Lingue di gatto

lingue di gatto

Ultimo post prima della nascita del piccolo, ormai mancano meno di due giorni!!! 

La pancia tira tantissimo, tutto è pronto per accoglierlo…io ancora non ho fatto bene mente locale a come sarà rivoluzionata la mia vita, visto che ormai Luca è pienamente autonomo ed è stato sempre buonissimo ( in casa lo chiamiamo ” il Santo” e con questo vi ho detto tutto…) visto che tutti dicono che il secondo non è mai come il primo!! Ma noi siamo fiduciosi e speriamo che ci stupisca in positivo :-) Per il resto ci riadatteremo a poppate notturne, pannolini e bagnetti…del resto non sono niente rispetto alla gioia che questi esserini piccoli ed indifesi portano con sé!

Continuate ad inviarmi le vostre ricette per la “Eat Parade” fino a domani aggiornerò la lista, poi tranquille, appena avrò un minuto mi metterò in pari con quelle che avrete spedito nel corso della settimana…Vi lascio con la ricetta di questo conosciutissimo biscotto, che credevo aver postato tempo fa ed invece no. Così visto che ieri li ho rifatti per accompagnarli ad un semifreddo colgo l’occasione. La ricetta me l’ha data anni fa una mia amica, Giuliana, che aveva seguito un corso di cucina ed una sera la trovai a creare delle coppette con questa pasta…rimasi affascinata, all’epoca ero ventenne e muovevo i primi passi in cucina, ma sempre con piatti molto semplici e questi mi sembrarono delle creazioni difficilissime!! Ma lei mi incoraggio e ricordo che quando li provai rimasi soddisfattissima della mia creazione e da allora non ho mai più comprato lingue di gatto!!Vi assicuro che anche voi, se li proverete non li comprerete più, la differenza c’è e si sente, anche se questi temono l’umidità, quindi una volta freddi, se avanzano chiudeteli in una scatola ermetica e consumateli nel giro di qualche giorno, altrimenti tendono ad ammosciarsi. Ottima ricetta anche per riciclare gli albumi!

Continue reading

Tartufini panna, nutella e cocco

tartufini
Come ogni anno per il compleanno di mio cognato qualcosa di dolce lo preparo sempre…quest’anno è stata la volta della Torta ciocco-menta, delle palline di Mattia ( che a dir la verità non mancano mai!) e di questa new entry…

In realtà volevo preparare qualcosa di simile ai ” Raffaello”, ma quando sono andata al super ovviamente ho lasciato la lista della spesa e così il cioccolato bianco è rimasto lì! Ormai a casa ho dovuto ripiegare in altro modo visto che qualcosa al cocco lo volevo fare, perché a lui piace, potevo rifare i baci di dama al cocco, ma sono troppo laboriosi e non avevo tempo e così ho pasticciato un po’ ad occhio e alla fine sono venuti fuori questi!


Ingredienti:
panna vegetale Hoplà 250 ml ( in alternativa 250 ml di panna + 1 cucchiaio di zucchero a velo)
generosa quantità di nutella
genorosa dose di cocco rapè + q.b per ricoprirle

Preparazione:
nella planetaria montare la panna vegetale ( non aggiungere zucchero perché già lo contiene) una volta pronta aggiungere il cocco a cucchiaiate fino a raggiungere una consistenza media ( diciamo 4-5 cucchiai colmi) infine versate la nutella ( fatta sciogliere un po’ nel microonde) tanta quanto serve per scurire il composto ( e comunque assaggiate secondo il vostro gusto…io abbondo).
Sia la nutella che il cocco andranno amalgamati alla panna con movimenti dal basso verso l’alto per non smontarla. A questo punto mettete in frigo il composto per una mezz’ora ( anche se vi sembrerà troppo morbido non aggiungete altro cocco perché in frigo si rapprenderà e comunque farete sempre in tempo ad integrarlo).
Trascorsa la mezz’ora riprendete il composto, con l’aiuto di un cucchiaino formate delle quenelle e rotolatele in un piatto dove avrete versate altro cocco. Rimettere in frigo per almeno due ore prima di servirle!

 

Insalata russa con maionese pastorizzata

L’insalata russa è un piatto freddo, tipico della cucina russa e piemontese e oggi comune nella cucina italiana. In passato veniva servito come antipasto nei giorni di festa, ma ormai lo si utilizza spessissimo anche per pranzi o cene informali durante le calde serate estive. A seconda del luogo cambia nome e composizione, ad esempio in Francia è denominata ” Insalata Piemontaise”, in Germania ” Insalata all’Italiana”, in Russia ” Insalata alla francese o insalata Olivier”.
Su Wikipedia si legge che in realtà fu creata intorno al 1860 da Lucien Olivier nelle cucine del ristorante “Hermitage” di Mosca, ma la ricetta iniziale era totalmente diversa da quella dei giorni nostri,  in origine, infatti, comprendeva carne fredda, lingua fredda, salsiccia, prosciutto, tartufo, capperi e filetti di acciuga, il tutto unito con dell’aspic. Per questo,  vista la quantità di materie prime e la “pesantezza” veniva riservata ai giorni di festa…Oggi la ricetta è completamente stravolta e prevede solo tre tipi di verdure ( con predominanza della patata) e la maionese ad amalgamare il tutto, anche se in Piemonte, ad esempio, aggiungono uovo sodo, cetriolini etc

A me piace prepararla alla maniera classica, con carote, patate e piselli, il tutto amalgamato da una maionese home made. Adesso mi piace molto, in passato no, mi ricordo che da bambina alla cena di Natale era immancabile, ma io dopo una forchettata ne ero già sazia!! E voi cosa ci mettete?

Prima di avere il Bimby non l’avevo mai preparata, perchè confesso che una cosa con la quale proprio non vado d’accordo è la maionese, le poche volte che ho tentato è sempre impazzita ed uno dei motivi per cui mi sono avvicinata al mitico robbottino è stata anche questa, il fatto che in due minuti fa una maionese da urlo…Questa ricetta poi è perfetta per l’estate perchè pastorizzando le uova non si corre il rischio di contaminazioni ed inoltre si conserva per qualche giorno tranquillamente.

Ma veniamo alla ricetta…
Ingredienti:
700 gr di acqua
20 gr di aceto
sale q.b.
400 gr di patate
300 gr di carote
350 gr di piselli freschi o surgelati

x la maionese pastorizzata:
30 gr di aceto di mele
1 cucchiaino di sale
150 gr di olio evo ( se preferite potete utilizzare l’intera quantità con un solo tipo di olio)
150 gr di olio di semi di ottima qualità
2 uova intere

In alternativa potete utilizzare maionese già pronta.

Preparazione con il Bimby:
versare nel boccale l’acqua, l’aceto ed il sale. Tagliare a dadini più o meno delle stesse dimensioni le patate e le carote, disporle nel vassoio del varoma e farle cuocere 20 minuti temp Varoma vel 1 dall’arrivo a temperatura e comunque a metà cottura girate con un cucchiaio le verdure ed assaggiatele prima del termine del tempo, devono rimanere croccanti, non stracotte.
A cottura ultimata togliere le verdure e lasciarle raffreddare. Nel frattempo preparare la maionese:
inserire nel boccale pulito ed asciutto l’aceto ed il sale 3 min.100° vel 1, poi a Vel 4 inserire le 2 uova precedentemente rotte in un bicchiere, fare andare x 20 sec. a questo punto, con il misurino inserito aggiungere l’olio a filo a vel.7 per il tempo necessario ad incorporarlo tutto.
Una volta pronta la maionese aggiustate le verdure di sale e amalgamatele con la maionese. Riponete in frigo coperta da pellicola. Volendo potete metterla in stampi singoli o con forme particolari, basterà tenerla in frigo per qualche ora per avere la forma desiderata.
 
Preparazione manuale:
Cuocere a vapore le verdure tagliate a cubetti regolari per circa 20-25 minuti, in alternativa bollirle in acqua salata acidulata con  aceto. A metà cottura girate con un cucchiaio le verdure ed assaggiatele prima del termine del tempo, devono rimanere croccanti, non stracotte. A cottura ultimata togliere le verdure e lasciarle raffreddare. Poi amalgamarle con la maionese, aggiustare di sale e riponete in frigo coperta da pellicola. Volendo potete metterla in stampi singoli o con forme particolari, basterà tenerla in frigo per qualche ora per avere la forma desiderata.

Preparato per soffritto

Quando si va di corsa anche un minuto risparmiato è prezioso, e quando si deve preparare il soffritto ci vuole più di qualche minuto perchè la verdura va pulita e tagliata. E allora con il mitico Bimby ho preparato anche questo, ma va bene anche un semplice mixer.

Lo potete conservare  o congelato nelle vaschette del ghiaccio ( così avrete le monoporzioni) oppure come faccio io direttamente in un vaso in frigo sempre coperto di olio, così potrete dosarlo facilmente in base alle necessità o  preparare più vasetti e sterilizzarli.
Rispetto al soffrito classico c’è anche il pomodoro per dare colore…comunque lo potete adattare come più vi piace, magari aggiungendo salvia,  rosmarino anche in base alla stagione. Inoltre c’è il sale per favorirne la conservazione, quindi ricordatevi di assaggiare prima di salare…

Ingredienti:

250 gr.di cipolle
20 gr. aglio (a piacere aumentare o diminuire o omettere)
100 gr. di sedano
250 gr. di carote
250 gr. di pomodori ( freschi, pelati, passata)
120 gr. di sale grosso
un mazzetto di prezzemolo
qualche foglia di basilico
olio extra vergine di oliva q.b.
Preparazione con il Bimby:
inserire tutti gli ingredienti  puliti e tagliati a pezzettoni nel boccale insieme al sale, tritare 30 sec. vel.7-8 se lo preferite più fino a vel 10 per 15 sec.
Versare il trito ottenuto in vasetti di vetro coperti con  l’olio, chiudere e sterilizzare ( avvolgere i barottili in canovacci, porli in una pentola, coprire per oltre 4 cm dal tappo con acqua, portare  ebolizzione e poi far bollire per 20 minuti, dopodiche spengere e lasciare raffreddare completamente i vasi nell’acqua ) una volta aperto lo dovrete conservare in frigorifero  sempre coperto con l’olio, in questo modo si conserverà per mesi.
Preparazione con il mixer
inserire un pò alla volta tutti gli ingredienti  puliti e tagliati a pezzettoni nel mixer insieme al sale, tritare fino alla grandezza desiderata.
Versare il trito ottenuto in vasetti di vetro sterilizzati coprire con l’olio, chiudere e sterilizzare ( avvolgere i barottili in canovacci, porli in una pentola, coprire per oltre 4 cm dal tappo con acqua, portare  ebolizzione e poi far bollire per 20 minuti, dopodiche spengere e lasciare raffreddare completamente i vasi nell’acqua ) una volta aperto lo dovrete conservare in frigorifero  sempre coperto con l’olio, in questo modo si conserverà per mesi.