Crea sito
  • Pizza

  • Zuppa imperiale

Fluffosa red velvet di Natale

 

 

Questa è la mia versione della Fluffosa red velvet per la vigilia di Natale, la ricetta è quella della Fluffosa di compleanno di Monica Zacchia dal liblro “Le Fluffose”,  ed ho aggiunto il colorante rosso in gel della Wilton, poi una volta raffreddata l’ho decorata con mascarpone bianco e panna montata … buon lavoro e sarà un successo assicurato !!

Le dosi sono per una Fluffosa stampo 18 cm.

 

Piatto Dolci
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 1h15m minuti
Porzioni: 8 porzioni

INGREDIENTI

4 uova
190 gr farina 00
200 gr zucchero fine
80 ml olio di semi di girasole
1 bustina vanillina
2 cucchiaini aceto di mele
2 cucchiaini colorante rosso in gel
120 ml acqua
8 gr lievito per dolci
1,5 gr cremor di tartaro
Per la decorazione
250 gr mascarpone
75 gr zucchero
250 ml panna montata

ISTRUZIONI
Prima di tutto accendere il forno a 160°C, setacciare la farina in una ciotola insieme al lievito. Poi aggiungete lo zucchero extrafine ed il lievito. Incidete una bacca di vaniglia per estrarre i semi con la punta di un coltello ,in alternativa al baccello, potete utilizzare l’estratto di vaniglia o la vanillina in polvere ed aggiungetela agli ingredienti di questa ciotola. In un’altra ciotola, separate i tuorli dagli albumi di 4 uova e mettete da parte gli albumi. Aggiungete ai tuorli il latte a temperatura ambiente e l’olio di semi poi mescolate con un cucchiaio. Amalgamati bene i composti aggiungete il colorante rosso un pò alla volta e continuate a mescolare fino alla tonalità di rosso che desiderate.
Montate gli albumi, versateli nella ciotola di una planetaria (se non avete una planetaria potete utilizzare uno sbattitore elettrico), quando saranno diventati bianchi ed inizieranno a montarsi versate il cremor tartaro e continuate a montare finchè non saranno duri.
Versare ora l’impasto nello stampo da chiffon cake, la dose della torta è per uno stampo da 18 cm di diametro che mi raccomando non dovrà essere imburrato, versate e mettete a cuocere in forno statico a 160°C per 1 ora e 15 minuti posizionando il dolce nella parte bassa del forno. Una volta cotto, sfornatelo e capovolgete lo stampo utilizzando gli appositi piedini. Lasciatelo raffreddare a testa in giù completamente. Quando la chiffon cake sarà completamente raffreddata, aiutatevi con un coltellino per staccare i bordi, capovolgete lo stampo e spingete la base verso il basso in modo che si stacchi, poi aiutandovi con un coltellino staccate la parte superiore dello stampo.
Montate la panna con lo zucchero a velo, una volta montata aggiungete il mascarpone e mescolate con la frusta della planetaria finchè i due composti non si saranno amalgamati bene. Tagliare la torta in modo da ottenere 2 piani da decorare, riempite la sac a poche con una punta abbastanza larga e decorare prima facendo un cerchio all’interno della torta poi dei ponfi (come li chiamiamo io e Silvia) verso i bordi della torta. fare questo procedimento su due piani, decorare la cima a piacere. Le stelline le ho comprate in un negozio che fa decorazioni in pasta di zucchero.

      

 

 

 

Bundt cake clementine e cioccolato

La ricetta della torta alle clementine e cioccolato è una ricetta della mia infanzia, ricordo ancora mia nonna che versava sopra la torta ormai calda un bicchiere di spremuta alle clementine in modo che la torta diventasse ancora più morbida e profumata.

La dose della ricetta è per uno stampo da 22 io ho usato uno stampo Bundt perchè li adoro.

Ingredienti
250 g di farina 00
250 g di zucchero fine
3 uova
130 g di olio di semi di girasole
130 g di succo di clementine

30 gr di polvere di cacao amaro
1 bustina di lievito per dolci

Accendere il forno a ventilato a 180° statico.

Montare le uova con lo zucchero con una planetaria finchè non raddoppieranno il suo volume, aggiungere il succo delle clementine e l’olio mescolando con la frusta della planetaria piano in modo da non smontare il composto.

In una ciotola setacciare la farina, il cacao ed il lievito, aggiungerle al composto montato un po’ alla volta mescolando dal basso verso l’alto.

Imburrare benissimo lo stampo per il Bundt abbondantemente, infarinarlo, cuocere per 40 minuti. Sfornare e fare la prova stecchino.

Una volta intiepidito togliere la torta dallo stampo e lasciarla raffreddare.

Biscotti al cioccolato

BISCOTTI DI NATALE AL CIOCCOLATO

La ricetta di questi biscotti al cioccolato arriva da uno dei bellissimi libri di Csaba “Cioccolato”. Durante il periodo di Natale amo tantissimo preparare biscotti da regalare, prima che nascesse Alice, il 23 dicembre, mettevo in moto una vera produzione di biscotti nella mia cucina, che venivano impacchettati e distribuiti ai miei amici più cari in modo che li potessero mangiare la mattina di Natale.

La ricetta è semplicissima, una frolla al cioccolato che sa totalmente di Cioccolato dove uno tira l’altro e potrebbe essere una bellissima idea da regalare con il cuore.

INGREDIENTI

400 gr di farina 00

250 gr di burro

70 gr di cacao amaro in polvere bio

1 uovo intero ed 1 tuorlo

150 gr di zucchero

Amalgamare tutti gli ingredienti con la planetaria fino ad ottenere un impasto omogeneo e ben assemblato, avvolgero nella pellicola trasparente e metterlo in frigorifero 1 ora.

Accendere il forno a 180 °C, tirare l’impasto dei biscotti abbastanza alto circa 5-7 cm e fare le forme che preferite, cuocere per circa 12 minuti.

Una volta raffreddati non smetterete più di mangiarli.

Preparato per cioccolata in tazza

Il preparato per cioccolata in tazza è una di quelle cose che nella dispensa soprattutto durante il periodo natalizio non deve mai mancare, prepararla è semplicissimo, serve un frullatore ed è pronta in pochissimi minuti.

Il preparato per cioccolata calda può essere anche un’idea originale e sicuramente molto apprezzata per i regali di Natale Home Made che a mio avviso sono bellissimi e molto alla moda, basterà un bel contenitore di vetro, una zuccheriera, un nastro colorato ed il regalo è pronto.

 Ingredienti

  200 Cioccolato fondente 70%
30 Fecola di patate
80 Cioccolato amaro in polvere
30 Zucchero di canna
100 Zucchero bianco

 

Tritate il cioccolato fondente, procedendo ad impulsi per non riscaldarlo, io ho usato il bimby andando da 1 a 10 per 5 secondi ed ho dato qualche colpo di Tubo, se usate un frullatore, frullate cercando di non riscaldare il composto. Unire nel boccale del Bimby o in una ciotola tutti gli ingredienti ed amalgamarli.

   
Si conserva anche mesi in un contenitore pulito e chiuso.
Per preparare la cioccolata calda, in un pentolino versare 130 ml di latte per persona, ed aggiungere 3 cucchiai per persona di preparato per cioccolata, mescolate e portate ad ebollizione.

Se fate bollire troppo la cioccolata risulterà molto densa, se la preferite più liquida usare 160 ml di latte per persona.

 

Focaccia delle sorelle Simili

La focaccia delle Sorelle Simili è una delle mie preferite, super soffice e sempre una garanzia. Fino a poco tempo fa ogni volta che organizzavo una cena tra amici preparavo pizza o tigelle…ora new entry… la Focaccia,  perchè è veloce, è buonissimae piace a tutti.

INGREDIENTI Per 2 focacce

1 kg di Farina 0
20 gr di lievito di birra
30 ml olio d’oliva
550 gr di acqua
20 gr di sale

Per la copertura finale
6 cucchiai di acqua
6 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
Sale semigrosso di Cervia

Versare nel boccale della planetaria l’acqua e sciogliervi il lievito, aggiungere tutti gli altri ingredienti ed impastare con il gancio.
Lasciare lievitare 2 ore l’impasto all’interno della ciotola ben chiuso da un coperchio o da un piatto.
Terminate le 2 ore mettere olio d’oliva su due teglie da forno, dividere l’impasto in 2 parti uguali, stenderlo bene con le mani su ogni teglia in maniera uniforme.
Preparare la copertura della focaccia mettendo acqua olio e sale in un bicchiere e dividere il liquido ad occhio o pesandolo, e stenderlo sulla superficie delle focacce… Deve risultare molto bagnata, eventualmente aggiungere olio.
Far lievitare nel forno spento e chiuso almeno 1 ora è 30 minuti.
Togliere le teglie dal forno, accenderlo a 220 C ed una volta caldo infornare per 20 minuti circa…
Sfornare e mangiare senza bruciarvi 😂😂 il prima possibile

Posted in Senza categoria | Commenti disabilitati su Focaccia delle sorelle Simili

Torta salata speck e zucchine

Io amo tantissimo le torte salate, sono un perfetto svuota frigorifero, cene dell’ultimo minuto o cene sfiziose da condividere con gli amici quando si ha poco tempo per cucinare ma si vuole fare qualche cosa che piacerà sicuramente.

Questa torta è svuota frigorifero, mozzarella avanzata dalla pizza della sera, qualche zucchina ed un po’ di speck trovato in frigorifero, veloce veloce e successo assicurato.

 

Tempo di preparazione 30 minutes
Tempo di cottura 25 minutes
Porzioni
4 porzioni

INGREDIENTI
1 pasta sfoglia gia’ pronta
100 gr speck a cubetti
150 gr mozzarella per pizza tritata
2 zucchine scure
1 cucchaio pan grattato
1 uovo sbattuto

ISTRUZIONI
Accendere il forno a 220°C, lavare e tagliare le zucchine a rondelle, prendere la pasta sfoglia, disporla sopra ad una teglia da forno con la sua carta da forno, mettere sul fondo un cucchiaio di pan grattato sparso.

In una ciotola aggiungere le zucchine, lo speck e la mozzarella, per ultimo versare l’uovo e con l’aiuto di un pennello stenderlo sopra gli ingredienti. Infornare a 220 °C per circa 20 minuti o fino a doratura, sfornare, lasciare raffreddare 5 minutoi poi disporre la torta su un piatto da portata e servire calda. Buon appetito.

 

 

Posted in torte salate | Commenti disabilitati su Torta salata speck e zucchine

Cotton cheesecake

I LOVE COTTON CHEESECAKE

L’altra sera a cena con amici mi hanno chiesto se conoscevo la Cotton Cake, mai sentita, subito abbiamo guardato su google ed è comparsa una torta soffice simile alla cheesecake internamente ma con la consistenza si una nuvola. La sera a casa, mentre tutti dormivano ho cercato qualche ricetta, non potevo non farla, ed ho scelto quella del blog Pandispagna ed ho fatto benissimo, un successone.

Ecco la ricetta, buon lavoro e vi assicuro sarà un successo e farete un figurone.

INGREDIENTI

Per uno stampo da 18 cm di diametro con cerniera

125 gr di formaggio tipo Philadelphia ( io ho sommato quello che avevo in casa)

40 ml di olio di semi di girasole o mais

60 ml di latte intero

1bustina di vanillina

30 gr di maizena, setacciata

75 gr di zucchero superfino, separato in due parti: 25 gr e 50 gr

3 uova grandi

20 ml di succo di limone

zucchero a velo per la decorazione

Preriscaldare il forno a 150 gradi, statico. Prendere il nostro stampo e foderare il fondo e i lati interni con la carta forno, è un po’ un foderamento da equilibristi ma aiutandosi con la carta da forno bagnata e la cerniera dello stampo riusciremo a foderarla, ricopriamo il fondo esterno con la pellicola trasparente e poi con la carta stagnola per isolarlo bene. Mettiamo sul fuoco una pentola con circa 1 litro di acqua e portarla  a ebollizione.

Prendere una ciotola in acciaio e versare all’interno il Philadelphia, l’olio e 25 gr di zucchero, metterla sulla pentola dove abbiamo fatto bollire l’acqua ed a bagno maria con una frusta a mano, amalgamiamo bene gli ingredienti fino a quando si saranno sciolti.

Aggiungere al composto sciolto, che abbiamo tolto dal bagno maria, il latte e la vanillina, mescolando bene, poi  aggiungere i tuorli d’uovo, uno alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta.

Incorporare la maizena setacciata e mescolare, poi aggiungere il succo di limone.

Con la planetaria o con le fruste, montare gli albumi a neve ferma, aggiungere gradualmente i rimanenti 50 gr di zucchero quando inizia a formarsi la prima schiuma.

Versare un po’alla volta gli albumi nel composto liquido e mescolare bene con una spatola in silicone dall’alto verso il basso fino ad ottenere un composto omogeneo.

Quando abbiamo finito, versare il composto facendolo cadere da una distanza di 15-20 cm dalla teglia, nella teglia foderata precedentemente.

Prendere una pirofila più grande della teglia da 18 cm, versarvi l’acqua che abbiamo usato per il bagno maria ed adagiarvi la tortiera all’interno.

Cuocere per circa 70 minuti, fino a quando la superficie della torta sia dorata.

Quando la torta sarà cotta toglierla dal forno, adagiarla su una grata e dopo 20 minuti togliere l’anello della cerniera, la carta da forno e quando sarà quasi fredda la base ed adagiarla su un piatto da portata.

La torta può poi essere spolverizzata con zucchero a velo ed è eccezionale accompagnata con marmellata di lamponi o frutti di bosco.

Ribollita con latte di cocco e zenzero

Fino a quest’anno non avevo mai mangiato la ribollita, l’altro giorno sono andata dal mio fruttivendolo di fiducia e le signore prima di me compravano tutte la stessa cosa, cavolo nero, verza e cannellini, ribollita a pranzo per tutti, allora ho chiesto ad una nonnina in fila vicino a me la ricetta, ho comprato tutto anche io ed il giorno seguente ribollita anche per noi. Questa ricetta è rivisitata rispetto all’originale, ho usato i fagioli borlotti perchè Alice li ama molto ed ho aggiunto anche zenzero grattugiato per dare un po’ di grinta e latte di cocco che io adoro, per renderla più coccolosa. Successo assicurato, anche la piccola aiutante schizzinosa l’ha divorata ed ora buon lavoro.
INGREDIENTI
  • Mettere nel boccale del BIMBY le carote precedentemente pelate ed il porro, poi tritare 20 sec velocità 8. Aggiungere 2 cucchiai d’olio d’oliva e far soffriggere per 3 minuti vel.1 a 100°C. Prima di tutto cuocere i fagioli come da istruzioni sulla confezione. Lavare e tagliare la zucchina a cubetti, pelare e tagliare la patata, lavare il cavolo verza e tagliarlo a listarelle grossolane, togliere al cavolo nero la parte più dura centrale poi tagliarlo a listarelle. Mettere tutti gli ingredienti tranne i fagioli nel BIMBY aggiungere 600 ml di acqua, pelare lo zenzero e grattugiarlo dentro al boccale e cuocere 25 minuti senso antiorario velocità 1 a 100° C. Per chi non avesse il BIMBY rosolare il porro con carota e patata in una casseruola abbastanza capiente con fondo largo, poi aggiungere tutti gli ingredienti, l’acqua e cuocere a fuoco medio con coperchio per circa 25-30 minuti..

 

  • Tornando invece al BIMBY passati i 25 minuti rovesciare tutto in una casseruola capiente, aggiungere i fagioli già cotti, salare a piacere ed a fuoco medio senza coperchio far restringere la zuppa. Una volta cotta aggiungere la panna di cocco, mescolare e servire calda.
    

Torta al latte caldo

La torta al latte caldo è una torta soffice e profumatissima, assomiglia come consistenza ad una torta paradiso. Il latte caldo che scioglie il burro, riempie la cucina di profumo di coccole, di buono e fa pensare a quelle colazioni di cui non puoi fare a meno, quelle torte da thè della domenica mangiate sul divano con un thè caldo coperti da un plaid a guardare la Tv in famiglia.

La ricetta della “Hot milk sponge cake” e’ di Tish Boyle tratta dal libro“The cake book”.

Non è una torta semplicissima da fare, bisogna stare molto attenti ad amalgamare le uova montate alla farina e successivamente al latte caldo in modo da ottenere una consistenza cremosa e soffice…prestati pochi accorgimenti, dopo la cottura non potrete più farne a meno.

INGREDIENTI per uno stampo da 20 cm

120 g latte fresco intero

60 g burro

170 g farina00

6 g lievito per dolci

170 g di zucchero

3 uova a temperatura ambiente

1 bustina di Vanillina

1 pizzico di sale

Setacciare la farina con il lievito ed il sale e mettere da parte.

Riscaldare il latte in un pentolino ed il burro fino a quando il burro non sarà completamente sciolto. (sentite il profumo del latte caldo ed il burro che invaderanno la cucina)

Montare le uova intere in una planetaria (o con le fruste elettriche), aggiungere piano piano lo zucchero e montare fino a quando la massa non avrà triplicato il suo volume (circa 10 minuti).

Montate le uova con lo zucchero, incorporate la farina un po’ per volta nella massa montata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.

Versate il latte caldo con il burro precedentemente riscaldato,  a filo sul composto e incorporatelo utilizzando la spatola.

Versate in uno stampo di 20 cm di diametro rivestito con carta forno e fate cuocere in forno preriscaldato statico a 170°C per 30 minuti.

Sformate  su una gratella per dolci ed una volta raffreddata spolverizzate di zucchero a velo.

Pizza nel tagliere

Io amo i lievitati e la pizza alla follia ed in realtà è una delle cose che mi riesce meglio. Negli anni ho cambiato tante ricette, questa a mio avviso con un po’ di manualità è la migliore, la ricetta viene dal sito di Bonci, adattata alla mia cucina ed in questo caso con poche ore di lievitazione perchè non sempre ho voglia di prepararla il giorno prima.

Questa ricetta è per una lievitazione di 3/5 ore e la dose è per 3 pizze nel tagliere, o 4 se le preferite ancora più sottili.

INGREDIENTI

1 Kg di farina 0 macinata a pietra

io ne compro una per pizza a San Patrignano ogni volta che ci vado a cena…se ci capitate fatene una bella scorta.

700 ml acqua

20 gr di sale

3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva

10 gr di lievito di birra

Ingredienti farcitura pizza margherita

300 ml passata di pomodoro 

2 cucchiai olio d’oliva

800 gr mozzarella per pizza o fior di latte (a vostro piacimento)

q.b. sale ed origano

_____________________________________________________________________

PROCEDIMENTO

Ora vi indicherò passo a passo come la preparo, probabilmente per chi se ne intende sbaglio dei passaggi ma se ho poco tempo metto tutto nella planetaria nell’ordine descritto,  poi a lievitare ed il risultato vi assicuro è sempre superlativo.

Prendere la ciotola della planetaria, versare all’interno l’acqua ed il lievito e scioglierlo con le mani o con una forchetta nell’acqua.

Aggiungere la farina, il sale, l’olio, azionare la planetaria a velocità media e quando tutto sarà amalgamato, risulterà un impasto bagnato e molto colloso, prendete la ciotola con l’impasto e copritela…chiudetela con un piatto piano e lasciate lievitare se avete tempo 3 ore, io la preparo verso le 2 del pomeriggio per la cena.

Trascorse le 3 ore, prendete le vostre teglie, versatevi sopra dell’olio d’oliva per ungerle, ma non stendete l’olio con il pennello, eventualmente muovetelo sulla teglia un po’ con le mani.

Prendete l’impasto, ricompattatelo, dividetelo ad occhio in 3 parti…se la pizza vi piace molto alta fate solo 2 teglie.

Prendere un pacco di farina, la farina vi aiuterà a stendere la pizza con le mani sulla teglia, prendete la prima palla d’impasto e mettetela al centro della teglia, spolverate sopra la palla e non sulla teglia la farina ed iniziate a stenderla con le mani fino ad ottenere un rettangolo.

Fate la stessa operazione anche per le altre due teglie.

Prendere la passata di pomodoro, stenderla con le mani e mettere le teglie a lievitare nel forno spento e chiuso.

Verso le 19 estrarre le teglie dal forno, accenderlo a 220°C, farcire le pizze a piacere e quando il forno sarà caldo infornare ogni pizza (io ne inforno 2 alla volta) per circa 10 minuti, una volta pronte mangiarle…anzi prima fare una foto e mandatemela!! Buon appetito! E se la pizza non vi viene, giuro vi invito a mangiarla a casa mia…riesce sempre!!!!!

   

  

 

____________________________________________________________________

 

Fluffosa al limone senza glutine

 

La fluffosa è una delle torte più versatili che io conosca, l’anno scorso quando una cara amica ha scoperto di essere celiaca, e non l’aveva mai assaggiata ho pensato che assolutamente dovevo rimediare e provare a prepararla. Io lavoro in una farmacia con un fornitissimo reparto senza glutine ed ho potuto scegliere farina e lievito e la fuffosa è riuscita al primo tentativo…fortuna?

Non so’ rispondere ma è riuscita subito, cresce perfettamente anche con la farina di riso ed il succo di limone copre totalmente il sapore della farina. E cosi’ dato che la mia amica vive a Parigi, la Fluffosa senza glutine al limone, ora è anche un po’ parigina perchè lei la porta  dagli amici a cena e nessuno se ne accorge!!

Buon lavoro e Fluffate sempre!

 

INGREDIENTI

Zucchero extrafine 300 gr

Farina di riso 280 gr

Succo di limone 200 ml

Olio di semi di girasole 120 ml

Uova 6 grandi

1 Baccello di Vaniglia o una bustina di vanillina

Scorza di un limone non trattato

Lievito in polvere per dolci senza glutine 1 bustina

Cremor di tartaro 1 bustina (4 gr)

 

QUESTA TORTA CREA DIPENDENZA 🙂

Prima di tutto accendere il forno a 160°C, setacciare la farina di riso in una ciotola insieme al lievito. Poi aggiungete lo zucchero extrafine ed il lievito. Grattugiate la scorza di un limone non trattato e incidete una bacca di vaniglia per estrarre i semi con la punta di un coltello ,in alternativa al baccello, potete utilizzare l’estratto di vaniglia o la vanillina in polvere ed aggiungetela agli ingredienti di questa ciotola.

In un’altra ciotola, separate i tuorli dagli albumi di 6 uova e mettete da parte gli albumi. Aggiungete ai tuorli il succo di limone (io uso l’estrattore) e l’olio di semi poi mescolate con un cucchiaio.
Unite gli ingredienti liquidi a quelli secchi ed amalgamati bene i composti

        

 

Montate gli albumi, versateli nella ciotola di una planetaria (se non avete una planetaria potete utilizzare uno sbattitore elettrico), quando saranno diventati bianchi ed inizieranno a montarsi versate il cremor tartaro e continuate a montare finchè non saranno duri.

      

 

Versare ora l’impasto nello stampo da chiffon cake, io ho utilizzato uno stampo da 25 cm di diametro che mi raccomando non dovrà essere imburrato, versate e basta poi mettete a cuocere in forno statico a 160°C per 1 ora e 15 minuti posizionando il dolce nella parte bassa del forno, statico.

Una volta cotto, sfornatelo e capovolgete lo stampo utilizzando gli appositi piedini. Lasciatelo raffreddare a testa in giù completamente.

Quando la torta sarà completamente raffreddata, aiutatevi con un coltellino per staccare i bordi, capovolgete lo stampo e spingete la base verso il basso in modo che si stacchi, poi aiutandovi con un coltellino staccate la parte superiore dello stampo.

Spolverizzare con lo zucchero a velo.

 

 

Torta feta e pomodorini

Io accendo il forno anche durante l’estate, ed adoro le torte salate! Super veloci, svuota frigorifero, cena assicurata.

Pomodori ne ho sempre in grandi quantità, ho trovato una pasta sfoglia ed una feta dimenticata in frigorifero ed ecco una buonissima torta salata, veloce veloce, salva pranzo e salva cena.

INGREDIENTI

1 Uovo
200 gr Feta
200 gr Pane grattugiato
1 Pasta sfoglia pronta
300 gr circa Pomodorini cigliegin
1 pizzico zucchero
a piacere Sale e pepe

Accendere il forno a 200 gradi, frullare la feta con un robot da cucina, aggiungere l’uovo e mescolare tutto insieme. Stendere la pasta sfoglia su uno stampo da crostata, aggiungere sul fondo il pan grattato per assorbire il liquido che faranno i pomodorini, la feta con l’uovo e tagliare i pomodorini a metà, aggiungerli alla torta.
Far cadere sulla torta un pizzico di zucchero, un pizzico di sale, pepe ed un cucchiaino d’olio d’oliva.
Infornare per circa 20-25 minuti e servire.

Buon appetit!!!

    

 

Spezzatino di seitan alla mediterranea

Il seitan è un alimento altamente proteico che viene ricavato dal glutine del frumento tenero, e senza eccedere può sostituire le proteine d’origine animali.

Questa è una delle ricette vegetariane che preferisco, lo spezzatino di seitan  è il cavallo di battaglia delle cene con i miei amici vegetariani, di solito io uso quello alla piastra aromatizzato con alga Kombu ma per la ricetta va benissimo anche il quello naturale.

 

Ingredienti per 4 persone

2 confezioni da 2 Seitan alla piastra
1 Cipolla rossa
2 cucchiai Olive nere
6 Pomodori secchi
per sfumare vino bianco
2 cucchiai Olio d’oliva, sale e pepe
1 cucchiaino Capperi

 

Steps

Tagliare a cubetti il seitan e tagliare a fette sottili la cipolla. Preparare i capperi lavandoli sotto l’acqua corrente per togliere il sale, e tagliare le olive.
In una padella antiaderente aggiungere un po’ d’olio e far saltare il seitan precedentemente tagliato insieme a tutti gli ingredienti. Sfumare con il vino bianco e quando lo spezzatino sarà pronto servire.

 

 

Torta al cioccolato senza farina

La torta al cioccolato senza farina…alto tasso di cioccolato, essenza di tutte le torte cioccolatose dove una fetta tira l’altra, non troppo dolce, avvolge il palato e rende immensamente felici…l’unica torta che mangia la piccola aiutante.

Questo dolce godurioso mi è servito per festeggiare due dei nostri più cari amici che si sono sposati dopo 18 anni insieme il giorno di San Valentino, quale miglior dolce pieno di cioccolato da portare per cena per festeggiare qualche settimana dopo il loro grande giorno?

La ricetta viene da uno dei libri di Csaba “Bon Marché” e come la maggior parte delle ricette  della “divina” come la chiamiamo io e la mia amica Irene non sbaglia!

 

Ingredienti per 6 persone
200 gr Cioccolato fondente 70%
50 gr Cacao amaro
100 gr Zucchero
3 Uova
125 gr Burro
1 Cucchiaio Zucchero a velo
200 ml Panna fresca da montare

Accendere il forno a 180° C.
Imburrare uno stampo da 20 cm con cerniera, sciogliere il cioccolato con il burro in una padella antiaderente a fuoco bassissimo e mescolare con una spatola, montare le uova intere con lo zucchero con un frullino elettrico o la planetaria.

Setacciare 50 gr di cioccolato fondente e quando il cioccolato ed il burro saranno sciolti, unirlo al composto.

Unire il composto al cioccolato, al composto montato, mescolando dal basso verso l’alto, mettere nello stampo ed infornare per 25 minuti. Prepararsi al profumo di cioccolato che avvolgerà la cucina.

Una volta che la torta sarà fredda aprire la cerniera della tortiera e trasferirla sopra ad un’alzatina.

A parte montare la panna con un cucchiaio di zucchero a velo e servire la torta con panna a piacere.

Assolutamente da mangiare in ottima compagnia

 

 

Apple pie

L’Apple Pie è una di quelle torte a mio avviso che o la odi o la ami, e se la ami è per sempre…velocissima da preparare, invade la casa con il suo profumo di mele e cannella e da inizio ai dolci dei primi freddi, preparandola durante l’inverno tante e tante volte.

Grazie a questa torta, regina probabile di tutte le torte di mele, ho capito di amare perdutamente la cannella, e mio marito le mele cotte…
Ho chiamato la mia migliore amica e l’ho avvisata che la sera a casa sua avrei portato per cena  un’Apple Pie e che se fosse stata cattiva sarei andata di corsa a comprare il gelato

Perdetevi nel profumo di cannella che invaderà la cucina e servitela calda accompagnata da  gelato alla vaniglia o alla crema, questa è la mia versione…se vi è piaciuta, l’avete provata o volete darmi qualche consiglio vi aspetto.

La ricetta modificata è stata presa dal blog  Il Cavoletto di Bruxelles … che adoro.

Tempo di preparazione: 1 ora

Per 8 persone

Ingredienti
 
250 farina00
150 Burro
6 cucchiai Acqua
un pizzico Sale
2 kg Mele
50 Burro
50 gr Zucchero
2 cucchiai Farina 00
1 cucchiaio Cannella in polvere
Gelato alla vaniglia

Preparare la pasta per la torta con la planetaria o a mano inserendo gli ingredienti nell’ordine della ricetta, ottenuta una pasta omogenea mettere la palla avvolta della carta domo pack in frigorifero ad indurire 2 ore. palla dal frigorifero e l’ho lasciata riscaldare un po’ in modo da poterla lavorare meglio…

Sbucciare e pulire le mele, tagliarle a fettine di circa 2 cm. Mettere in una padella il burro da sciogliere, le mele, cannella, la farina e lo zucchero e mescolare.

 

Prendere la pasta, dividerla in due parti, una per la base ed una per la cupola della torta, stendere la pasta e foderare una teglia meglio in ceramica (fa più effetto apple pie) o in alluminio, comunque con i bordi svasati, la mia è di circa 20 cm
Mettere all’interno tutte le mele cotte in precedenza, adagiare sopra le mele il disco di pasta per la calotta della torta e chiudere i bordi pinzandoli con le mani, fare dei tagli sulla torta per far fuoriuscire il vapore e spolverizzare la superficie con lo zucchero.

Infornare a forno caldo a 220° C per 10 minuti poi a 170° C per 30 minuti finchè non sarà dorata in superficie.

 

Posted in Dolci, torte | Commenti disabilitati su Apple pie

Zuppa imperiale

 

 

Accendere il forno a 200 °C

Sciogliere il burro ed una volta pronto metterlo in un robot da cucina ed aggiungere il semolino, il parmigiano, le uova, sale, la noce moscata e mescolare tutto.

  •           

Prendere una teglia da forno rettangolare ed un foglio di carta da forno. Inumidire la carta da forno e ricoprire la teglia.
Versare l’impasto della zuppa imperiale, livellarlo con una spatola o un cucchiaio ed infornare per circa 14 minuti.

Una volta che la superficie sarà dorata sfornare e metterla su un piano di lavoro in modo che la carta da forno resti nella parte superiore, togliere la carta da forno ed appena la zuppa imperiale sarà tiepida tagliare delle strisce in modo da ottenere dei cubetti di circa 1 cm.

Preparare poi un brodo vegetale ed una volta pronto quando l’acqua andrà ad ebollizione aggiungete la zuppa imperiale, cuocere 2 minuti e servire!!!!

 

 

Orecchioni ricotta e prezzemolo

Da quando è nata Alice cerco di preparare con lei e papi, piatti per la domenica a pranzo che mangiavo quando ero piccola, piatti della nostra tradizione, della tradizione della mia famiglia che evocano nella mia mente dei ricordi, profumi attimi che spero in futuro restino anche a lei e gli orecchioni fanno parte di questi.

Ogni domenica mattina, e dico tutte, credetemi, almeno fino ai miei 17 anni, Natale compreso mia nonna che abita vicino alla casa dove sono cresciuta arrivava verso le 8.30 – 9 per preparare la sfoglia con mia mamma e tutte le domeniche preparavano cappelletti, tagliatelle o orecchioni.

Li adoro, ne mangerei una quantità infinita ogni volta fino a scoppiare, uno tira l’altro, conditi semplicemente con burro e salvia.

Ingredients

Adjust Servings:
4 Uova
400 gr Farina 0
250 gr Ricotta di mucca
1 mazzetto Prezzemolo
70 gr parmigiano grattugiato

 

Creare una montagna con la farina sul tagliere, fare un buco al centro e rompervi le uova intere, con una forchetta iniziare a mescolare in modo che l’uovo si attacchi alla farina ed iniziare poi ad impastare con le mani finchè non otterrete una palla liscia.

Per chi usa la planetaria come me, mettere farina e uova nella ciotola e mescolare con la foglia, poi quando la palla è quasi pronta, impastarla con le mani sul tagliere.

Se sei alle prime armi e non vuoi fare tantissima fatica a tirare la sfoglia a mano, avvolgerla nella pellicola trasparente e metterla in frigorifero per qualche ora, meglio tutta la notte, se invece hai poco tempo lasciarla in frigorifero almeno 20 minuti.

Mentre la palla è in frigorifero prepara il ripieno degli orecchioni, metti in una ciotola la ricotta, parmigiano ed il prezzemolo, unisci tutto con un cucchiaio o con le mani.

Prendi la palla di pasta all’uovo dal frigorifero ed inizia a tirarla con il matterello, la sfoglia fatta a mano è più buona, più ruvida rispetto a quella tirata con la macchina per la pasta, tira una sfoglia sottile con il matterello, quando hai finito crea con una rotella per tagliare la pizza o con un buon coltello dei quadrati con lato di circa 6 cm.

Prendi il ripieno e metti una piccola quantità al centro di ogni quadrato di pasta, chiudi la pasta in modo da formare un triangolo, prendi il triangolo, unisci gli angoli e chiudili utilizzando i denti di una forchetta.
Cuoci in abbondante acqua salata.

  

  

  

 

  

  

Muffin cocco e cioccolato vegani

I muffin cocco e coccolato vegani sono stati una sfida.

Qualche settimana fa mi è stato chiesto da un’amica di preparare per una festa di compleanno a sorpresa dei muffin vegani, volevo fare qualcosa di buonissimo sperando di avere l’effetto super soffice che si ha con la ricetta classica anche senza l’uso delle uova o dei suoi sostituti, quindi ho pensato di usare la mia super ricetta con le uova e toglierle, sono venuti strepitosi.

Per decorarli io ho usato panna vegetale già zuccherata, si mantiene molto bene anche fuori frigorifero e li ho decorati con dei brillini rosa.

Vi assicuro che uno tira l’altro e vi faranno sentire anche meno in colpa.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    12 pezzi
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 00 150 g
  • Farina di cocco 150 g
  • Bicarbonato mezzo cucchiaino
  • Zucchero 180 g
  • Olio di semi 90 ml
  • Latte di riso (o latte di soia) 230 ml
  • Lievito in polvere per dolci mezza bustina
  • Cacao amaro in polvere 3 cucchiai
  • Panna vegetale 200 ml
  • brillini (per decorare)

Preparazione

  1.  Accendere il forno a 170°C.

    Unire tutti gli ingredienti in una ciotola, mettendo farina, cacao amaro, lievito e bicarbonato setacciati, aggiungere il latte, l’olio e  mescolare fino ad ottenere un composto cremoso.
    Prendete una placca per muffin, disporre i pirottini all’interno e riempite ogni pirottino circa per 3/4 della sua altezza.
    Cuocere in forno caldo a 170° C, statico, per circa 20 minuti.
  2. Montare la panna vegetale e con l’aiuto di una sac a poche decorare i muffin.

1 2 3 6