Asiago DOP

Le origini di questo formaggio si fanno risalire all’anno 1000 L’asiago è un formaggio a pasta semi-cotta

La durata della sua stagionatura determinerà la  denominazione di vendita:
Asiago mezzano, stagionato per 3-8 mesi. La pasta è compatta, anche se ancora abbastanza morbida, di colore paglierino intenso, con occhiatura di piccola e media grandezza, gustoso ma ancora dolce. E’ottimo formaggio da tavola.
Asiago vecchio, stagionato per 9-18 mesi. A pasta dura, compatta, di colore paglierino, con occhiatura media e sapore deciso e piccante.
Asiago stravecchio, stagionato per due anni o più. La pasta è molto dura e granulosa, di colore paglierino e dal sapore intenso. con occhiatura abbastanza piccola. Ancor più pregiato se l’affinamento si protrae per oltre due anni . 

Quando l’Asiago DOP viene realizzato sopra i 600 metri di altitudine, viene aggiunta la menzione “Prodotto della Montagna”.

Per essere conservato nel migliore dei modi  la fetta deve essere tagliata perfettamente, avvolta nella pellicola, a temperature di 8-9 °C. L’asiago fresco si conserva meno di quello d’allevo, quindi deve essere consumato più velocemente. Quello d’allevo se è “stravecchio” si conserva con buoni risultati avvolto in una tela, anche a temperature più elevate.

Asiago DOP
Asiago DOP

 

AREA GEOGRAFICA:

Province di Vicenza, Trento e in alcune province del Padovano

ABBINAMENTI:

Radicchio
Fave
Peperoni
Nocciole
Fungi
speck
Uva
Miele di castagno

 

 

Comments are closed.