Crea sito
  • Pizza

  • Zuppa imperiale

Patate hasselback

 Le patate Hasselback sono un piatto della cucina svedese e devono il loro nome al ristorante di Stoccolma Hasselbacken che per primo inventò questa ” fisarmonica”, hanno una stupenda crosta croccante all’esterno e dentro un cuore morbido, fantastiche.

La  prima volta che ho visto la foto di queste patate me ne sono innamorata, figura assicurata se avete ospiti, belle da vedere, facilissime da preparare e piacciono tantissimo ad i bambini.

Ingredienti per 4 persone
8 medie Patate
2 rametti Timo
1 rametto Rosmarino
q.b. Sale
40 ml Olio d’oliva
a ciuffetti q.b. Burro

Steps

Lavare benissimo le patate con la buccia sotto l’acqua corrente aiutandoti se necessario con uno spazzolino, io ho usato le patate novelle.

  

Prendere la patata e tagliare una fettina su di un lato in modo da crearle una base, prendere uno spiedino ed infilarlo a circa 1 cm dalla base della patata (servirà per bloccare il coltello quando taglieremo le fette).


Con un coltello incidere le patate in modo da creare tante fettine vicine tra loro.

In una pirofila mettere l’olio d’oliva che abbiamo preparato ed adagiarvi le patate, pulire rosmarino e timo, lavarli e preparare un trito con il sale che aggiungeremo spolverizzandolo sopra le patate, spolverizzarle di parmigiano ed infornare per 40 minuti.
Una volta che saranno pronte mettere un ciuffetto di burro sopra ad ogni patata e gratinare in forno finchè non faranno la crosticina.

 

Sfornarle e BUON APPETITO

Spezzatino di seitan alla mediterranea

Il seitan è un alimento altamente proteico che viene ricavato dal glutine del frumento tenero, e senza eccedere può sostituire le proteine d’origine animali.

Questa è una delle ricette vegetariane che preferisco, lo spezzatino di seitan  è il cavallo di battaglia delle cene con i miei amici vegetariani, di solito io uso quello alla piastra aromatizzato con alga Kombu ma per la ricetta va benissimo anche il quello naturale.

 

Ingredienti per 4 persone

2 confezioni da 2 Seitan alla piastra
1 Cipolla rossa
2 cucchiai Olive nere
6 Pomodori secchi
per sfumare vino bianco
2 cucchiai Olio d’oliva, sale e pepe
1 cucchiaino Capperi

 

Steps

Tagliare a cubetti il seitan e tagliare a fette sottili la cipolla. Preparare i capperi lavandoli sotto l’acqua corrente per togliere il sale, e tagliare le olive.
In una padella antiaderente aggiungere un po’ d’olio e far saltare il seitan precedentemente tagliato insieme a tutti gli ingredienti. Sfumare con il vino bianco e quando lo spezzatino sarà pronto servire.

 

 

Piadina Romagnola

Credo che non esista una vera ricetta della piadina romagnola, io abito vicinissimo a Ravenna, ma allontanandomi da casa di qualche Km la ricetta e l’altezza soprattutto della piadina cambia.
A Ravenna è grossa, a Cesena grande e più sottile, a Rimini e Riccione sottilissima e sfogliata, ingrediente comune è per la vera piadina lo strutto.
Semplicissima da cucinare e soprattutto molto veloce.

Ingredienti
Per 10 piadine
1 kg Farina 0
180 gr Strutto
1 cucchiaino Miele d’acacia
20 grammi Lievito per piadina
25 grammi Sale marino integrale
2 cucchiai Olio extravergine d’oliva
200 gr Latte intero
200 gr Acqua

Steps

Impastare tutti gli ingredienti ed avvolgere la palla d’impasto ottenuto in una pellicola trasparente. Far riposare 10 minuti.
Dividere l’impasto in 12 palline da circa 130-140 gr e stenderle con un matterello.

               

 


Cuocere la piadina sul testo bucherellandola con una forchetta non troppo caldo in modo che non si bruci, e non troppo freddo in modo che non rimanga cruda all’interno, se non avete il testo va benissimo in una padella antiaderente.

La piadina va mangiata calda.

 

 

Involtini di uova con asparagi

Le bancarelle dei fruttivendoli iniziano a cambiare colore, le prime fragole, asparagi, lischi compaiono sui loro banchi, l’inverno, nonostante il caldo inverno è finito e la Pasqua anche, ora, almeno per me, e’ finita qualsiasi tipo di scusa per non stare un po’ più a dieta.

L’estate è alle porte, ma che fatica, io vivrei in mezzo ai lievitati…datemi del lievito e lo trasformerò in qualche cosa di soffice e profumato, ma ora devo resistere…almeno due mesi, per me un tempo disumano ma se l’unica cosa a cui sono intollerante è il lievito di birra…ci sarà un motivo vero?

 

Ingredienti  per 2 persone

4 Uova
500 gr Asparagi
q.b. Sale e pepe
q.b. Olio d’oliva
a piacere Gomasio

Steps

 

  •   

Lavare bene gli asparagi, io di solito li lascio ammollo in una ciotola piena d’acqua, poi li scolo e li rilavo sotto l’acqua corrente.
Tagliare il gambo nella parte più chiara, quella più dura, tagliarli a metà e cuocerli in acqua dal bollore circa 8 – 10 minuti.

 

 

Intanto che si cuociono gli asparagi sbattere con una frusta in una ciotola 4 uova.

Riscaldare bene una padella antiaderente piccola, aggiungere eventualmente sulla padella un goccio d’olio e cuocere la frittata, ne vengono due.

 

 

Scolare gli asparagi e metterli da parte. Non appena le crespelle di uova saranno cotte metterle sopra un piano, tagliarle a metà, posizionare gli asparagi al centro in modo che il taglio della metà che ho fatto quando erano crudi resti verso di me, chiudere i 2 lembi della frittata, girarla ed impiattarla. D’involtini ne vengono quattro, nella foto ce ne sono tre perchè uno l’ho mangiato mentre le cucinavo 🙂
Disporre gli involtini su un piatto da portata e condire con sale, pepe e gomasio (che io metterei ovunque).

 

Torta girasole salato agli spinaci

La torta girasole salato agli spinaci è una elle prime torte salate che vidi fare ad una dimostrazione del Bimby anni fa.

E’ una torta salata tanto allegra, d’effetto, una buona scusa per riuscire a fare mangiare un po’ di verdura anche ai bambini…anche se Alice non ha “abboccato”, e farà credere ai vostri invitati di essere bravissime creatrici di fiori salati in tavola… e con un po’ di manualità anche veloce da preparare.

Questa è la mia versione dopo aver sbirciato un po’ sul sito di Chiarapassion e sul ricettario del Bimby,  per fare più velocemente ho usato 2 rotoli di pasta sfoglia già pronta ed  una busta di spinaci surgelata con formaggio, quelle tipo “4 salti in padella” eventualmente potete sostituire la busta con 450 gr di spinaci freschi o surgelati ed una mozzarella da 125 grammi…ed ora buon lavoro

Il piatto lo potete trovare QUI

Ingredients

  • Tempo di preparazione e cottura: 45 minuti
  • Serves 4
2 Rotoli di pasta sfoglia
450 gr Spinaci surgelati con formaggio
250 gr Ricotta
2 Uova
70 gr Parmigiano grattugiato
1 cucchiaio Pan grattato
2 cucchiaini Semi di papavero

Steps

PREPARIAMO IL GIRASOLE

Stendere il primo disco di pasta sfoglia con la carta da forno sopra una teglia da forno rettangolare e spolverizzare la base con il pan grattato.
Prendere l’impasto con gli spinaci e porlo in maniera circolare, aiutandovi con un cucchiaio, cercando di lasciare spazio ad i bordi ed al centro, per il centro del girasole aiutarsi magari con una tazza con diametro abbastanza ampio. Finito, togliere la tazza e mettere un po’ d’impasto anche al centro della pasta sfoglia.
Prendere il secondo disco ed adagiarlo sul primo, mettere la tazza che abbiamo usato prima nella parte centrale in modo da delimitare la parte centrale del fiore, piegare i bordi del girasole piegandoli leggermente verso l’interno e chiuderli aiutandosi con una forchetta.
Con un coltello che taglia bene o con una rotella per pizza (io ho usato la rotella) incidere l’impasto in modo da formare tanti spicchi uguali tra loro.

 
PETALI DEL GIRASOLE

Prendete l’estremità di ogni fetta e ruotatela di 45° verso di voi, in modo che esca il ripieno. Togliete la tazza e spolverate il centro del fiore con i semi di papavero.
Fate cuore la torta in forno caldo, ventilato a 220° per 25 minuti.

E’ una torta super buona e filante ed ancora più buona mangiata tiepida o fredda.

Buon appetito!!!!!

<iframe style=”width:120px;height:240px;” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” frameborder=”0″ src=”//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=mywebsite0403-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=as_ss_li_til&asins=B00PMIKBZY&linkId=9abd60ec0cddf49a4f04807553006581″></iframe>

Torta al cioccolato senza farina

La torta al cioccolato senza farina…alto tasso di cioccolato, essenza di tutte le torte cioccolatose dove una fetta tira l’altra, non troppo dolce, avvolge il palato e rende immensamente felici…l’unica torta che mangia la piccola aiutante.

Questo dolce godurioso mi è servito per festeggiare due dei nostri più cari amici che si sono sposati dopo 18 anni insieme il giorno di San Valentino, quale miglior dolce pieno di cioccolato da portare per cena per festeggiare qualche settimana dopo il loro grande giorno?

La ricetta viene da uno dei libri di Csaba “Bon Marché” e come la maggior parte delle ricette  della “divina” come la chiamiamo io e la mia amica Irene non sbaglia!

 

Ingredienti per 6 persone
200 gr Cioccolato fondente 70%
50 gr Cacao amaro
100 gr Zucchero
3 Uova
125 gr Burro
1 Cucchiaio Zucchero a velo
200 ml Panna fresca da montare

Accendere il forno a 180° C.
Imburrare uno stampo da 20 cm con cerniera, sciogliere il cioccolato con il burro in una padella antiaderente a fuoco bassissimo e mescolare con una spatola, montare le uova intere con lo zucchero con un frullino elettrico o la planetaria.

Setacciare 50 gr di cioccolato fondente e quando il cioccolato ed il burro saranno sciolti, unirlo al composto.

Unire il composto al cioccolato, al composto montato, mescolando dal basso verso l’alto, mettere nello stampo ed infornare per 25 minuti. Prepararsi al profumo di cioccolato che avvolgerà la cucina.

Una volta che la torta sarà fredda aprire la cerniera della tortiera e trasferirla sopra ad un’alzatina.

A parte montare la panna con un cucchiaio di zucchero a velo e servire la torta con panna a piacere.

Assolutamente da mangiare in ottima compagnia

 

 

Sformatino di broccoli su fonduta di parmigiano

Lo sformatino di broccoli è una di quelle ricette super veloci e d’effetto. Perfetto per uno sfizioso antipasto o una cena leggera…uno tira l’altro. Buon lavoro

Ingredients per 4 persone

2 Broccoli
80gr Parmigiano
2 Uova
un pizzico Sale e pepe
1 cucchiaio Olio d’oliva
50 ml Latte
mezzo cucchiaino Timo

 

Preriscalda il forno a 220°C
Pulisci e taglia le cime dei broccoli quindi cuocili in acqua salata bollente per 5 minuti. Scolali e mettili sotto acqua fredda corrente per fermarne la cottura.
Metti in un frullatore il parmigiano e tritalo, mettine da parte 20 gr per la fonduta.

Aggiungi al parmigiano i broccoli, 2 uova, un pizzico di sale (io uso quello integrale di Cervia che è medio fine), un pizzico di pepe, il timo ed un cucchiaio d’olio d’oliva.
Trita tutto fino ad ottenere una crema di broccoli e riempi 4 pirottini, inforna per circa 10-12 minuti a 220°C

Mentre si cuociono gli sformatini in forno, mettere nel Bimby 50 ml di latte ed il parmigiano messo da parte e far sciogliere 4 minuti a 100°C, oppure far riscaldare il latte in un pentolino antiaderente, aggiungere il parmigiano e mescolare fino ad ottenere una crema senza grumi.
Sfornare gli sformatini, versare un po’ di fonduta in un piatto fondo, ed adagiarne al centro e buon appetito!

Apple pie

L’Apple Pie è una di quelle torte a mio avviso che o la odi o la ami, e se la ami è per sempre…velocissima da preparare, invade la casa con il suo profumo di mele e cannella e da inizio ai dolci dei primi freddi, preparandola durante l’inverno tante e tante volte.

Grazie a questa torta, regina probabile di tutte le torte di mele, ho capito di amare perdutamente la cannella, e mio marito le mele cotte…
Ho chiamato la mia migliore amica e l’ho avvisata che la sera a casa sua avrei portato per cena  un’Apple Pie e che se fosse stata cattiva sarei andata di corsa a comprare il gelato

Perdetevi nel profumo di cannella che invaderà la cucina e servitela calda accompagnata da  gelato alla vaniglia o alla crema, questa è la mia versione…se vi è piaciuta, l’avete provata o volete darmi qualche consiglio vi aspetto.

La ricetta modificata è stata presa dal blog  Il Cavoletto di Bruxelles … che adoro.

Tempo di preparazione: 1 ora

Per 8 persone

Ingredienti
 
250 farina00
150 Burro
6 cucchiai Acqua
un pizzico Sale
2 kg Mele
50 Burro
50 gr Zucchero
2 cucchiai Farina 00
1 cucchiaio Cannella in polvere
Gelato alla vaniglia

Preparare la pasta per la torta con la planetaria o a mano inserendo gli ingredienti nell’ordine della ricetta, ottenuta una pasta omogenea mettere la palla avvolta della carta domo pack in frigorifero ad indurire 2 ore. palla dal frigorifero e l’ho lasciata riscaldare un po’ in modo da poterla lavorare meglio…

Sbucciare e pulire le mele, tagliarle a fettine di circa 2 cm. Mettere in una padella il burro da sciogliere, le mele, cannella, la farina e lo zucchero e mescolare.

 

Prendere la pasta, dividerla in due parti, una per la base ed una per la cupola della torta, stendere la pasta e foderare una teglia meglio in ceramica (fa più effetto apple pie) o in alluminio, comunque con i bordi svasati, la mia è di circa 20 cm
Mettere all’interno tutte le mele cotte in precedenza, adagiare sopra le mele il disco di pasta per la calotta della torta e chiudere i bordi pinzandoli con le mani, fare dei tagli sulla torta per far fuoriuscire il vapore e spolverizzare la superficie con lo zucchero.

Infornare a forno caldo a 220° C per 10 minuti poi a 170° C per 30 minuti finchè non sarà dorata in superficie.

 

Posted in Dolci, torte | Commenti disabilitati su Apple pie

Lischi con uovo in camicia

I lischi (in Romagna) o agretti o barba di frate sono delle verdure primaverili ricchissimi di proprietà depurative.

circa un anno  fa li vidi in una delle trasmissioni televisive di Giorgione che con un cestino li raccoglieva dal campo e li portava in cucina, e così dopo averli visti tante volte al supermercato mi sono convinta a sentirli e sono buonissimi. Questa ricetta è velocissima, a parte lavare gli agretti che necessita di pazienza, si prepara in un lampo.

 

Ingredienti
500 gr Agretti
4 Uova
1 cucchiaio Aceto
sale e pepe

 

Pulire i lischi eliminando la parte dura, io la taglio con le forbici, una volta puliti immergerli in una ciotola piena d’acqua, lavarli bene e scolarli.
Riempire una pentola d’acqua, salarla, mettere i lischi all’interno e dal bollore cuocere 12 – 15 minuti, poi scolarli e dividerli in due porzioni adagiandoli su di un piatto.

Preparare l’uovo in camicia, aprire un uovo e metterlo all’interno di un bicchiere, controllare che l’acqua sul fornello bolla, abbassare la fiamma finché smetterà di bollire e tuffare l’uovo delicatamente nell’acqua, con un cucchiaio creare un vortice attorno all’uovo (aiuta con un cucchiaio l’albume ad avvolgere il tuorlo) aspettare circa 3 minuti, poi raccogliere l’uovo con una schiumarola, asciugalo ed adagialo sopra i lischi, condire con olio sale e pepe.

Passatelli in brodo

I passatelli sono uno dei piatti della mia Romagna, il piatto preferito di mia figlia da quando ha nove mesi. Se la piccola aiutante è ammalata, non ha fame o non sò cosa prepararle…passatelli.

Confort food per eccellenza, con brodo vegetale o di carne, ogni volta che li preparo mandano i miei ricordi indietro nel tempo, a quando ero piccola e mia mamma li preparava sempre il primo giorno dell’anno ed il mio bisnonno arrivava in bicicletta, con il cappotto marrone, sciarpa e cappello per farci gli auguri di buon anno (stranamente all’ora di pranzo) e restava poi a pranzare con noi.

Facili, facilissimi anche per chi è meno esperto, è necessario però lo schiaccia passatelli.

Io li preparo spesso all’ultimo minuto preparando velocemente un brodino vegetale e nel giro di 30 minuti o 15 se si usa il dado si è tutti a tavola. Nella ricetta originale andrebbe anche la noce moscata ma a me non piace e così li preparo senza.

Piatto che può diventare anche gluten free, non contiene farina e si può usare pan grattato senza glutine (alcune marche assolutamente producono pan grattato praticamente uguale a quello contenente glutine).

Buon apetito!!

FEATURES:
  • 17 minutes
  • Serves 3
  • Easy

Ingredienti per 3 persone

150 gr Parmigiano grattugiato
150 gr Pan grattato
3 Uova

 

 

1

Preparare il brodo vegetale o far bollire acqua salata ed aggiungere dado vegetale.

2

Prendere un pezzo di parmigiano e frullarlo con un frullatore o comprarlo già grattugiato, unire il pan grattato e le uova ed amalgamare, io utilizzo il bimby e per amalgamare i passatelli prima mescolo l’impasto 10 secondi velocità 5 poi uso la funzione impasto finchè non ottengo una palla compatta.
E’ possibile amalgamarli anche a mano o con la planetaria usando la foglia.

3
  •             

Prendere lo schiaccia passatelli, mettere all’interno un po’ d’impasto e schiacciare sopra il brodo che bolle in modo che vi cadano dentro. Finito l’impasto far cuocere un minuto e servire.

 

Se non hai lo schiaccia passatelli puoi trovarlo anche qui “http://<iframe style=”width:120px;height:240px;” marginwidth=”0″ marginheight=”0″ scrolling=”no” frameborder=”0″ src=”//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=mywebsite0403-21&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=as_ss_li_til&asins=B00FFC3A5U&linkId=5ab42c5d369252f98f799cd0401fd39b”

1 2 3 4 5 6