3.
Invasare subito, lasciare raffreddare e poi conservare in frigo.

 Preparazione classica:


Portare l’acqua con lo zucchero, la vanillina e il succo di limone a bollore, poi aggiungere il cacao, mescolare velocemente con le fruste per evitare che si formino grumi, cuocere per 5 minuti dalla ripresa del bollore mescolando continuamente.

Inizialmente sarà liquido, poi diventerà cremoso e denso, si conserva in frigo per 3 mesi

La Panna cotta è un dolce al cucchiaio buonissimo, versatile e al tempo stesso semplice da realizzare, qualcuno lo ha definito anche “sensuale” per quel suo modo budinoso di ondeggiare ad ogni minimo tocco e allora perchè andare a comprare i preparati in busta quando lo si può fare da soli?
Ingredienti:
  • 250 gr di latte intero
  • 250 gr di panna fresca
  • 70 gr di zucchero
  • 1 stecca di vaniglia
  • 2 fogli di colla di pesce ( gelatina per dolci)

Preparazione manuale:

Far sobbollire il latte con la panna, la stecca di vaniglia divisa a metà e grattata ( anche il contenuto va messo nel latte) e lo zucchero, poi spegnere e far riposare per almeno 10 minuti. Nel frattempo ammorbidire i 2 fogli di colla di pesce in acqua per 10 minuti poi strizzarli e aggiungerli al composto di panna e latte precedentemente filtrato con un colino per togliere i residui di vaniglia, versare in ciotoline singole o in uno stampo unico e mettere in frigo per almeno 3 ore.
ps: la vaniglia lascia dei puntini neri, a mio parere non sono antietetici, anzi rendono il tutto “genuino” sinonimo di ingredienti utilizzati “veri”, ma a chi proprio non piacesse questo sale e pepe può sempre sostiturla con vaniglina.

Preparazione con il Bimby:
Ammollare in acqua fredda i fogli di gelatina, versare nel boccale tutti gli ingredienti cuocere 6 min 80° vel 4. Unire alla fine la gelatina ben strizzata e amalgamare 20 sec vel 4. Versare il composto in stampini, lasciare raffreddare poi mettere in frigorifero per circa tre ore prima di servire.

Si può guarnire con topping al cioccolato, purea di frutti di bosco o fragole, caramello…
Preparazione manuale:
Ammollare in acqua fredda i fogli di gelatina, portare a bollore il resto degli  ingredienti e cuocere 6 minuti, togliere dal fuoco, unire la gelatina ben strizzata, amalgamare. Versare il composto in stampini, lasciare raffreddare poi mettere in frigorifero per circa tre ore prima di servire.
 
Si può guarnire con topping al cioccolato, purea di frutti di bosco o fragole, caramello, salsa di arance…