Benvenuti

Benvenute sul mio nuovo blog…in molte già seguivate il mio precedente blog, nato nel 2008 e conosciuto come ” Il mondo di Milla” e allora vi chiederete, perché cambiare?  Perché quando lo creai non pensai molto al nome né sinceramente pensavo che si sarebbe sviluppato come poi ha fatto e arrivata a questo punto ho sentito l’esigenza di dargli un nome più appropriato, di non utilizzare più uno pseudonimo e di ricominciare da capo, con vecchie ricette già proposte e con tante di nuove. Approfitterò di questo momento di pseudo relax che la maternità mi concede per metterlo a punto, spero che continuerete a seguirmi come avete sempre fatto…a presto :-)
Serena

Solo per te Bijoux

Oggi un post che esula dal solito tema… oggi vi parlo di un’avventura di una persona a cui tengo molto, che dopo varie esitazioni ed incertezze, perchè poco avvezza ad utilizzare computer &, ha deciso di mettersi in gioco e presentare i suoli lavori che ormai da  tempo teneva in un cassetto e che invece meritano di essere indossati ed esibiti.
 
Un blog romantico, ma al tempo stesso grintoso e contemporaneo dove poter trovare un regalo per sè o per una amica speciale, con spazio alle vostre idee e ai vostri suggerimenti, perchè ogni bijoux è unico e creato solo per te…
 
Fateci un salto, non rimarrete deluse e magari lasciate un commento o diventate suoi lettrici ne sarà felice.

http://solopertebijoux.blogspot.it/

Buon Natale!!!

Finalmente dopo più di 10 giorni senza ADSL la linea è stata ripristinata, e così eccomi qua, ormai in ritardissimo per postare ricette, ma per fortuna ancora in tempo per augurarvi

 BUON NATALE

Non credo di farcela a passare da ciuascuna di voi, ma con il pensiero gli auguri ci sono per tutti/e singolarmente e con tanto, tantissimo affetto!

Si riparte……x le ferie!!!

Ebbene si,  parto ancora, quest’anno non ci siamo fatti mancare niente, ma ne avevamo veramente bisogno. Concludiamo con il mare, appena ritorno posterò le foto di tutte le vacanze e del buffet del compleanno di Luca che ha spento 4 candeline!!! Un bacio a tutte/e, a presto…

Pane contadino profumato al rosmarino

Ho preso ispirazione da una ricetta trovata sulla farina per pane Lo Conte, che utilizzo da un pò di tempo per la panificazione ( a metà con la O), avendo a disposizione molto rosmarino fresco ho deciso di aggiungerlo, il risultato in casa è stato molto apprezzato, un pane perfetto per accompagnare prosciutto crudo, speck o formaggi freschi.
L’ho fatto due volte, la prima, avendo fretta ho usato lievito chimico, la seconda la mia pasta madre, l’ho trovato ottimo entrambe le volte, certo chi usa la pasta madre sa che la differenza c’è eccome, ma purtoppo anche nei tempi di lievitazione!! Vi scrivo entrambe le ricette a voi la scelta…
Ingredienti:
  • 250 gr di farina 0
  • 250 gr farina “pane in casa” Lo Conte
  • 10 gr di sale
  • 350 gr acqua tiepida ( aggiungetela poca per volta, non sempre serve tutta)
  • 2 cucchiai olio evo
  • 1/2 bustina lievito liquido Lievital o 50 gr di pasta madre
  • rosmarino tritato q.b
  • 1 cucchiaino di malto

Impasto con lievito chimico:
mettere nell’impastatrice tutti gli ingredienti, per ultimo il sale, e cominciate ad impastare, aggiungete l’acqua molto lentamente, una volta che avrete ottenuto un composto liscio ed elastico continuate ad impastare alla velocità minima per un quarto d’ora, dopodichè formate una palla e mettetela a lievitare, coperta con un telo umido, nel forno scaldato e poi spento. Una volta raddoppiata di volume stendete un canovaccio, metteteci sopra della carta forno e poi adagiatevi la pasta, avvolgete e fate lievitare nuovamente ( circa mezz’ora per ottenere il doppio del volume), a questo punto preriscaldate il forno a 220°, trasferite la pagnottina sulla teglia con la carta forno, togliendo il canovaccio ( fate ciò lentamente altrimenti si sgonfia), incidete la superficie con tagli trasversali, spolverate con farina, e poi infornate per 15 minuti a 220° e poi per altri 15 a 180°.

Impasto con pasta madre:
nell’impastatrice fate sciogliere la pasta madre con un pò d’acqua, e metà dose di farina, impastate alla velocità minima per un quarto d’ora abbondante, dopodichè mettetela a lievitare, coperta con un telo umido, nel forno scaldato e poi spento per circa un’ora . Trascorso il tempo riprendete l’impasto, aggiungete tutti gli altri ingredienti, per ultimo il sale, impastate nuovamente a lungo e poi mettete in frigo per tutta la notte. La mattina successiva lasciate l’impasto fuori un’ora, poi stendetelo sulla spianatoia infarinata e dategli la forma di un rettangolo piegate in tre, girate di 180° e piegate nuovamente. fate lievitare in luogo caldo per mezz’ora, poi riprendete l’impasto, dategli la forma di pagnotta, mettetelo sulla carta forno a sua volta messa sul canovaccio, avvolgete e fate lievitare fino al raddoppio. Prima di infornare incidere la superficie del pane con tagli trasversali e togliere il canovaccio.

N.B: se pensate di consumarlo in giornata lasciate pure la pagnotta intera, eventualmente se è per la sera basterà passarlo un attimo in forno se lo preferito caldo e croccante, altrimenti se lo consumate il giorno dopo conviene tagliare il filone in due e metterlo in una busta di tela o di carta, il giorno dopo rimetterlo in forno per qualche minuto et voilà pane come appena sfornato. Questo accorgimento serve perchè altrimenti l’umidità imprigionata sotto la crosta con il passare delle ore rende il pane meno croccante. ( Sorelle Simili docet!!).

E adesso veniamo a questo pensiero gentilmente passatomi da Pagnottella:
Le regole per ritirare il premio sono:
scrivere 8 cose che ci prefiggiamo di fare, assegnare il premio ad 8 blog, linkandoli.

I miei propositi:

  1. iniziare il corso di pilates
  2. mettere a posto ( veramente in ordine) lo studio ( soprattutto) e tutto il resto della casa finendo tutte le rifiniture!!
  3. dondolarmi in veranda con un buon libro
  4. comprare il dondolo ( altrimenti il punto prima non si realizza!!)
  5. telefonare a Stefy che non sento da un pò
  6. aspettare con pazienza le ferie
  7. contare fino a dieci quando mi arrabbio prima di aprire bocca
  8. mettermi a dieta ( sigh!)

Passo questo premio a : Elisa, Aurelia, Sally, Elle, Laura, Sweetcook, Verdelime e Elga.

Devo ringraziare anche Morena del blog ” Menta e cioccolato” per il premio che mi ha assegnato ” Blog goloso” , non so perchè, ma non riesco ad inserire l’immagine, la potete vedere qui (almeno spero!!).
Lo giro a tutti i blog che ho sulla rollbar che non l’hanno ancora ricevuto…perchè sono tutti supergolosi e non saprei chi scegliere.

Frittelle di San Giuseppe…..con meme

Vi presento le fritelle di riso più buone, ma che più buone non si può e ovviamente chi poteva fare questa specialità se non la mia mammina???
Croccantine fuori, morbidissime dentro, senza la minima goccia d’olio…oserei dire libidinose se mangiate calde, appena rotolate nello zucchero ( occhio alle ustioni, però!) e accompagnate da un vin santino dolce dolce…umhh…peccato che siano finite…:-(..meglio non pensarci e passare agli ingredienti….ma prima…Tanti auguri al mio babbino..

riso 500 gr
latte 1 litro
1 bustina di vaniglina
1 bustina di lievito
2 uova
4 cucchiai di zucchero più quello che serve per rotolarle una volta fritte
3 cucchiai di farina
vin santo 1 bicchierino piccolo
olio per friggere

un pizzico di sale

Preparazione: fate cuocere il riso nel latte con la buccia di limone ed un pizzico di sale fino a quando non avrà assorbito tutto il latte e sarà cotto bene. Poi toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare, togliete la buccia del limone, a questo punto unite il vinsanto, le uova, la farina, lo zucchero, il lievito e la vaniglina. Dovrete ottenere un impasto morbido morbido che verserete a cucchiaiate nell’olio bollente, una volta dorate scolatele con il mestolo forato, mettetele su carta da cucina assorbente e poi rotolatele sullo zucchero semolato. Servire in giornata, se possibile tiepide…

E adesso veniamo al compito che mi ha assegnato Manu ( e che svolgo un pò in ritardo..) che consiste nel dichiarare quali sono le 5 cose ( non in ordine di importanza) a cui non saprei rinunciare ………………….

  1. i libri
  2. alla pasta e ai dolci
  3. alle borse
  4. alla doccia bollente
  5. al mio lavoro ( ebbene si!)

Passo questo meme a:
Gunther, Patty53, Fantasie, e Rossa di sera….così ci conosciamo un pò meglio…

La prima raccolta delle olive

Asilo asilo salvezza e sventura delle mamme…da quando il piccolo va al nido riporta tutto un pò e per fortuna ( almeno questo) a lui passano in un batter d’occhio ( speriamo duri), ma a me si manifestano in tutto il loro splendore. Sarà che da quando non lavoro più in ospedale le mie difese immunitarie si sono notevolmente ridotte, prima per anni erano state messe a dura prova con malati di ogni genere, adesso, invece, vedo tutte persone che stanno relativamente bene e quindi io mi becco di tutto di più….Fatto sta che questa volta mi sono persa la prima raccolta delle mie olive…si perchè fra poco ci trasferiremo nella nuova casa, dove appunto abbiamo anche qualche pianta di olivo e lo scorso fine settimana mentre io stavo a letto, maritino, mamma, suocero, nonna e zio si sono improvvisati bucolici ( era la prima volta per tutti) e dopo vari incidenti tipo la rete che non presa cade con tutte le olive sparse fra l’erba….arrampicate maldestre…e qualche bestemmia in puro stile toscano…sono riusciti a spogliare tutte le piante e adesso siamo in attesa di gustare la bruschetta con il nostro olio!! Solo domenica mattina sono riuscita ad andare un’oretta a vedere cosa facevano e a scattare qualche foto…vabbè sarà per il prossimo anno…