Bottoni alla nutella con smarties

bottoni alla nutella2
Lunedi cercavo qualcosa di diverso per la merenda di Luca, in genere alterno una merenda più sana (tipo pane/olio, pane/pomodoro/ frutta etc) con una merenda più golosa e siccome per lui merenda golosa corrisponde a nutella/cioccolato, cercando nel sito del Bimby mi sono imbattuta in questa di Monica, pochissimi ingredienti e cottura velocissima.
Non ho modificato nulla, a parte aggiungere uno smarties su ognuno ( tanto per continuare a consumare le scorte della Befana...) Risultato approvato a pieni voti, biscottino morbidissimo…unica pecca spariscono alla velocità della luce!!
Al solito trovate anche la versione senza Bimby…

Continue reading

Cornetti semintegrali al miele a lievitazione naturale

cornetti al miele4
La pasta madre mi sta dando grandi soddisfazioni ed appena ho un po’ di tempo  la metto subito al lavoro, questa ultimamente è diventata la colazione del fine settimana perché è una ricetta leggera con pochissimo burro, ma soffice e delicata nel sapore.
Questa volta ho deciso di cambiare farcia, usando il miele di acacia e di aggiungere un po’ di farina integrale. Ne ho messa poca, perché non l’avevo mai usata con la pasta madre e avevo paura che poi non lievitassero come si deve ed invece è andato tutto bene, sapore ottimo.
Il miele, non rimane all’interno della brioche come in quelle del bar, ma in parte viene assorbito dall’imposto ed in parte fuoriesce, nonostante avessi fatto un risvolto per arginarlo,  però devo dire che è andato in questo modo a nappare le brioches lasciando un gusto piacevolissimo.

cornetti al miele3

Ingredienti:
160 gr di pasta madre  
80gr di latte
60 gr di zucchero di canna
un uovo codice 0
250 gr di farina 00
50 gr di farina integrale
40 gr di burro 
5 gr di sale
scorsa di un limone
miele di acacia q.b.
Procedimento:
far sciogliere il burro a fuoco basso insieme alla buccia del limone in modo che si aromatizzi, poi lasciarlo freddare; nel frattempo fare un bagnetto  alla pasta madre rinfrescata  con 2 gr di zucchero per litro d’acqua per circa per 20-25 minuti;  poi strizzarla delicatamente e metterla nella planetaria  insieme al latte e allo zucchero, far sciogliere ben bene poi aggiungere a più riprese le farine, l’uovo, il pizzico di sale ed il burro aromatizzato ormai freddo. Fare incordare bene bene poi formare un panetto, coprire con un panno umido e lasciare lievitare per 2 ore nel forno preriscaldato a 50° e poi spento.
Trascorso il tempo riprendere l’impasto, stenderlo con il mattarello cercando di non lavorarlo troppo con le mani, formare un cerchio, dividere a spicchi, formare i cornetti farcire con un cucchiaino di miele ( senza eccedere), spennellare la superficie con altro miele (questa volta fatto sciogliere un po’ nel micro) e  completare la lievitazione per 12 ore; cuocere a 180° gradi per 20/25 minuti o comunque fino alla doratura desiderata.
cornetti al miele

Brioches con cioccolato a lievitazione naturale

cornetti
 
Era da tanto che non riesumavo la mia pasta madre, poi la sera di Halloween ho assaggiato l’olio “novo” insieme al pane a lievitazione naturale fatto da Sandra e così mi è presa una gran voglia di risvegliare la ” Signora“…
 
La prima ricetta fatta sono stati questi cornettini al cioccolato, ricetta sempre di Sandra, che ci sono piaciuti moltissimo.
All’impasto ho aggiunto buccia d’arancia, cioccolato a scaglie e in pepite irregolari, in modo che durante la lavorazione si mischiasse bene e qualche pezzetto volutamente più grosso scrocchiasse sotto i denti…ma voi potrete sbizzarrirvi come vorrete.
Sorprese che non ho messo nutella vero? Ma un motivo c’è…perché già in quest’altra ricetta l’avevo usata!!
Anche stavolta ho optato per la forma a cornettino, ma va bene anche a saccottino o a panino come più vi piace.

Il gusto di questi cornetti è poco dolce proprio per far apprezzare il ripieno, inoltre, anche se contengono poco burro ( aspetto da non sottovalutare;-)) si mantengono benissimo anche per il giorno dopo (oltre non sono andati…finiti praticamente in un lampo) basterà conservarli in un sacchettino di plastica e passarli qualche minuto in forno per farli tornare come appena sfornati.


Ingredienti:
160 gr di pasta madre  
80gr di latte
50 gr di zucchero
un uovo codice 0
300 gr di farina 00
40 gr di burro 
5 gr di sale
scorsa di un’arancia
2 quadrotti di cioccolato fondente

Procedimento:

far sciogliere il burro a fuoco basso insieme alla buccia d’arancio in modo che si aromatizzi, poi lasciarlo freddare; nel frattempo fare un bagnetto a 38° alla pasta madre (che avrete rinfrescato)  con un cucchiaio di zucchero per mezz’ora poi strizzarla delicatamente e metterla nella planetaria  insieme al latte e allo zucchero, far sciogliere ben bene poi aggiungere a più riprese la farina, l’uovo, il pizzico di sale, il burro aromatizzato ormai freddo ed infine il cioccolato, fare incordare bene bene poi formare un panetto, coprire con un panno umido e lasciare lievitare per 2 ore nel forno preriscaldato a 50° e poi spento.
Trascorso il tempo riprendere l’impasto, stenderlo con il mattarello cercando di non lavorarlo troppo con le mani, formare un cerchio, dividere a spicchi, formare i cornetti e  completare la lievitazione per circa 10/12 ore) cuocere a 180 gradi per 20/25 minuti o comunque fino alla doratura desiderata.

Dolce con farina di riso e gocce di cioccolato

La mia buona azione l’ho fatta comunque anche se non ho fatto in tempo a postare la ricetta entro il 16 di ottobre…però almeno sulla mia pagina fb il messaggio era passato subito, appena Stefania lo aveva chiesto!!
E dire che questo dolce lo avevo fatto in estate, ma poi fra le vacanze e le altre mille cose era passato nel dimenticatoio…soffice soffice, ma goloso… una fetta ( o più di una!!) va bene a colazione come a merenda ed in un batter d’occhio finisce! E poi è senza glutine quindi da gustare in tutta tranquillità anche con i nostri amici celiaci.



Ingredienti:
3 uova
100 gr di zucchero
300 gr di farina di riso
100 gr di gocce di cioccolato o se preferite ( come me) cioccolato fondente tagliato a coltello
100 ml di olio di semi delicato
un pezzettino di bacca di vaniglia
100 gr di yogurt ( io ho usato il Muller bianco)
1 bustina di lievito per dolci

                                                                                    
Preparazione:

separare gli albumi dai tuorli, sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio  che “scriva”. A questo punto aggiungere la farina  setacciata, il lievito, lo yogurt, la bacca di vaniglia e l’olio di semi versato a filo ed amalgamate il tutto, per ultimo aggiungete le gocce di cioccolato.
A parte montate gli albumi a neve e poi incorporateli al composto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.

Preriscaldate il forno a 180°, versare l’impasto in una tortiera foderata con  carta forno e infornate circa 35 minuti ( se il dolce dovesse scurirsi troppo, abbassate a 160° la temperatura), prima di sfornarlo verificare la cottura con la prova stecchino: se esce asciutto e pulito, significa che il dolce è cotto, altrimenti lasciatelo qualche altro minuto.
Lasciatelo raffreddare poi servitelo così o guarnito con zucchero al velo o ” ricamato” con il topping al cioccolato!!

Ice-cream bread

Buongiorno! Anche se il tempo non è dei migliori, anzi questa mattina presto è piovuto moltissimo, ma è sabato e quindi abbiamo poltrito fino a tardi  perché il cucciolo non va a scuola!!

E poi una bella colazione…stamattina con il plum-cake di gelato al forno dell‘araba più famosa del web!!

Avevo adocchiato subito la ricetta di Stefania, quando l’aveva postata, ma era, almeno qui da noi, la prima settimana di vero caldo, tant’è che eravamo anche andati al mare tre giorni e di accendere il forno proprio non se ne parlava, anche perché i dolci così quando è caldo non mi attirano e sarebbe sicuramente rimasto lì…ma ieri…ieri è stato il giorno perfetto per tirarlo fuori dai miei cassetti della memoria!!

Infatti  ho dovuto mettere mano al freezer perché c’era scoppiata dentro una bottiglia di birra, messa lì la sera prima a freddarsi velocemente e poi dimenticata ( vi capita mai???), quindi visto che ormai avevo iniziato l’opera ho deciso di passare tutti i cassetti in rassegna ed ho trovato diversi rimasugli di gelato. Ho avuto un attimo di esitazione…perché mi dispiaceva buttarli, ma sapevo che da questo periodo in poi il gelato a casa mia praticamente non si mangia ( neanche quello home made, figuriamoci quello nei barattolini) e anche la gelatiera transita nel ripostiglio…quindi…cosa faccio?? E poi si è accesa la lampadina…ricercare il post e fare il dolce è stato un baleno ed un ottimo modo per finire tutto il gelato che avevo in frigo!!
La ricetta ripresa da Taste of Home dalla Stefy,  prevedeva un solo tipo di gelato, io avendo tipi diversi ho fatto un mix, non so come sia il risultato nell’altro modo, ma in questo non è stato niente male. Anche perché avendo usato anche le barrette gelato con le arachidi ed il mou, in alcune parti il dolce è risultato croccantino ed in altre cremoso. Insomma un’ottima ricetta anche per riciclare.


Ingredienti ( per uno stampo da plum-cake da 25×11 cm)
500 g di gelato meglio se a base cremosa (x raggiungere il peso io ho utilizzato i rimasugli che avevo in freezervale a dire: gusto cioccolato e torroncino, gusto: cioccolato e 2  barrette Snickers)

180 g di farina
2 cucchiaini colmi di lievito per dolci
1 cucchiaio di zucchero* ( assaggiate il composto e decidete se metterlo o meno)
* Stefania nel suo post avvertiva che il dolce non era assolutamente troppo dolce e consigliava di spolverarlo con zucchero al velo, dopo averlo assaggiato, ho deciso di aggiungere direttamente un cucchiaio di zucchero.
Preparazione:
Far ammorbidire il gelato a temperatura ambiente ma non farlo sciogliere completamente. Se avete anche del gelato in barretta  come me, fatele a pezzi, poi unite farina, zucchero e lievito amalgamate bene, ma velocemente con la frusta elettrica o manualmente per evitare grumi. Infornare a 180° per circa 40-45 minuti in forno preriscaldato.

Doughnuts ( donuts) glassati al cioccolato al latte

Come promesso nel precedente post eccoci al dessert per la cena in stile fast food…Era da tanto che volevo questa caccavellina, anche se, diciamocelo pure,  potevo farne a meno, perchè volendo le ciambelline di Homar Simpson si fanno anche senza, ma quanto mi piace avere la cucina ed il ripostiglio zeppo di utensili ed elettrodomestici solo chi mi conosce lo sa…però a mia discolpa posso dire che li uso tutti, non sempre, ma li uso!!
Quindi quando Laura sulla sua pagine fb ha segnalato che a Lidl ci sarebbe di nuovo stata questa piastra mi ci sono fiondata immediatamente e appena accaparrato il bottino l’ho messa  al lavoro…50 ciambelline una dietro l’altra…mignon… cosicché il peccato non sembra neanche di farlo anche se in questa maniera se ne mangiano una quantità inimmaginabile!! Ricordiamoci però che non sono fritte ( come prevederebbe la vera ricetta)  quindi qualcuna di più è concessa…:-)
Ho provato due ricette, la prima presa dalla fretta mi sono resa poi conto essere per quelli fritti, ma comunque piastrati sono venuti bene lo stesso anche se un pò più zeppi , la seconda, invece migliore era semplicemente sul  manuale, bastava guardare con calma!! Con questa ricetta vengono delle ciambelline sofficissime e morbidissime.
Riporto entrambe le ricette in questo modo sia che abbiate oppure no la caccavella le ciambelline potete comunque addentarle!!
Ingredienti per doughnuts alla piastra:
  • 260 gr di farina 00
  • 130 gr di zucchero
  • 120 ml di latte
  • 3 uova
  • 5 cucchiai di olio di semi
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • zucchero al velo a piacere
  • scorza di limone o arancia oppure vaniglia
Procedere come per i muffin e cioè unire in una ciotola tutti gli ingredienti secchi e in un’altra quelli liquidi, poi versare il liquido sulla parte solida ed amalgamare velocemente fino a formare un composto liscio e senza grumi. Accendere la piastra, in 2 minuti è calda, versare circa un cucchiaio di impasto per stampo, chiudere e cuocere per 3  minuti*.
Togliere le ciambelline aiutandosi con uno stecchino o con le pinze in silicone per non graffiare la piastra.
A questo punto io le ho glassate con del cioccolato al latte ( proveniente dai rimasugli dalle uova di Pasqua :-)) sciolto a bagnomaria e poi le ho cosparse con zuccherini colorati, ma potete sbizzarrirvi come più vi piace, anche nappate con lo sciroppo d’acero non sono niente male. 
ps: su Giallo Zafferano, l’utente Behemot consiglia questa idea furba: “…per versare velocemente l’impasto  usare una bottiglietta di acqua da mezzo litro con il  tappo “squeezable” (quello delle bottigliette per  bimbi, con la “membrana” che strizzando la bottiglia fa uscire i liquidi). Io l’ho provata e devo dire che è un metodo efficacissimo, non si sporca nulla e va giù la giusta quantità.

Ingredienti per i doughnuts fritti presa da qui:

- 10 gr di lievito di birra
- 30 ml di acqua tiepida
- 175 ml di latte tiepido
- 40 gr di burro
- 1 uovo
- 1 cucchiaino di sale
- 45 gr di zucchero
- 370 gr di farina
- 400 ml di olio vegetale (per la frittura dei Donuts)

Per la Glassa:
- 75 gr di burro
- 220 gr di zucchero a velo
- una bustina di vanillina oppure succo di limone o arancia
- 80 ml di acqua calda


Per la copertura al cioccolato:

- 100 gr di cioccolato fondente in gocce o scaglie o cioccolato al latte

Preparazione:

In un recipiente sciogliere il lievito nell’acqua tiepida. Aggiungere il latte, il burro, l’uovo, lo zucchero e il sale. Miscelare gli ingredienti con l’aiuto di una frusta elettrica (anche con una frusta classica va bene) fino ad ottenere un mix molto liscio. Aggiungere metà della farina e miscelare per altri 30 secondi, o comunque finchè non sarà ben amalgamato il tutto e privo di grumi.
Aggiungere la restante farina e finite di impastare a mano.

Lasciate l’impasto nel recipiente e copritelo con un canovaccio. Lasciate riposare per circa un’ora in un luogo tiepido, a fine lievitazione il volume dell’impasto dovrà risultare raddoppiato.

Su una spianatoia, stendete l’impasto fino ad ottenere una sfoglia con lo spessore di 1,5 cm.

Se non avete uno stampino per ciambelle per ritagliare i Donuts, potete usare strumenti che sicuramente avete in casa. Ad esempio lattina di pomodori pelati, svuotata e lavata, andrà benissimo.

Ritagliate dalla sfoglia tutti i donuts, ora per creare il buco al centro usate il tappo di una bottiglia da 1,5 litri di acqua.

Lasciate le ciambelle ottenute sulla spianatoia ben infarinata, copriteli con un canovaccio e lasciateli riposare per altri 45 minuti circa, in modo da far terminare la lievitazione.

In un recipente adatto per friggere, con i bordi abbastanza alti, fate scaldare molto bene l’olio vegetale (semi vari, arachidi, girasole, friol, etc…).

Iniziate a friggere un Donut alla volta, cuocendolo per circa 30 secondi oper lato o comunque finchè la superficie sarà ben dorata, quindi togliete dall’olio e mettete su fogli di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

Per la glassa classica  in un recipiente unire e miscelare energicamente il burro con lo zucchero a velo, quindi unire la vanillina o il succo di limone o arancia ed infine l’acqua calda ( meno quantità se avrete utilizzato il succo deglia grumi). Continuare a miscelare fino ad ottenere un composto uniforme e liscio. Versare sui donuts, lasciare asciugare.
Per la glassatura al cioccolato procedere come spiegato nella versione ” cotti alla piastra” più sopra.


Brioches col tuppo

Sempre viste, mai assaggiate, fino allo scorso anno a Taormina, perchè credo che una ricetta tipica debba essere assaggiata, possibilmente, dove nasce e così è stato. Gustata nel più classico dei modi: pucciata nella granita al caffè sormontata di panna, che se me lo avessero detto non ci avrei mai creduto ed invece è buonissima come colazione…
Innamorati immancabilmente della cucina siciliana,  quando siamo tornata dalla vacanza abbiamo scovato un ristorantino tipico a Roma, “ Capricci siciliani“, frequentato ormai assiduamente negli utlimi mesi, perchè hanno una cucina tipica strepitosa e non sazi un bar altrettanto tipico, ” Il catanese” vicino a Piazza Cavour, dove si può iniziare la giornata con una brioches farcita alla ricotta oppure con le classiche brioches col tuppo…
 
E quindi ormai assuefatti a questi sapori, ho deciso di replicare almeno queste famose brioches, ho cercato e trovate varie ricette, ma nessuna fino in fondo mi convinceva. Perchè da ciò che ho carpito le uova non ci vanno ed invece alcune ricette le riportavano, quindi da scartare…poi altre che però avevano vari aromi artificiali e anche queste non andavano bene, insomma ho fatto un mix ed il risultato è stato ottimo, uguali uguali nel sapore ed anche molto semplici da realizzare. Principalmente le fonti sono state una ricetta di Giuseppe Deiana ed un’altra di Jenys82 ( utente Bimby).
 
Noi le abbiamo gustate farcite con gelato home made e l’immancabile nutella, ma potete provarle anche con confetture o con la granita, anche se per quella ci vuole il sole siciliano almeno per me!!
 
Ingredienti:
250 gr di farina 0
250 gr di farina 00
250 gr di latte fresco intero
50 gr di olio di mais
70 gr di zucchero
10 gr di miele millefiore
 un pizzico di  di sale
1 cubetto di lievito di birra
1 tuorlo sbattuto con un pò di latte
un pezzettino di bacca di vaniglia o se preferite la scorza di un’arancia grattugiata
un pizzico di zafferano ( facoltativo, io non l’ho messo) viene aggiunto per rendere l’impasto più giallo visto che non vi sono uova.
 
Preparazione con il Bimby:
Inserire nel Closed lid latte, olio di mais, lievito e zucchero 1 min. 37° vel.4.
Aggiungere tutti gli ingredienti: miele, i semi di vaniglia o la scorza dell’arancio, farina e sale impastare 1 min. e 30 sec. vel. dough mode.
Fare lievitare, nel forno preriscaldato a 50° e poi spento,  per 1 ora, coperto con pellicola.
Dividere l’impasto formando delle palline di circa 60 gr, lasciare un pò di ipasto per le palline più piccole (il “tuppo”), sovrapporre le palline piccole in quelle grandi e lasciare lievitare per altri 30 min. sempre al caldo. Prerscaldare il forno ventilato a 200°, spennellarle con il tuorlo ed il latte e cuocerle per 15min stando attenti che non si scuriscano troppo, in caso abbassare a 180°.
Preparazione manuale:
mettere la farina e lo zucchero in un recipiente oppure nella planetaria, aggiungere il latte, l’olio, il miele, i semi di vaniglia o la scorza dell’arancio ed il pizzico di sale  cominciare ad impastare, fino a formare un panetto liscio. Fare lievitare, nel forno preriscaldato a 50° e poi spento, per 1 ora, coperto con pellicola.
Dividere l’impasto formando delle palline di circa 60 gr, lasciare un pò di ipasto per le palline più piccole (il “tuppo”), sovrapporre le palline piccole in quelle grandi e lasciare lievitare per altri 30 min. sempre al caldo. Prerscaldare il forno ventilato a 200°, spennellarle con il tuorlo ed il latte e cuocerle per 15min stando attenti che non si scuriscano troppo, in caso abbassare a 180°.
 

Torta al cioccolato

Questo è uno dei dolci preferiti di Luca, non è facile vederlo mangiare dolci se non sono  ” neri” o generosamente spalmati di nutella, se non ci sono queste due opzioni  sicuramente preferisce un bel piatto di verdura cruda per la sua merenda e questa è una gran fortuna.
Lo stesso vale per la colazione a scuola, dove molto abitudinariamente va per la maggiore la ciaccia olio e rosmarino [5/10/2013 finalmente sono riuscita a postarla), a meno che la mamma non abbia fatto la torta al cioccolato e allora una bella fetta non la baratta con niente!
La ricetta me l’ha passata la mamma di una compagna di scuola di Luca anche lei Bimby addicted…ma si può fare anche tradizionalmente e vi garantisco che è molto buona anche farcita e decorata, perfetta come torta di compleanno!!

Ingredienti:
200 gr cioccolato fondente
200 gr zucchero
200 grburro
150 gr farina 00
4 uova codicie 0
1 bustina di lievito
1 banana ( facoltativa)*

* se avete una banana matura o molto matura e quindi prossima al cassonetto potete aggiungerla all’impasto, il sapore del dolce non cambia, ma l’impasto si manterrà morbido e umido per più giorni.

Preparazione con il Bimby:
Tritare il cioccolato 30” vel 8, aggiungere il burro 4′ a 50° vel 4. Aggiungere uova, zucchero ( ed eventualmente la banana tagliata a tocchetti)  vel 5 per 30”.Unire la farina 1′ vel 6 ed infine il lievito 10” vel.6.
Versare in uno stampo imburrato ed infarinato, con uno stecchino da spiedino disegnare una spirale ( in questo modo il dolce non farà la montagnetta centrale), infornare in forno già caldo, ventilato  per 50′ a 180°. Prima di sfornare fare la prova stecchino.
 
Preparazione tradizionale: fondere a bagno maria il cioccolato fondente ridotto a pezzi insieme al burro, a parte montare i tuorli con lo  zucchero poi aggiungere il cioccolato ed il burro, la farina ed il lievito ( eventualmente la banana schiacciata molto bene con una forchetta) . Per ultimi aggiungere gli albumi montati a neve ferma. Versare in uno stampo imburrato ed infarinato, con uno stecchino da spiedino disegnare una spirale ( in questo modo il dolce non farà la montagnetta centrale), infornare in forno già caldo, ventilato per 50′ a 180°. Prima di sfornare fare la prova stecchino.

N.B:

  1. Il dolce può essere anche congelato.
  2. Se lo volete utilizzare come base per un dolce di compleanno vi consiglio di dividerlo a metà, bagnarlo con latte e cacao, spalmarlo con uno strato di nutella a sua volta ricoperta da uno strato di panna  montata ( leggera eh…:-))) e poi decorarlo con panna montata colorata e zuccherini!
  3. Per un dolce da farcire o se semplicemente vi piace bello alto utilizzate come me uno stampo da 24 cm, così verrà circa 6 cm di altezza.

Torta di mele con farina di castagne

In questi giorni ho visto tante torte di mele  e siccome è uno dei miei dolci preferiti mi è presa voglia di farne una ma… in casa non piace tanto quanto a me e allora visto che avevo un avanzo di farina di castagne e che i dolci come il castagnaccio o questo, piacciono ho pensato di fare un mix e vedere cosa poteva venire fuori…
Il risultato è una torta di mele rustica e particolare, non il classico dolce con tantissime mele, ma un sapore diverso come solo la farina di castagne sa dare, in questo modo ho accontentato tutti anche se io sogno una bella fetta di torta di mele alla panna nappata con crema inglese…e ora che ci penso questa delizia non l’ho acora postata quindi prossimamente arriverà perchè un dolce così merita di essere condiviso.

Ingredienti:

3 uova codice 0
150 gr di farina di castagne
100 gr di farina 00
70 gr di burro 
150 gr di zucchero
1 bustina di lievito vanigliato
1 bicchiere di latte
2 mela
la buccia di un limone grattugiata
succo di limone q.b.
zucchero al velo per guarnire
Preparazione:
Affettare con una mandolina la mela a fettine sottili, irrorarla con il succo di un limone per non farla annerire e metterla da parte. Sbattere le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungere le farine setacciate, la buccia grattugiata, il burro fuso, ma freddo e per ultimo il lievito, amalgamare molto bene il tutto poi aggiungere metà fette di mele lasciando l’altra metà da parte per decorare la superficie.
Imburrate uno stampo non troppo grande versateci il composto, livellate bene ricoprite con le mele messe da parte, pressate la superfice con il dorso di un cucchiao e cospargete con un pò di zucchero. Infornate a 160°-180° a secondo del forno per circa 40 minuti, se dovesse scurirsi troppo coprite il dolce con un foglio di carta allumino e proseguite la cottura. Prima di sformarla fare la prova stecchino.
Servire fredda spolverata con zucchero a velo.

Biscotti di Babbo Natale

La ricetta di per sè non ha niente di speciale, anzi per l’ingrediente principale direi che molti amici di blog potrebbero persino risentirsi, ma diventa speciale, anzi specialissima perchè l’ho fatti , anzi li ha praticamente fatti uno chef pattisier straordinario…il mio Luca…che li ha preparati con tanto tanto amore per lasciarli a Babbo Natale con un bel bicchiere di latte…
Credo che il vecchio signore barbuto li abbia graditi,  alla mattina erano spariti tutti…neanche una briciola :-)
Ingredienti:
farina 400 gr
Nesquik 125 gr
burro 250 gr
zucchero 200 gr
1 bacca di vaniglia o 1/2 bustina di vaniglina
2 uova
smarties
Preparazione:
mescolare il burro con lo zucchero, aggiungere poi le uova, i semi di vaniglia o la vaniglina, e infine farina e Nesquik, lavorare velocemente, formare una palla, avvolgerla nella pellicola trasparente e mettere in frigo per 30 minuti abbondanti. Dopodichè stendere la pasta con il mattarello tra due fogli di carta forno, ritagliare la forma desiderata, decorarli con gli smarties ed informare a 180° per 7/8 minuti, non di più altrimenti si altera il sapore ( quando li sfornerete potrebbero sembrarvi crudi, ma freddandosi si asciugano). Se decidete di appenderli fare un foro su ciascun biscotto prima di infornarli.

Se vi piacciono i dolci con gli smarties o le m&m’s provate anche questo dolce…favoloso..!