Plumcake al limone – ricetta dolce

Print Friendly

Eccomi con questa geniale ricetta che mi ero segnata già da un po’ e che finalmente sono riuscita a replicare. L’originale è di Milena, quindi una garanzia, ma vi ho apportato qualche lieve modifica un po’ per una questione di tempi, un po’ perchè lei utilizza la crème fraiche che io proprio non sono riuscita a trovare e che ho sostituito con dell’ottimo yogurt greco. La vera scoperta sono stati i limoni caramellati, una delizia semplicissima da realizzare ma che sicuramente impiegherò in qualche altra ricetta. Stay tuned amici :)

Plumcake al limone

Ingredienti per uno stampo da plumcake 25 x 8 cm :

Per i limoni caramellati:

3 limoni non trattati
250 ml di acqua
125 g di zucchero semolato

Per l’impasto del plumcake:
210 g di farina 00
75 g di burro
250 g di zucchero semolato
3 uova codice 0
110 g di crème fraiche ( io 110 g di yogurt greco)
la scorza di 1 limone non trattato
1/2 bustina di lievito chimico per dolci
1 pizzico di fior di sale
25 g di rum o limoncello ( io non avevo in casa nè uno nè l’altro e quindi l’ho omesso 😉  )
120 g di limoni caramellati

Per la bagna al limone:
60 g di succo di limone
120 g di zucchero semolato
125 ml di acqua

Procedimento:

Il giorno prima della realizzazione del plumcake al limone preparate i limoni caramellati. Lavateli bene e asciugateli con un canovaccio pulito, quindi tagliateli a fettine spesse 2 mm e tenete da parte. In una casseruola larga unite acqua e zucchero e fate andare a fuoco moderato fino a quando non iniziano a comparire le prime bollicine, a questo punto tuffatevi le fettine di limone e lasciate andare dolcemente per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo, spegnete il fuoco e fate raffreddare prima di mettere la casseruola in frigo a riposare tutta la notte. Il mattino dopo prelevate 6 fettine di limone e tenetele da parte perchè serviranno per la decorazione e tagliate le fettine restanti, circa 120 g, a pezzettini piccoli. Iniziate, dunque, la preparazione del plumcake facendo fondere il burro a bagnomaria o al microonde e lasciandolo intiepidire; a parte setacciate la farina con il lievito. Montate bene con la planetaria le uova con lo zucchero, da aggiungere in più riprese, fino a quando non saranno chiare e spumose. A questo punto, sempre con la frusta in movimento, aggiungete lo yogurt greco, il burro fuso ormai tiepido, la scorza del limone tritata finemente e il pizzico di fior di sale. Con una spatola incorporate anche la farina setacciata con il lievito e i pezzettini di limone caramellato, delicatamente e sempre dal basso verso l’alto per evitare di smontare il composto. Imburrate lo stampo, foderatelo con carta forno e versatevi l’impasto; infornate in forno statico già caldo a 210 °C per 10 minuti, trascorsi i quali abbassate la temperatura a 180 °C e con la lama di un coltello incidete la superficie del dolce affinchè assuma la forma tipica; lasciate cuocere per altri 40-45 minuti, facendo alla fine la prova con lo stuzzicadenti.
Mentre il plumcake è in forno, preparate la bagna al limone, portando ad ebollizione acqua, zucchero e succo di limone. Sfornate il plumcake, toglietelo dallo stampo e ponetelo su una gratella per dolci; a questo punto con un mestolino irroratelo con la bagna precedentemente preparata, avendo cura di recuperare il liquido che cade e di riversarlo sul dolce (infatti sarà questa operazione ripetuta più volte che consentirà di ottenere una consistenza spugnosa e imbevuta simile al babà ). Lasciate raffreddare completamente e servite decorando con le fettine di limone tenute da parte.

Plumcake al limone

*nella ricetta originale, alla fine si spennella sul dolce un po’ di marmellata di limoni setacciata e diluita con acqua; ma fidatevi, anche se vi fermate all’inzuppo con la bagna (come ho fatto io) il risultato sarà da leccarsi i baffi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*