Sarde a beccafico alla palermitana

Le sarde a beccafico sono una ricetta tipica siciliana, ideale sia come secondo che come antipasto sostanzioso. Molto appetitose e semplici da preparare, le sarde a beccafico sono uno dei piatti più noti e amati della cucina siciliana, ma forse non tutti sanno da dove deriva il curioso nome di questa ricetta: il beccafico era un volatile molto cacciato nell’isola fin dal passato e veniva generalmente cucinato farcito con ingredienti vari, tra cui pinoli e mollica di pane. Come tutta la cacciagione, i beccafichi erano un piatto inaccessibile per il popolo, che si inventò così una variante “povera” ma altrettanto gustosa, sostituendo alla carne un pesce presente in gran quantità nell’isola: nascono così le sarde a beccafico. Come per molte ricette regionali, esistono varie versioni delle sarde a beccafico: io ho seguito la ricetta palermitana, che prevede che le sarde vengano arrotolate a mo’ di involtino e cotte in forno, intervallate da foglie di alloro. Nella versione catanese, invece, vi è l’aggiunta di formaggio nella farcia e le sarde a beccafico vengono accoppiate a mo’ di sandwich. Le sarde a beccafico sono un piatto sano e leggero, che ci permette di gustare in modo diverso il pesce azzurro, una varietà molto apprezzata sia per il suo sapore che per le sue qualità nutrizionali.

verticale_sarde a beccafico ricetta siciliana facile e gustosa il chicco di mais

sarde a beccafico ricetta siciliana facile e gustosa il chicco di mais

Ricetta delle sarde a beccafico alla palermitana

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 g di sarde fresche
  • 40 g di pangrattato
  • 30 g di pinoli
  • 20 g di uvetta
  • Un mazzetto di prezzemolo fresco
  • 1 spicchio di aglio piccolo
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • Un pizzico di sale
  • Pepe qb
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Per condire le sarde a beccafico:

  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • ½ arancia (solo il succo)
  • 1 cucchiaino di miele
  • Qualche foglia di alloro

Procedimento (preparazione: 40 min. cottura: 20 min.)

Per preparare le sarde a beccafico iniziate occupandovi della farcia: mettete l’uvetta in ammollo in acqua tiepida (1). In una padella fate rosolare il pangrattato in 2 cucchiai di olio (2), facendo attenzione che non si bruci. In una ciotola mettete il pangrattato, l’uvetta strizzata, il prezzemolo tritato, i pinoli, lo zucchero, l’aglio schiacciato, un pizzico di sale e una macinata di pepe (3).

sarde a beccafico ricetta siciliana facile e gustosa il chicco di mais 1 preparare la farcitura

Mescolate per amalgamare bene il tutto (4). A questo punto pulite le sarde: squamatele con il dorso di un coltello, eliminate la testa, apritele a libretto, senza separare le due metà, togliete la lisca e le viscere. Sciacquatele abbondantemente e asciugatele tamponandole con un foglio di carta da cucina (5). Distribuite un po’ di farcia su ciascuna delle sarde, tenendo la parte con la pelle all’esterno (6).

sarde a beccafico ricetta siciliana facile e gustosa il chicco di mais 2 pulire le sarde

Arrotolatele partendo dalla parte dove era la testa (7) e formando un involtino (8). Ungete con un filo d’olio una pirofila che possa contenere di misura tutti gli “involtini” così ottenuti (9).

sarde a beccafico ricetta siciliana facile e gustosa il chicco di mais 3 fare gli involtini di sarde

Disponete le sarde a beccafico una accanto all’altra, con la coda rivolta all’insù (10). Qua e là inserite le foglie di alloro. Se vi avanza un po’ del ripieno potete spolverizzarlo sulla superficie (11). Per ultimo il condimento: spremete mezza arancia e mescolatela in una ciotola con 2 cucchiai di olio e un cucchiaino di miele (12).

sarde a beccafico ricetta siciliana facile e gustosa il chicco di mais 4 condire le sarde

Emulsionate il tutto con una forchetta, quindi distribuite sulla superficie delle sarde a beccafico (13) in modo da irrorarle tutte. Cuocete le sarde a beccafico nel forno già caldo a 200° (statico) per circa 20 minuti, estraetele dal forno (14) e copritele subito con un foglio di alluminio (15). Lasciatele riposare per circa 20 minuti.

sarde a beccafico ricetta siciliana facile e gustosa il chicco di mais 5 cuocere le sarde

Servite le sarde a beccafico tiepide, come antipasto o come secondo.

Se ti è piaciuta la ricetta delle sarde a beccafico segui il Chicco di Mais anche su Facebook, Twitter e Google+ mentre qui trovi lo speciale sulla cucina siciliana!

 

7 commenti su “Sarde a beccafico alla palermitana

  1. Sei stata bravissima! Io non saprei proprio farle o sicuramente non mi verrebbero così ghiotte e accattivanti come le tue. Ti rispondo qui in merito al mio blog: ho dovuto disattivare i commenti anonimi perchè purtroppo in queste settimane sono arrivati dei cretini di troppo a commentare a vanvera :/ Un abbraccio

Lascia un commento