Crea sito

Crema di asparagi

Print Friendly, PDF & Email

L’inizio della primavera porta con sè gli asparagi selvatici che io adoro. Vado spesso a raccoglierli in campagna e li cucino molto volentieri sia con i primi piatti che con semplici frittate. Quando capitano periodi molto generosi li conservo in freezer dopo averli bel lavati ed asciugati ma quest’anno ne sto raccogliendo talmente tanti che ho dovuto trovare una soluzione alternativa 😀  Così mi è venuta l’idea di questa deliziosa crema, velocissima da preparare, comoda da conservare in frigo per qualche giorno, o per più tempo nel freezer, e molto versatile. Provatela per condire la pasta o il riso oppure per guarnire crostini o bruschette, ma anche per accompagnare la carne e poi ditemi che non ho ragione 😉

Naturalmente in mancanza degli asparagi selvatici potrete usare anche quelli coltivati, facilmente reperibili dal verduraio o al supermercato.

 


Crema di asparagi

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di asparagi selvatici;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 1 o 2 mestoli di brodo vegetale;
  • 100 ml di latte o panna;
  • olio evo q.b;
  • sale q.b.;
  • peperoncino q.b.

 

 

Per prima cosa lavate per bene gli asparagi e privateli della parte più dura del gambo quindi tagliateli a rondelline. Metteteli in una padella con l’olio, l’aglio tritato finemente e il peperoncino (la quantità ovviamente dipende dal vostro gusto) e aggiustate di sale. Fate insaporire per qualche minuto poi aggiungete un primo mestolo di brodo, coprite con il coperchio e lasciate cuocere gli asparagi sino a quando si ammorbidiranno. Se vedete che si asciugano troppo rimanendo ancora duri aggiungete altro brodo e continuate la cottura.

Una volta che gli asparagi saranno cotti, trasferiteli in una ciotola e aggiungete il latte (che io preferisco perchè più leggero) o la panna e lavorateli con il frullatore ad immersione sino ad ottenere una consistenza liscia e cremosa.

La vostra crema è pronta e non dovrete fare altro che usarla subito per condire i vostri piatti o riempire dei barattoli per conservarla sino al prossimo utilizzo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.