Crea sito

torte

Fluffosa red velvet di Natale

 

 

Questa è la mia versione della Fluffosa red velvet per la vigilia di Natale, la ricetta è quella della Fluffosa di compleanno di Monica Zacchia dal liblro “Le Fluffose”,  ed ho aggiunto il colorante rosso in gel della Wilton, poi una volta raffreddata l’ho decorata con mascarpone bianco e panna montata … buon lavoro e sarà un successo assicurato !!

Le dosi sono per una Fluffosa stampo 18 cm.

 

Piatto Dolci
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 1h15m minuti
Porzioni: 8 porzioni

INGREDIENTI

4 uova
190 gr farina 00
200 gr zucchero fine
80 ml olio di semi di girasole
1 bustina vanillina
2 cucchiaini aceto di mele
2 cucchiaini colorante rosso in gel
120 ml acqua
8 gr lievito per dolci
1,5 gr cremor di tartaro
Per la decorazione
250 gr mascarpone
75 gr zucchero
250 ml panna montata

ISTRUZIONI
Prima di tutto accendere il forno a 160°C, setacciare la farina in una ciotola insieme al lievito. Poi aggiungete lo zucchero extrafine ed il lievito. Incidete una bacca di vaniglia per estrarre i semi con la punta di un coltello ,in alternativa al baccello, potete utilizzare l’estratto di vaniglia o la vanillina in polvere ed aggiungetela agli ingredienti di questa ciotola. In un’altra ciotola, separate i tuorli dagli albumi di 4 uova e mettete da parte gli albumi. Aggiungete ai tuorli il latte a temperatura ambiente e l’olio di semi poi mescolate con un cucchiaio. Amalgamati bene i composti aggiungete il colorante rosso un pò alla volta e continuate a mescolare fino alla tonalità di rosso che desiderate.
Montate gli albumi, versateli nella ciotola di una planetaria (se non avete una planetaria potete utilizzare uno sbattitore elettrico), quando saranno diventati bianchi ed inizieranno a montarsi versate il cremor tartaro e continuate a montare finchè non saranno duri.
Versare ora l’impasto nello stampo da chiffon cake, la dose della torta è per uno stampo da 18 cm di diametro che mi raccomando non dovrà essere imburrato, versate e mettete a cuocere in forno statico a 160°C per 1 ora e 15 minuti posizionando il dolce nella parte bassa del forno. Una volta cotto, sfornatelo e capovolgete lo stampo utilizzando gli appositi piedini. Lasciatelo raffreddare a testa in giù completamente. Quando la chiffon cake sarà completamente raffreddata, aiutatevi con un coltellino per staccare i bordi, capovolgete lo stampo e spingete la base verso il basso in modo che si stacchi, poi aiutandovi con un coltellino staccate la parte superiore dello stampo.
Montate la panna con lo zucchero a velo, una volta montata aggiungete il mascarpone e mescolate con la frusta della planetaria finchè i due composti non si saranno amalgamati bene. Tagliare la torta in modo da ottenere 2 piani da decorare, riempite la sac a poche con una punta abbastanza larga e decorare prima facendo un cerchio all’interno della torta poi dei ponfi (come li chiamiamo io e Silvia) verso i bordi della torta. fare questo procedimento su due piani, decorare la cima a piacere. Le stelline le ho comprate in un negozio che fa decorazioni in pasta di zucchero.

      

 

 

 

Posted in Dolci, torte | Commenti disabilitati su Fluffosa red velvet di Natale

Bundt cake clementine e cioccolato

La ricetta della torta alle clementine e cioccolato è una ricetta della mia infanzia, ricordo ancora mia nonna che versava sopra la torta ormai calda un bicchiere di spremuta alle clementine in modo che la torta diventasse ancora più morbida e profumata.

La dose della ricetta è per uno stampo da 22 io ho usato uno stampo Bundt perchè li adoro.

Ingredienti
250 g di farina 00
250 g di zucchero fine
3 uova
130 g di olio di semi di girasole
130 g di succo di clementine

30 gr di polvere di cacao amaro
1 bustina di lievito per dolci

Accendere il forno a ventilato a 180° statico.

Montare le uova con lo zucchero con una planetaria finchè non raddoppieranno il suo volume, aggiungere il succo delle clementine e l’olio mescolando con la frusta della planetaria piano in modo da non smontare il composto.

In una ciotola setacciare la farina, il cacao ed il lievito, aggiungerle al composto montato un po’ alla volta mescolando dal basso verso l’alto.

Imburrare benissimo lo stampo per il Bundt abbondantemente, infarinarlo, cuocere per 40 minuti. Sfornare e fare la prova stecchino.

Una volta intiepidito togliere la torta dallo stampo e lasciarla raffreddare.

Posted in Bambini, torte | Commenti disabilitati su Bundt cake clementine e cioccolato

Cotton cheesecake

I LOVE COTTON CHEESECAKE

L’altra sera a cena con amici mi hanno chiesto se conoscevo la Cotton Cake, mai sentita, subito abbiamo guardato su google ed è comparsa una torta soffice simile alla cheesecake internamente ma con la consistenza si una nuvola. La sera a casa, mentre tutti dormivano ho cercato qualche ricetta, non potevo non farla, ed ho scelto quella del blog Pandispagna ed ho fatto benissimo, un successone.

Ecco la ricetta, buon lavoro e vi assicuro sarà un successo e farete un figurone.

INGREDIENTI

Per uno stampo da 18 cm di diametro con cerniera

125 gr di formaggio tipo Philadelphia ( io ho sommato quello che avevo in casa)

40 ml di olio di semi di girasole o mais

60 ml di latte intero

1bustina di vanillina

30 gr di maizena, setacciata

75 gr di zucchero superfino, separato in due parti: 25 gr e 50 gr

3 uova grandi

20 ml di succo di limone

zucchero a velo per la decorazione

Preriscaldare il forno a 150 gradi, statico. Prendere il nostro stampo e foderare il fondo e i lati interni con la carta forno, è un po’ un foderamento da equilibristi ma aiutandosi con la carta da forno bagnata e la cerniera dello stampo riusciremo a foderarla, ricopriamo il fondo esterno con la pellicola trasparente e poi con la carta stagnola per isolarlo bene. Mettiamo sul fuoco una pentola con circa 1 litro di acqua e portarla  a ebollizione.

Prendere una ciotola in acciaio e versare all’interno il Philadelphia, l’olio e 25 gr di zucchero, metterla sulla pentola dove abbiamo fatto bollire l’acqua ed a bagno maria con una frusta a mano, amalgamiamo bene gli ingredienti fino a quando si saranno sciolti.

Aggiungere al composto sciolto, che abbiamo tolto dal bagno maria, il latte e la vanillina, mescolando bene, poi  aggiungere i tuorli d’uovo, uno alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta.

Incorporare la maizena setacciata e mescolare, poi aggiungere il succo di limone.

Con la planetaria o con le fruste, montare gli albumi a neve ferma, aggiungere gradualmente i rimanenti 50 gr di zucchero quando inizia a formarsi la prima schiuma.

Versare un po’alla volta gli albumi nel composto liquido e mescolare bene con una spatola in silicone dall’alto verso il basso fino ad ottenere un composto omogeneo.

Quando abbiamo finito, versare il composto facendolo cadere da una distanza di 15-20 cm dalla teglia, nella teglia foderata precedentemente.

Prendere una pirofila più grande della teglia da 18 cm, versarvi l’acqua che abbiamo usato per il bagno maria ed adagiarvi la tortiera all’interno.

Cuocere per circa 70 minuti, fino a quando la superficie della torta sia dorata.

Quando la torta sarà cotta toglierla dal forno, adagiarla su una grata e dopo 20 minuti togliere l’anello della cerniera, la carta da forno e quando sarà quasi fredda la base ed adagiarla su un piatto da portata.

La torta può poi essere spolverizzata con zucchero a velo ed è eccezionale accompagnata con marmellata di lamponi o frutti di bosco.

Torta al latte caldo

La torta al latte caldo è una torta soffice e profumatissima, assomiglia come consistenza ad una torta paradiso. Il latte caldo che scioglie il burro, riempie la cucina di profumo di coccole, di buono e fa pensare a quelle colazioni di cui non puoi fare a meno, quelle torte da thè della domenica mangiate sul divano con un thè caldo coperti da un plaid a guardare la Tv in famiglia.

La ricetta della “Hot milk sponge cake” e’ di Tish Boyle tratta dal libro“The cake book”.

Non è una torta semplicissima da fare, bisogna stare molto attenti ad amalgamare le uova montate alla farina e successivamente al latte caldo in modo da ottenere una consistenza cremosa e soffice…prestati pochi accorgimenti, dopo la cottura non potrete più farne a meno.

INGREDIENTI per uno stampo da 20 cm

120 g latte fresco intero

60 g burro

170 g farina00

6 g lievito per dolci

170 g di zucchero

3 uova a temperatura ambiente

1 bustina di Vanillina

1 pizzico di sale

Setacciare la farina con il lievito ed il sale e mettere da parte.

Riscaldare il latte in un pentolino ed il burro fino a quando il burro non sarà completamente sciolto. (sentite il profumo del latte caldo ed il burro che invaderanno la cucina)

Montare le uova intere in una planetaria (o con le fruste elettriche), aggiungere piano piano lo zucchero e montare fino a quando la massa non avrà triplicato il suo volume (circa 10 minuti).

Montate le uova con lo zucchero, incorporate la farina un po’ per volta nella massa montata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.

Versate il latte caldo con il burro precedentemente riscaldato,  a filo sul composto e incorporatelo utilizzando la spatola.

Versate in uno stampo di 20 cm di diametro rivestito con carta forno e fate cuocere in forno preriscaldato statico a 170°C per 30 minuti.

Sformate  su una gratella per dolci ed una volta raffreddata spolverizzate di zucchero a velo.

Ciambella Romagnola

La Ciambella Romagnola è una delle torte della mia infanzia, una di quelle che la mia amica Giulia chiama i dolci del cuore, che ad ogni morso o semplicemente il profumo mi fanno sentire a casa, o scatenano nella mia mente i ricordi nella cucina di mia nonna quando ero piccola ma anche di adesso perchè ogni volta che mio marito le fa un favore, lei lo manda a casa con la Brazadela (in dialetto), ma prima gli fa tagliare una fetta davanti a lei e, con aria di sfida gli dice…”ho messo un’ingrediente nuovo” dimmi che cos’è”…sono quasi sempre le mandorle tritate, lei si dimentica ma lui se lo ricorda sempre 🙂

Ecco la ricetta per 2 ciambelle piccole o per una grande.

INGREDIENTI

500 gr di farina 00

100 gr di burro morbido

200 gr di zucchero

3 uova intere

scorza di un limone grattugiato

25 ml di latte per impastare … o ad occhio (deve risultare amalgamata ma lavorabile con le mani)

2 cucchiai di zucchero bianco

 

Accendere il forno a 180°C, mettere nella planetaria burro e zucchero ed impastare a velocità media con la foglia, aggiungere le uova, la farina, il latte, scorza di limone e lievito fino ad ottenere un composto ben amalgamato ed abbastanza sodo.

Creare su una teglia ricoperta di carta da forno una grande ciambella di forma ovale o eventualmente dallo stesso pezzo ricavarne due piu’ piccole e spolverarle con lo zucchero in modo che quando sarà pronta farà una crosta di zucchero dura.

Infornare a forno caldo 180°C per circa 30 minuti.

Lasciar raffreddare e mangiare

Ottima per colazione o se volete fare qualcosa di diverso da servire dopo una cena con la piadina con un buon vino dolce o con il caffè.

 

+

Fluffosa al limone senza glutine

 

La fluffosa è una delle torte più versatili che io conosca, l’anno scorso quando una cara amica ha scoperto di essere celiaca, e non l’aveva mai assaggiata ho pensato che assolutamente dovevo rimediare e provare a prepararla. Io lavoro in una farmacia con un fornitissimo reparto senza glutine ed ho potuto scegliere farina e lievito e la fuffosa è riuscita al primo tentativo…fortuna?

Non so’ rispondere ma è riuscita subito, cresce perfettamente anche con la farina di riso ed il succo di limone copre totalmente il sapore della farina. E cosi’ dato che la mia amica vive a Parigi, la Fluffosa senza glutine al limone, ora è anche un po’ parigina perchè lei la porta  dagli amici a cena e nessuno se ne accorge!!

Buon lavoro e Fluffate sempre!

 

INGREDIENTI

Zucchero extrafine 300 gr

Farina di riso 280 gr

Succo di limone 200 ml

Olio di semi di girasole 120 ml

Uova 6 grandi

1 Baccello di Vaniglia o una bustina di vanillina

Scorza di un limone non trattato

Lievito in polvere per dolci senza glutine 1 bustina

Cremor di tartaro 1 bustina (4 gr)

 

QUESTA TORTA CREA DIPENDENZA 🙂

Prima di tutto accendere il forno a 160°C, setacciare la farina di riso in una ciotola insieme al lievito. Poi aggiungete lo zucchero extrafine ed il lievito. Grattugiate la scorza di un limone non trattato e incidete una bacca di vaniglia per estrarre i semi con la punta di un coltello ,in alternativa al baccello, potete utilizzare l’estratto di vaniglia o la vanillina in polvere ed aggiungetela agli ingredienti di questa ciotola.

In un’altra ciotola, separate i tuorli dagli albumi di 6 uova e mettete da parte gli albumi. Aggiungete ai tuorli il succo di limone (io uso l’estrattore) e l’olio di semi poi mescolate con un cucchiaio.
Unite gli ingredienti liquidi a quelli secchi ed amalgamati bene i composti

        

 

Montate gli albumi, versateli nella ciotola di una planetaria (se non avete una planetaria potete utilizzare uno sbattitore elettrico), quando saranno diventati bianchi ed inizieranno a montarsi versate il cremor tartaro e continuate a montare finchè non saranno duri.

      

 

Versare ora l’impasto nello stampo da chiffon cake, io ho utilizzato uno stampo da 25 cm di diametro che mi raccomando non dovrà essere imburrato, versate e basta poi mettete a cuocere in forno statico a 160°C per 1 ora e 15 minuti posizionando il dolce nella parte bassa del forno, statico.

Una volta cotto, sfornatelo e capovolgete lo stampo utilizzando gli appositi piedini. Lasciatelo raffreddare a testa in giù completamente.

Quando la torta sarà completamente raffreddata, aiutatevi con un coltellino per staccare i bordi, capovolgete lo stampo e spingete la base verso il basso in modo che si stacchi, poi aiutandovi con un coltellino staccate la parte superiore dello stampo.

Spolverizzare con lo zucchero a velo.

 

 

Torta gelato panna e cioccolato

Ho visto per la prima volta la foto di questa torta gelato sulla pagina Instagram di Pan di Spagna, il bellissimo blog di un ragazzo di Ravenna e me ne sono perdutamente innamorata.

La sua ricetta era una torta Tiramisu’, io ho voluto sperimentarla usando i gusti che piacciono ad Alice, rendendola adatta a tutte le età. Semplicissima e super veloce, per assemblarla ci vogliono 25 minuti piu’ il congelamento, si usa lo stampo della Chiffon cake, io ho usato quello da 18 cm per non farla troppo grande, e due gusti di gelato che avevo nel surgelatore, ovviamente potete cambiarla con i gusti che preferite…buon lavoro e sarà un successo assicurato!!!!

INGREDIENTI

16 savoiardi

250 ml latte

2 cucchiai nesquick

250 gr gelato cioccolato

500 gelato panna

250 ml di panna fresca da montare

1 cucchiaio di zucchero a velo

 stampo  chiffon cake da 18

Togliere le scatole di gelato dal surgelatore in modo che mentre iniziamo a preparare la torta il gelato inizierà ad ammorbidirsi.

Prendere la carta da forno, disegnare con una matita la base dello stampo da chiffon cake disegnando anche il buco al centro, ritagliare ed inserirlo nello stampo sul fondo.

In una ciotola sciogliere 2 cucchiai di Nesquick con il latte freddo

     

 

 

 

 

Bagnare i savoiardi uno per uno nel latte al cioccolato disponendoli subito uno alla volta in maniera concentrica lungo i lati dello stampo.

Prendere il gelato, ammorbidirlo con un cucchiaio e iniziare ad inserirlo a strati all’interno dello stampo aiutandosi con un cucchiaio ed una spatola per livellarlo.

Riempire lo stampo fino all’orlo, ricoprire con la pellicola d’alluminio e mettere in surgelatore circa 3 ore. O fino al momento di servirlo.

Prima di servirlo, montare la panna con lo zucchero a velo e metterla in frigorifero.

Far scongelare la torta in frigorifero per 30 minuti se il vostro surgelatore surgela molto (il mio lo fa), oppure riempire una ciotola del diametro simile o piu’ grande dello stampo della chiffon cake con acqua calda, immergere lo stampo un’attimo per aiutare i savoiardi a staccarsi dalle pareti, un’attimo è qualche secondo, se no inizierà subito a sciogliersi.

Capovolgere lo stampo sul piatto da portata, toglierlo dalla torta, ricoprire la cima con panna montata ed una spolverata di cacao amaro. Servire subito 🙂

Buon appetito!!!!

 

 

 

 

Stampo da 18 cm chiffon cake clicca qui 

 

Torta al limone glassata

Finalmente è arrivato un po’ di caldo, quale miglior modo per inaugurare il sole con una torta che sa d’estate? Io adoro le torte al limone, ed anche la piccola aiutante e questa torta che ho preso dal sito di Chiarapassion racchiude tutti i profumi ed il sole dell’estate.

Buon lavoro ed iniziamo:

250 g di farina

3 uova intere

250 g di zucchero

250 g di burro

buccia grattugiata di 3 limoni (non trattati)

succo di mezzo limone

10 g di lievito per dolci

pizzico di sale

Per la bagna

70 g di zucchero a velo

succo filtrato di 2 limoni e mezzo

Per la glassa

190 g di zucchero a velo

2 cucchiai di succo di limone

Accendete il forno a 175 °C

Nella planetaria lavorate il burro morbido con lo zucchero, unite un uovo alla volta.

Unite la scorza dei 3 limoni grattugiata, il pizzico di sale, il succo di mezzo limone, la farina ben setacciata con il lievito. Mescolate bene fino a quando il composto è ben amalgamato.

Imburrate ed infarinate una teglia e versate l’impasto all’interno. Fate cuocere a 175° per 45-50 minuti, per controllare la cottura finale della torta fate sempre la prova stecchino, deve uscire asciutto.

Prepariamo lo sciroppo al limone

Mettete in un pentolino il succo di 2 limoni e mezzo e 70 g di zucchero a velo, fate cuocere per circa 3 minuti fino a quando vedrete che lo zucchero è sciolto.

Con una siringa da farmacia senza ago fate tante punture di sciroppo al limone alla torta calda, terminato lasciatela raffreddare bene e poi trasferitela su di un piatto da portata.

Glassa al limone

In una ciotola mescolate bene lo zucchero a velo con 2 cucchiai di succo di limone.  Versate la glassa al centro della torta e lasciate che scenda da sola su tutta la torta. Se la glassa vi risultasse troppo dura aggiungete succo di limone, se troppo morbida invece aggiungete zucchero a velo.

Ed ora bon apetit ♥︎

Posted in Bambini, Dolci, torte | Commenti disabilitati su Torta al limone glassata

Torta al cioccolato senza farina

La torta al cioccolato senza farina…alto tasso di cioccolato, essenza di tutte le torte cioccolatose dove una fetta tira l’altra, non troppo dolce, avvolge il palato e rende immensamente felici…l’unica torta che mangia la piccola aiutante.

Questo dolce godurioso mi è servito per festeggiare due dei nostri più cari amici che si sono sposati dopo 18 anni insieme il giorno di San Valentino, quale miglior dolce pieno di cioccolato da portare per cena per festeggiare qualche settimana dopo il loro grande giorno?

La ricetta viene da uno dei libri di Csaba “Bon Marché” e come la maggior parte delle ricette  della “divina” come la chiamiamo io e la mia amica Irene non sbaglia!

 

Ingredienti per 6 persone
200 gr Cioccolato fondente 70%
50 gr Cacao amaro
100 gr Zucchero
3 Uova
125 gr Burro
1 Cucchiaio Zucchero a velo
200 ml Panna fresca da montare

Accendere il forno a 180° C.
Imburrare uno stampo da 20 cm con cerniera, sciogliere il cioccolato con il burro in una padella antiaderente a fuoco bassissimo e mescolare con una spatola, montare le uova intere con lo zucchero con un frullino elettrico o la planetaria.

Setacciare 50 gr di cioccolato fondente e quando il cioccolato ed il burro saranno sciolti, unirlo al composto.

Unire il composto al cioccolato, al composto montato, mescolando dal basso verso l’alto, mettere nello stampo ed infornare per 25 minuti. Prepararsi al profumo di cioccolato che avvolgerà la cucina.

Una volta che la torta sarà fredda aprire la cerniera della tortiera e trasferirla sopra ad un’alzatina.

A parte montare la panna con un cucchiaio di zucchero a velo e servire la torta con panna a piacere.

Assolutamente da mangiare in ottima compagnia

 

 

Apple pie

L’Apple Pie è una di quelle torte a mio avviso che o la odi o la ami, e se la ami è per sempre…velocissima da preparare, invade la casa con il suo profumo di mele e cannella e da inizio ai dolci dei primi freddi, preparandola durante l’inverno tante e tante volte.

Grazie a questa torta, regina probabile di tutte le torte di mele, ho capito di amare perdutamente la cannella, e mio marito le mele cotte…
Ho chiamato la mia migliore amica e l’ho avvisata che la sera a casa sua avrei portato per cena  un’Apple Pie e che se fosse stata cattiva sarei andata di corsa a comprare il gelato

Perdetevi nel profumo di cannella che invaderà la cucina e servitela calda accompagnata da  gelato alla vaniglia o alla crema, questa è la mia versione…se vi è piaciuta, l’avete provata o volete darmi qualche consiglio vi aspetto.

La ricetta modificata è stata presa dal blog  Il Cavoletto di Bruxelles … che adoro.

Tempo di preparazione: 1 ora

Per 8 persone

Ingredienti
 
250 farina00
150 Burro
6 cucchiai Acqua
un pizzico Sale
2 kg Mele
50 Burro
50 gr Zucchero
2 cucchiai Farina 00
1 cucchiaio Cannella in polvere
Gelato alla vaniglia

Preparare la pasta per la torta con la planetaria o a mano inserendo gli ingredienti nell’ordine della ricetta, ottenuta una pasta omogenea mettere la palla avvolta della carta domo pack in frigorifero ad indurire 2 ore. palla dal frigorifero e l’ho lasciata riscaldare un po’ in modo da poterla lavorare meglio…

Sbucciare e pulire le mele, tagliarle a fettine di circa 2 cm. Mettere in una padella il burro da sciogliere, le mele, cannella, la farina e lo zucchero e mescolare.

 

Prendere la pasta, dividerla in due parti, una per la base ed una per la cupola della torta, stendere la pasta e foderare una teglia meglio in ceramica (fa più effetto apple pie) o in alluminio, comunque con i bordi svasati, la mia è di circa 20 cm
Mettere all’interno tutte le mele cotte in precedenza, adagiare sopra le mele il disco di pasta per la calotta della torta e chiudere i bordi pinzandoli con le mani, fare dei tagli sulla torta per far fuoriuscire il vapore e spolverizzare la superficie con lo zucchero.

Infornare a forno caldo a 220° C per 10 minuti poi a 170° C per 30 minuti finchè non sarà dorata in superficie.

 

Posted in Dolci, torte | Commenti disabilitati su Apple pie

1 2