E’ autunno ed iniziano le cene in casa, quale miglior occasione per ricevere i nostri amici attorno ad una tavola piena di tigelle fumanti?

Sarà un successone sempre, prima di tutto perchè a casa non le fa mai nessuno e seconda cosa sono buonissime.

Le tigelle non sono un piatto propriamente della mia zona, io vivo vicino a Ravenna e per noi è molto difficile trovarle in un ristorante o farle in casa, nella mia famiglia invece da quando sono piccola, forse per merito di mia nonna che lavorava al mercato e li aveva trovato la tigelliera, per festeggiare un compleanno, serate in famiglia o con amici, la mia mamma preparava le tigelle e la torta al formaggio…ed ora mentre scrivo ricordo l’isola della nostra cucina con i porta torte della guzzini piene di tigelle fumanti  e la torta al formaggio dentro ad una tortiera rossa.

La tigelliera tanti anni fa l’ho comprata anche io e le tigelle sono uno dei piatti preferiti della piccola aiutante e del suo papà e soprattutto il mio salva serata con amici.

Possono essere farcite con formaggio spalmabile, casatella, squacquerone, fichi caramellati, affettati, rucola e spuma di mortadella o lardo.

Questa è la mia ricetta migliore, rielaborata fino ad ottenere la mia ricetta perfetta, fatene buon uso e fatemi sapere come sono venute…sarà un pò come essere a tavola con voi.

 

INGREDIENTI

1 kg di farina 0 (io uso la farina del Mulino Marino per pane e pizza)

1 cubetto di lievito di birra

20 ml olio di semi di Girasole

400 ml Latte intero

250 ml Panna da cucina (non quella fresca, quella a lunga conservazione se no non vengono soffici)

15 gr sale

15 gr zucchero

 

Sciogliere il lievito con un po’ di latte tiepido poi unire tutti gli ingredienti ed impastare con la planetaria fino ad ottenere una palla soffice e liscia, lasciarla lievitare 30 minuti nella ciotola della planetaria coperta da uno strofinaccio.
Sciogliere il lievito con un po’ di latte tiepido poi unire tutti gli ingredienti ed impastare con la planetaria fino ad ottenere una palla soffice e liscia, lasciarla lievitare 30 minuti nella ciotola della planetaria coperta da uno strofinaccio.

Dopo 30 minuti stendere l’impasto con il matterello con spessore circa di 1,5 cm.
Tagliare le tigelle con un coppapasta o con un bicchiere di diametro il più possibile simile allo stampo della tigelliera.

Copri i dischi con uno strofinaccio pulito e lascia lievitare almeno un’ora. Quando le tigelle saranno lievitate gonfie e soffici, riscaldare la tigelliera sul fornello mettendo se l’avete anche un frangifiamma sulla fiamma.

Cuoci le tigelle circa 3 minuti per lato girandole con una forchetta e facendo attenzione a non tenere troppo alta la fiamma del fornello, quando saranno cotte risulteranno gonfie e molto soffici.