Ciuiga del Banale
Ciuiga del Banale

Se tra l’1 e 3 novembre ci trovassimo a passeggiare tra le vie del bellissimo borgo di S. Lorenzo in Banale, potremmo imbatterci in una interessante sagra che promuove un gustosissimo salume locale tipico: La Ciuiga.

La Ciuiga fu  prodotta per la prima volta nel 1875 da un macellaio di S.Lorenzo in Banale.

Questo particolare salume nasce in un periodo di grande povertà.
In quegli anni, le carni più pregiate del maiale erano destinate alla vendita, mentre gli scarti venivano sfruttati per creare prodotti per il consumo personale.
Anticamente erano usati testa, cuore e polmoni del maiale che venivano uniti alle rape (la proporzione era di 20% di carne e 80% rape) e per dare colore veniva usato il sangue, quindi erano insaccati nel budello e poi affumicati .

Si racconta che dopo essere stata affumicata, la Ciuiga,  si restringesse così tanto da sembrare una pigna. Da qui il nome “Ciuiga” che nel dialetto locale significa, appunto , “pigna”.

Adesso la preparazione della Ciuiga parte dalle rape che vengono affettate, cotte e torchiate, eliminando, in questo modo, la maggior parte dell’acqua. Successivamente vengono aggiunte alla spalla la coppa e pancetta tritate.
A questo punto la Ciuiga viene insaccata e fatta affumicare per otto giorni su un fuoco alimentato da rami di Ginepro.
Alla fine di questo processo può essere consumata in due modi:
Fresca (già dopo pochi giorni) dopo averla bollita per una ventina di minuti.
Stagionata per una ventina di giorni in più. In questo caso assume le stesse caratteristiche del salame e può essere gustata a fette e accompagnata da patate o cicoria finemente tagliata.

A causa delle caratteristiche originali di questo prodotto, la Ciuiga rischiava di essere dimenticata, ma il recupero delle tradizioni locali di cui il Trentino è grande promotore, ha fatto si che questo ottimo prodotto fosse rivalutato ed esaltato tanto da venire catalogato da Slow Food come uno dei presidi del Trentino Alto Adige.

Commenti disabilitati su Ciuiga del Banale

Comments are closed.