Crea sito

Gluten free

Preparato per cioccolata in tazza

Il preparato per cioccolata in tazza è una di quelle cose che nella dispensa soprattutto durante il periodo natalizio non deve mai mancare, prepararla è semplicissimo, serve un frullatore ed è pronta in pochissimi minuti.

Il preparato per cioccolata calda può essere anche un’idea originale e sicuramente molto apprezzata per i regali di Natale Home Made che a mio avviso sono bellissimi e molto alla moda, basterà un bel contenitore di vetro, una zuccheriera, un nastro colorato ed il regalo è pronto.

 Ingredienti

  200 Cioccolato fondente 70%
30 Fecola di patate
80 Cioccolato amaro in polvere
30 Zucchero di canna
100 Zucchero bianco

 

Tritate il cioccolato fondente, procedendo ad impulsi per non riscaldarlo, io ho usato il bimby andando da 1 a 10 per 5 secondi ed ho dato qualche colpo di Tubo, se usate un frullatore, frullate cercando di non riscaldare il composto. Unire nel boccale del Bimby o in una ciotola tutti gli ingredienti ed amalgamarli.

   
Si conserva anche mesi in un contenitore pulito e chiuso.
Per preparare la cioccolata calda, in un pentolino versare 130 ml di latte per persona, ed aggiungere 3 cucchiai per persona di preparato per cioccolata, mescolate e portate ad ebollizione.

Se fate bollire troppo la cioccolata risulterà molto densa, se la preferite più liquida usare 160 ml di latte per persona.

 

Fluffosa al limone senza glutine

 

La fluffosa è una delle torte più versatili che io conosca, l’anno scorso quando una cara amica ha scoperto di essere celiaca, e non l’aveva mai assaggiata ho pensato che assolutamente dovevo rimediare e provare a prepararla. Io lavoro in una farmacia con un fornitissimo reparto senza glutine ed ho potuto scegliere farina e lievito e la fuffosa è riuscita al primo tentativo…fortuna?

Non so’ rispondere ma è riuscita subito, cresce perfettamente anche con la farina di riso ed il succo di limone copre totalmente il sapore della farina. E cosi’ dato che la mia amica vive a Parigi, la Fluffosa senza glutine al limone, ora è anche un po’ parigina perchè lei la porta  dagli amici a cena e nessuno se ne accorge!!

Buon lavoro e Fluffate sempre!

 

INGREDIENTI

Zucchero extrafine 300 gr

Farina di riso 280 gr

Succo di limone 200 ml

Olio di semi di girasole 120 ml

Uova 6 grandi

1 Baccello di Vaniglia o una bustina di vanillina

Scorza di un limone non trattato

Lievito in polvere per dolci senza glutine 1 bustina

Cremor di tartaro 1 bustina (4 gr)

 

QUESTA TORTA CREA DIPENDENZA 🙂

Prima di tutto accendere il forno a 160°C, setacciare la farina di riso in una ciotola insieme al lievito. Poi aggiungete lo zucchero extrafine ed il lievito. Grattugiate la scorza di un limone non trattato e incidete una bacca di vaniglia per estrarre i semi con la punta di un coltello ,in alternativa al baccello, potete utilizzare l’estratto di vaniglia o la vanillina in polvere ed aggiungetela agli ingredienti di questa ciotola.

In un’altra ciotola, separate i tuorli dagli albumi di 6 uova e mettete da parte gli albumi. Aggiungete ai tuorli il succo di limone (io uso l’estrattore) e l’olio di semi poi mescolate con un cucchiaio.
Unite gli ingredienti liquidi a quelli secchi ed amalgamati bene i composti

        

 

Montate gli albumi, versateli nella ciotola di una planetaria (se non avete una planetaria potete utilizzare uno sbattitore elettrico), quando saranno diventati bianchi ed inizieranno a montarsi versate il cremor tartaro e continuate a montare finchè non saranno duri.

      

 

Versare ora l’impasto nello stampo da chiffon cake, io ho utilizzato uno stampo da 25 cm di diametro che mi raccomando non dovrà essere imburrato, versate e basta poi mettete a cuocere in forno statico a 160°C per 1 ora e 15 minuti posizionando il dolce nella parte bassa del forno, statico.

Una volta cotto, sfornatelo e capovolgete lo stampo utilizzando gli appositi piedini. Lasciatelo raffreddare a testa in giù completamente.

Quando la torta sarà completamente raffreddata, aiutatevi con un coltellino per staccare i bordi, capovolgete lo stampo e spingete la base verso il basso in modo che si stacchi, poi aiutandovi con un coltellino staccate la parte superiore dello stampo.

Spolverizzare con lo zucchero a velo.

 

 

Mousse di ricotta e more

Finalmente è arrivata l’estate, il caldo ed a casa mia poca voglia di cucinare…anche se la voglia di mangiare non mi lascerà mai…

La mousse di ricotta e more è un dolce improvvisato che ho fatto per la merenda di questo pomeriggio con quello che avevo in casa, ho usato panna da montare e ricotta ma è sicuramente ottimo anche con panna vegetale o solo con la ricotta…una velocissima merenda o un dolce senza cottura dell’ultimo minuto.

Ingredienti

  • 100 gr ricotta
  • 250 gr panna da montare
  • 2 cucchiai zucchero fine o zucchero a velo
  • 2 cucchiai more
  • 1 cucchiaio nocciole intere o già tritate
  • sciroppo d’amarena facoltativo

 

Mettere nella ciotola della planetaria la panna fredda e lo zucchero e montare bene. Aggiungere alla panna montata con una spatola la ricotta e mescolare dal basso verso l’alto fino ad ottenere una mousse.
Prendere due coppette, mettere la mousse dentro una sac a poche, fare all’interno della coppetta un primo strato di crema, aggiungere qualche mora, un po’ di nocciole precedentemente tritate e se l’avete in casa un cucchiaino di sciroppo d’amarena. Fare un’altro strato di crema e decorare nuovamente con more, granella di nocciola ed amarena. Buona merenda

 

Patate hasselback

 Le patate Hasselback sono un piatto della cucina svedese e devono il loro nome al ristorante di Stoccolma Hasselbacken che per primo inventò questa ” fisarmonica”, hanno una stupenda crosta croccante all’esterno e dentro un cuore morbido, fantastiche.

La  prima volta che ho visto la foto di queste patate me ne sono innamorata, figura assicurata se avete ospiti, belle da vedere, facilissime da preparare e piacciono tantissimo ad i bambini.

Ingredienti per 4 persone
8 medie Patate
2 rametti Timo
1 rametto Rosmarino
q.b. Sale
40 ml Olio d’oliva
a ciuffetti q.b. Burro

Steps

Lavare benissimo le patate con la buccia sotto l’acqua corrente aiutandoti se necessario con uno spazzolino, io ho usato le patate novelle.

  

Prendere la patata e tagliare una fettina su di un lato in modo da crearle una base, prendere uno spiedino ed infilarlo a circa 1 cm dalla base della patata (servirà per bloccare il coltello quando taglieremo le fette).


Con un coltello incidere le patate in modo da creare tante fettine vicine tra loro.

In una pirofila mettere l’olio d’oliva che abbiamo preparato ed adagiarvi le patate, pulire rosmarino e timo, lavarli e preparare un trito con il sale che aggiungeremo spolverizzandolo sopra le patate, spolverizzarle di parmigiano ed infornare per 40 minuti.
Una volta che saranno pronte mettere un ciuffetto di burro sopra ad ogni patata e gratinare in forno finchè non faranno la crosticina.

 

Sfornarle e BUON APPETITO

Involtini di uova con asparagi

Le bancarelle dei fruttivendoli iniziano a cambiare colore, le prime fragole, asparagi, lischi compaiono sui loro banchi, l’inverno, nonostante il caldo inverno è finito e la Pasqua anche, ora, almeno per me, e’ finita qualsiasi tipo di scusa per non stare un po’ più a dieta.

L’estate è alle porte, ma che fatica, io vivrei in mezzo ai lievitati…datemi del lievito e lo trasformerò in qualche cosa di soffice e profumato, ma ora devo resistere…almeno due mesi, per me un tempo disumano ma se l’unica cosa a cui sono intollerante è il lievito di birra…ci sarà un motivo vero?

 

Ingredienti  per 2 persone

4 Uova
500 gr Asparagi
q.b. Sale e pepe
q.b. Olio d’oliva
a piacere Gomasio

Steps

 

  •   

Lavare bene gli asparagi, io di solito li lascio ammollo in una ciotola piena d’acqua, poi li scolo e li rilavo sotto l’acqua corrente.
Tagliare il gambo nella parte più chiara, quella più dura, tagliarli a metà e cuocerli in acqua dal bollore circa 8 – 10 minuti.

 

 

Intanto che si cuociono gli asparagi sbattere con una frusta in una ciotola 4 uova.

Riscaldare bene una padella antiaderente piccola, aggiungere eventualmente sulla padella un goccio d’olio e cuocere la frittata, ne vengono due.

 

 

Scolare gli asparagi e metterli da parte. Non appena le crespelle di uova saranno cotte metterle sopra un piano, tagliarle a metà, posizionare gli asparagi al centro in modo che il taglio della metà che ho fatto quando erano crudi resti verso di me, chiudere i 2 lembi della frittata, girarla ed impiattarla. D’involtini ne vengono quattro, nella foto ce ne sono tre perchè uno l’ho mangiato mentre le cucinavo 🙂
Disporre gli involtini su un piatto da portata e condire con sale, pepe e gomasio (che io metterei ovunque).

 

Torta al cioccolato senza farina

La torta al cioccolato senza farina…alto tasso di cioccolato, essenza di tutte le torte cioccolatose dove una fetta tira l’altra, non troppo dolce, avvolge il palato e rende immensamente felici…l’unica torta che mangia la piccola aiutante.

Questo dolce godurioso mi è servito per festeggiare due dei nostri più cari amici che si sono sposati dopo 18 anni insieme il giorno di San Valentino, quale miglior dolce pieno di cioccolato da portare per cena per festeggiare qualche settimana dopo il loro grande giorno?

La ricetta viene da uno dei libri di Csaba “Bon Marché” e come la maggior parte delle ricette  della “divina” come la chiamiamo io e la mia amica Irene non sbaglia!

 

Ingredienti per 6 persone
200 gr Cioccolato fondente 70%
50 gr Cacao amaro
100 gr Zucchero
3 Uova
125 gr Burro
1 Cucchiaio Zucchero a velo
200 ml Panna fresca da montare

Accendere il forno a 180° C.
Imburrare uno stampo da 20 cm con cerniera, sciogliere il cioccolato con il burro in una padella antiaderente a fuoco bassissimo e mescolare con una spatola, montare le uova intere con lo zucchero con un frullino elettrico o la planetaria.

Setacciare 50 gr di cioccolato fondente e quando il cioccolato ed il burro saranno sciolti, unirlo al composto.

Unire il composto al cioccolato, al composto montato, mescolando dal basso verso l’alto, mettere nello stampo ed infornare per 25 minuti. Prepararsi al profumo di cioccolato che avvolgerà la cucina.

Una volta che la torta sarà fredda aprire la cerniera della tortiera e trasferirla sopra ad un’alzatina.

A parte montare la panna con un cucchiaio di zucchero a velo e servire la torta con panna a piacere.

Assolutamente da mangiare in ottima compagnia

 

 

Patate fritte

Le patate fritte…lo so’ fuori fa tanto, tanto caldo, ma le patate fritte sono una di quelle cose che si mangiano comunque tutto l’anno e molto volentieri.

Spesso quando si ha qualcuno a cena o a pranzo e non si sa cosa cucinare, avete mai pensato a fare una serata a base di patate fritte? Solo patatine croccanti, tante da far scoppiare la pancia? Lo  sarà un po’ impegnativo friggerle ma farete a tutti una grande sorpresa . Vi serviranno per il momento le patate estive, quelle con la buccia liscia che si trovano ora durante l’estate, una padella capiente per friggere ed olio di semi di girasole.

Ho passato anni a comprarle surgelate perché proprio non mi riuscivano, troppo scure, troppo molli, assorbivano olio…quelle di mia nonna sono sempre state eccezionali, non ricordo una volta in cui non avessero lo stesso sapore, sempre immutate negli anni, sempre croccanti con la crosticina fuori e morbide dentro. Quando eravamo piccole, durante l’estate prima che ricominciassero le scuole, invitava tutta la mia famiglia e quella di mio zio a  casa e friggeva patate e uova fritte per tutti fino a scoppiare, croccanti croccanti e buonissime, questo è uno dei ricordi d’infanzia che preferisco con lei…la ricetta non me l’ha mai voluta dare, poi due mesi fa, quando un pomeriggio sono andata a trovarla per farmi regalare i suoi pettini per fare i garganelli (tanto non li fa più), mi ha spiegato i passaggi e da allora le avrò fatte almeno 10 volte, anche a Formentera…ed ora (qualità delle patate a parte) mi riescono sempre quasi  uguali alle sue.

Questa è la mia ricetta di famiglia, quella della nonna Lula come la chiamo io, che lascio a tutti per farvi godere un bel momento di felicità in compagnia, per una bella serata d’estate o per un contorno con quello che amate di più…fatemi sapere e se vi va postate le foto su Fb o su instagram.

INGREDIENTI
2 kg Patate meglio se di pasta bianca
1 Litro olio di semi di girasole
2 rametti Rosmarino
un pizzico sale grosso

ISTRUZIONI
Pelare e lavare le patate, tagliarle in fette abbastanza uguali, prendere un recipiente abbastanza grande, io uso un’insalatiera capiente, mettere le patate all’interno del contenitore e riempirlo d’acqua. Lasciare a bagno le patate per far perdere l’amido almeno un’ora, io di solito lo faccio nel primo pomeriggio e le lascio fino al momento di cuocerle.
Poco prima di friggerle scolarle per bene con uno scolapasta, prendere una padella molto capiente, rovesciarvi le patate, aggiungere un pugnetto (circa un cucchiaiono) di sale grosso integrale sparso sopra le patate, lavare ed aggiungere gli aghi del rosmarino, rovesciare l’olio di semi di girasole all’interno della padella fino a coprirle. Accendere il fuoco del fornello a fiamma alta e cuocere le patate circa 20-25 minuti, finché non saranno dorate e croccati…IMPORTANTISSIMO non mescolarle mai.

Bon apetit 🙂