LE SARDE A BECCAFICO di Mamma Angelina

Il nome curioso di questo piatto, tipico della mia regione, si dice sia nato dall’invidia per un piatto succulento del Re dei Normanni. I pescatori, infatti, non potendo permettersi cacciagione, sostituirono i poveri uccellini (appunto i beccafico), con le sardine, le quali, una volta ripiene e fatte ad involtini, lasciavano intravedere la loro pinnetta, simile, alla codina dei volatili.
Questa che vi propongo oggi, è una ricetta un pò diversa dall’originale: è la ricetta di mamma Angelina, donna dolcissima, cuoca bravissima e mamma della mia Anto, siciliana anche lei. Non si discosta molto dalla ricetta originale, almeno nella prima parte e negli ingredienti, ma lei, ha saputo dare, “quel tocco in più” a questo piatto diciamo, “povero”, ma gustosissimo.

Ingredienti x 4 persone
  • 800 gr. di sarde

Per il ripieno

  • 200 gr di mollica fresca o pangrattato
  • 50 gr di pinoli
  • 50 gr.di uva sultanina
  • 150 gr. di pecorino grattugiato
  • una manciata di olive bianche tritate
  • prezzemolo
  • 4 filetti di acciuga sotto sale
  • qualche goccia di aceto balsamico
  • sale q.b.
  • olio evo

  • pomodorini o passata di pomodoro a pezzettoni
  • farina q.b per friggere le sarde
Procedimento

Cominciate con il pulire le sarde (armatevi di santa pazienza!!!), togliete loro la testa, le interiora e la lisca centrale. Cercate di lasciare le codine (io l’ho tolta, perchè, oltre a mio figlio, è “antipatico” anche mio marito in certe cose…) e soprattutto di lasciarle intere!!! Lavatele e asciugatele per bene. A questo punto, cominciate a preparare il ripieno con la mollica e con tutti gli altri ingredienti. Aggiungete qualche cucchiaio di olio evo e mescolate bene. Adesso siete pronti per riempire le sarde. Prendetene una e riempitela con un pò d’impasto, sovrapponete a questa un’altra sarda, a mò di sandwich, con la pelle rivolta verso l’esterno e continuate fino ad esaurimento degli ingredienti. Infarinate e friggete le sarde, mettendole man mano su carta assorbente. Adesso, fate imbiondire una cipolla, tagliata sottilmente, in un tegame con un goccio d’olio e aggiungetevi dei pomodorini o dei pezzettoni di pomodoro, salate, insaporite con aromi e fate cuocere per una diecina di minuti. Passato il tempo, trasferite le sarde nel tegame e coprite, facendole andare giusto il tempo per farle insaporire. Generalmente, le sarde a beccafico, non si mangiano calde, quindi fate intiepidire il tutto e serviteeeee!!!!!

Un grazie particolare a mamma Angelina, per questa meravigliosa ricetta!!!!

E dedico questo piatto alla mia Lady Cocca…….perchè so che ama tantissimo questo tipo di pesce!!!!Eheheheheh…….(mi sarò giocata il posto di lavoro?????)

Un bacione a tutti……Antonella

Precedente UN RAMO DI STELLE DI NATALE Successivo E' NATALE PER TUTTI I BAMBINI!!!!!

8 commenti su “LE SARDE A BECCAFICO di Mamma Angelina

  1. OHHHHHh io ODIO il pesce!!!!Sembro puffo brontolone….ma è la verità proprio non mi piace…solo qualcosina!!!!Sarà sicuramente ottima…ma forse sarà l’unica che non proverò…scusami tesoooooo ma proprio non ci riesco!!!!Perdonooooooooooooooo

  2. x SnookyHai ragione….è proprio appetitoso!x le mie gemellinegrazie tesorine, ma ricordate che questa nn è la ricetta originale.x MammazanGrazie cara, sei davvero gentilissima!!!!!X Cocchina miaok…ti perdono, ma ho l’impressione che tutti i piatti di pesce dovrò postarli io…..o no?????Un bacio a tutteAntonella

  3. Annaaaaaaaaaa!!!!!!!!Anche tu?????Nooooooo!!!!!Ma come è possibile????Io mangerei sempre pesce!!!!!!Va bene, è Natale….vi perdono…eheheheh….Un bacio grandissimoooooooAntonella

Lascia un commento