Crea sito

Torta Sabiosa

by

2017-01-14-07-31-06

Il mio papà è nato in un piccolo paesino tra le montagne dell’Oltrepò Pavese, alla testata della Val Tidone, vicino al passo del Penice. Cà Rocchi è un piccolo gioiellino nascosto, dove è possibile ritrovare la natura in tutta la sua bellezza ancora incontaminata dalle attività dirette o indirette dell’uomo. In questo magico paesino ho passato la maggior parte delle mie estati da adolescente e non vi nascondo, che a volte un velo di nostalgia accompagna i miei ricordi, soprattutto legati al tempo passato con i miei amati nonni paterni.

Trattandosi di una frazione molto piccola, è necessario recarsi al paese vicino per le provviste alimentari. Ho bellissimi ricordi di mattinate passate insieme al nonno Cesare a fare acquisti nelle botteghe per le strade di Romagnese. Ed è proprio il mio nonno che mi ha fatto conoscere per la prima volta una torta speciale. Eh si, è proprio una torta speciale, semplice nell’aspetto, ma credetemi, paradisiaca al palato, la Torta “Sabiosa”.

Questo capolavoro viene sfornato giornalmente da una famosa bottega del paese, impossibile recuperare la ricetta magica, custodita gelosamente dai proprietari, e come dargli torto, io non sarei da meno.

Ho curiosato qua e là sul web per capire quale fosse il segreto nascosto di questa torta. Non ho sicuramente la presunzione di riuscire al primo tentativo, ma non mi arrenderò, chi la dura la vince!!!!

Questo primo tentativo non è andato male. La mia “Sabiosa” è stata apprezzata dalla famiglia, ha un buon sapore, goloso, delicato ma è ancor molto lontana dalla “Sabiosa” che il nonno Cesare non ci faceva mai mancare alla domenica…

Ecco la ricetta della mia prima “Sabiosa”, da sperimentare.

Ingredienti:

  • 300 gr di burro
  • 300 gr di zucchero a velo
  • 300 gr di fecola
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia
  • Buccia grattugiata di un limone
  • 8 gr di lievito per dolci

In una planetaria, montate il burro a crema con lo zucchero. Separate i tuorli dagli albumi. Montate questi ultimi a neve ben ferma. Unite i tuorli alla crema di burro uno per volta ed assicurandovi che vengano incorporati per bene. Aggiungete la scorza di limone e la fecola setacciata con il lievito.

Unite gli albumi montati a neve nel composto aiutandovi con una spatola e facendo movimenti delicati dal basso verso l’alto.

Versate l’impasto in una teglia da 22 cm, precedentemente imburrata e infarinata, e livellatelo.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 160° per 40 minuti. Prima di sfornare, lasciate riposare la torta in forno spento per 5 minuti.

Sformate la “Sabiosa”, lasciate raffreddare e cospargete con abbondante zucchero a velo.

Ideale per la colazione, per la merenda, a fine pasto, insomma ogni volta che vi sentite tristi ed avete voglia di dolce…

2017-01-14-07-38-40

ENJOY

2017-01-14-07-36-17

Fluffosa al cocco

by

 20161218_093724

Eccomi qui ancora una volta a pubblicare una nuova FLUFFOSA. Ebbene si, lo ammetto, sono diventata anche io dipendente da questa torta spettacolare, sforno FLUFFOSE come se non ci fosse un domani. Questa volta vi propongo la versione al cocco, sofficissima e golosissima, un’ondata di positività tutta da gustare.

Ingredienti:

  • 90 gr di farina 00
  • 80 gr di cocco rapè
  • 120 gr di zucchero
  • ½ bustina lievito per dolci
  • 65 ml di olio di semi di arachidi
  • 90 ml di latte di cocco
  • 3 uova intere
  • 1 bustina di cremor tartaro

Separate i tuorli dagli albumi. Montate gli albumi, nei quali aggiungerete la bustina di cremor tartaro, a neve ferma. Setacciate in una terrina capiente la farina, lo zucchero, il sale, il lievito ed aggiungete il cocco rapè. Fate un buco al centro e versate in questo ordine, senza mescolare, i tuorli, il latte di cocco e l’olio. Mescolate gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto aggiungete gli albumi montati a neve poco per volta, con delicatezza, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto.

Versate il composto nello stampo senza ungerlo e infarinarlo.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 160° per 60 minuti. Una volta cotta, sfornate la vostra Fluffosa e capovolgete lo stampo a testa in giù appoggiandolo sugli appositi piedini di cui è dotato. In questo modo la vostra torta prenderà aria e raffreddandosi si staccherà da sola dai bordi. Una volta raffreddata staccate la parte superiore dello stampo aiutandovi con un coltellino sottile.

La Fluffosa al cocco è pronta. Per la presentazione, lasciate libero spazio alla vostra fantasia, anche se, la Fluffosa in tutta la sua semplicità accarezzata da una  leggera spolverata di zucchero a velo, lasciatemelo dire, è tanta roba. 😋😋😋

20161218_093830

💟💟ENJOY💟💟

2016-12-18-08-53-33

Biscotti Stellari con Farina di Riso e Mandorle

by


img_20170101_065254

Il giorno di Natale, oltre al mio ormai classico ed irrinunciabile tiramisù, ho preparato questi biscottini deliziosi con la farina di riso e di mandorle. La mia dispensa oramai pullula di farine diverse, mai avrei pensato di sfornare qualcosa che non contenesse farina 00 ed invece, eccomi qua oggi a postare una ricetta classica, veloce ma con ingredienti speciali.

Questi biscotti sono perfetti per essere gustati in ogni momento della giornata, hanno una consistenza leggermente più morbida rispetto alla classica pasta frolla ed un retrogusto di mandorla che la rende unici.

Ingredienti:

  • 200 gr di farina di riso
  • 100 gr di farina di mandorle
  • 120 gr di burro a temperatura ambiente
  • 90 gr di zucchero di canna (zefiro)
  • 1 uovo
  • marmellata di frutti di bosco

Ponete tutti gli ingredienti secchi in una bowl (farine e zucchero) e mescolate con un cucchiaio. Aggiungete burro tagliato a pezzetti e l’uovo. Amalgamate velocemente gli ingredienti a mano o facendovi aiutare la planetaria (per la preparazione di questi impasti io prediligo la lavorazione manuale per regolarmi sulla consistenza). Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo e compatto, formate una palla e mettete a riposare in frigorifero per almeno 1 ora (la consistenza di questa frolla è più morbida rispetto a quella tradizionale, vi consiglio quindi di tenerla più a lungo a riposo in frigorifero così non avrete problemi quando dovrete stenderla per la preparazione dei biscotti).

Eccoci qui con la nostra frolla pronta per essere trasformata in una pioggia stellare di biscotti o, se preferite, in una classica crostata.

Utilizzando una spianatoia infarinata, stendete la vostra frolla aiutandovi con un mattarello in silicone e delle guide (io utilizzo delle bacchette di legno dello spessore di 5 mm). Prendete dei coppapasta e formate i vostri biscotti che potranno essere semplici oppure doppi con marmellata. Visto il clima natalizio, io ho utilizzato delle stelle.

⭐️⭐️⭐️Ed ecco qui i nostri biscotti stellari ⭐️⭐️⭐️

✨✨ENJOY✨✨

Questi biscottini hanno avuto cosi poco successo che ho replicato qualche giorno dopo sfornando questa deliziosa crostata stellare 😋😋

2017-01-01-06-36-06

Biscotti di Grano Saraceno

by

2016-12-14-14-53-09

Qualche giorno fa, una cara amica, anche lei mamma di due splendidi bambini e appassionata di cucina, ha portato in ufficio dei golosissimi biscotti di Grano Saraceno. Dopo averli assaggiati ed apprezzati, tornando a casa sono corsa subito al supermercato per acquistare la farina di Grano Saraceno.

Questa mattina presto, mentre tutto dormivano, sola sola nella mia cucina ho preparato questi deliziosi biscottini. Il loro profumo, appena sfornati, ha inebriato tutta la casa, creando una calda atmosfera e rendendo il risveglio di mio marito e della mia bimba ancora più dolce. Non c’è nulla di più bello che fare colazione insieme, davanti al nostro albero di Natale “sbarluccicoso”, tra risate e coccole.

Per la ricetta di questi biscotti, mi sono ispirata al blog della mia amica, che credetemi, vale la pena visitare. Ci sono delle ricette curiose, quotidiane, golose, raccontate passo a passo e con quell’ingrediente che non deve mai mancare ma che non è da tutti, ma Grazia, la mia amica, c’è l’ha, il CUORE. Ecco il link per visitare il suo blog: https://peccatuccidigola.wordpress.com/

Ingredienti

  • 200 gr di Farina di Grano Saraceno
  • 100 gr di Farina 00 (io utilizzo la farina del Molino di Vigevano per crostate e biscotti, ottima a parer mio)
  • 120 gr di burro
  • 90 gr di zucchero di canna (io utilizzo Zefiro)
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • Marmellata di albicocche

Ponete il burro ammorbidito in una terrina capiente e lavoratelo con lo zucchero fino a ottenere un composto cremoso. Unite l’uovo ed una volta che sarà completamente incorporato aggiungete la farina ed un pizzico di sale. Impastate velocemente fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati. firmate un panetto e lasciate riposare in frigorifero per circa 1 ora. Trascorso il tempo, stendete la pasta con il mattarello, io mi sono aiutata con delle guide di legno per ottenere uno spessore omogeneo di circa 1 cm. Ricavate i biscotti con le formine che preferite e distribuiteli su una placca rivestita con carta da forno. Io ho utilizzato  dei semplici coppapasta, ho ritagliato prima dei cerchi, li ho suddivisi in coppie uno per la base, l’altro per la copertura. Dopodichè ho sagomato il cerchio della copertura con una formina più piccola per lasciar spazio alla marmellata.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per poco più di 10 minuti. Vi consiglio comunque di seguire la cottura e sfornare quando vedrete i bordi cominciare a scurirsi.

Sfornate i biscotti e poneteli su una gratella. Una volta freddi potrete tenerli semplici oppure come ho fatto io, accoppiarli, unendoli con la marmellata di albicocche.

2016-12-14-14-56-56

Servite cospargendo con zucchero a velo, magari accompagnati da una fumante tazza di the caldo o ancora meglio, cioccolata con panna.

💝💝ENJOY💝💝

Le Lenticchie di Gilda

by

img_20161111_123319

In queste gelide e lunghe giornate che precedono un inverno che ha tutta l’intenzione di essere senza pietà, non c’è nulla di meglio che una bella zuppa di lenticchie fumante da condividere a casa con la propria famiglia.

La zuppa di lenticchie è un piatto unico, molto nutriente e ricco di proteine e ferro. E’ stato uno dei miei piatti preferiti durante la gravidanza. Gilda, la mia mamma, me lo preparava ogni settimana con pazienza per soddisfare la mia voglia incontrollabile e, si sa, i piatti preparati con il cuore sono i migliori in assoluto, se poi il cuore è quello della mamma….beh….non c’è bisogno di aggiungere altro.

Ho deciso quindi di condividere con voi la ricetta di questa zuppa, un piatto saporito e salutare, molto semplice da realizzare.

Ingredienti:

  • 500 gr di lenticchie piccole
  • 2 carote grandi
  • 2 coste di sedano
  • 1 cipolla
  • Alloro
  • Cumino
  • 3 Chiodi di garofano
  • Qualche cucchiaio di passata di pomodoro
  • Olio EVO
  • Sale
  • Acqua q.b.

Mettete le lenticchie in ammollo in acqua fredda la sera precedente la preparazione della vostra zuppa.

Preparate carote e sedano per il soffritto riducendole a tocchetti. Scaldate l’olio in una casseruola capiente, tritate la cipolla e versatela in padella. Appena la cipolla sarà dorata, aggiungete le carote ed il sedano e fate cuocere per 10 minuti mescolando di tanto in tanto. Unite anche i sapori, le foglie di alloro e i chiodi di garofano e far stufare per qualche minuto. A questo punto aggiungete le lenticchie (che devono essere ben scolate ovviamente), il cumino e aggiustate di sale. Rosolate per qualche minuto ed in ultimo aggiungete 3/4 cucchiai di passata di pomodoro e l’acqua calda fino a coprire completamente le lenticchie. Chiudete con un coperchio e fate cuocere a fuoco dolce per circa 2 ore aggiungendo acqua calda qualora la zuppa si dovesse asciugare troppo. Non dimenticatevi di assaggiare le lenticchie per regolare la cottura.

Servite la vostra zuppa ben calda ed accompagnata da un filo di ottimo olio EVO e crostini di pane tostato.

😋😋ENJOY😋😋

Fluffosa al Limone

by

 Fluffosa al limone
Fluffosa al limone

E’ in assoluto la più famosa della rete, alta, sofficissima, fresca e delicata, la Fluffosa al Limone.

Questa versione fa impazzire grandi e piccini. La mia piccola ne va ghiotta ed è un piacere vederla sporcarsi mentre gusta soddisfatta la sua fettina di fluffosa, una torta leggera, composta di ingredienti semplici e genuini. Una soffice nuvola dall’aroma agrumato ideale non solo per la colazione ma anche per la merenda.

La Fluffosa al limone è facilissima da realizzare, inoltre, è una torta preparata senza burro e senza l’aggiunta di latte, quindi ideale per gli intolleranti al lattosio. Vi consiglio di utilizzare limoni BIO non trattati che esalteranno ancora di più il sapore della vostra torta.

Ingredienti per stampo diam 18:

  • 180 gr zucchero
  • 200 gr farina
  • 4 uova
  • 100 ml succo di limone filtrato
  • scorza di limone
  • 80 gr olio di semi
  • 1\2 bustina lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di cremor tartaro

Separate i tuorli dagli albumi. Montate gli albumi, nei quali aggiungerete la bustina di cremor tartaro, a neve ferma. Setacciate in una terrina capiente la farina, lo zucchero, il sale ed il lievito. Fate un buco al centro e versate in questo ordine, senza mescolare, i tuorli, la spremuta di limone, la scorza di limone e l’olio. Mescolate gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto aggiungete gli albumi montati a neve poco per volta, con delicatezza, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto.

Versate il composto nello stampo senza ungerlo e infarinarlo.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 160° per 60 minuti. Una volta cotta, sfornate la vostra Fluffosa e capovolgete lo stampo a testa in giù appoggiandolo sugli appositi piedini di cui è dotato. In questo modo la vostra torta prenderà aria e raffreddandosi si staccherà da sola dai bordi. Una volta raffreddata staccate la parte superiore dello stampo aiutandovi con un coltellino sottile.

Ecco che si materializza davanti ai vostri occhi la Fluffosa al Limone in tutta la sua bellezza. Potrete servirla semplicemente ricoperta da zucchero a velo oppure decorarla a piacere.

Non aggiungo altro, vi lascio il piacere di tuffarvi in questa leggera nuvola che vi conquisterà al primo morso….e se la golosità aumenta….fate il bis….😉😉😉

😋😋ENJOY😋😋

2016-12-04-09-26-172016-12-04-09-25-55

Fluffosa all’Arancia e Cannella

by

 

Fluffosa Arancia e Cannella
Fluffosa Arancia e Cannella


Questa mattina mi sono svegliata inebriata da un dolce profumo che ha invaso tutta la casa. L’aroma speziato della cannella accostato alla nota acida dell’arancia crea una deliziosa miscela naturale che rilascia nell’ambiente una fragranza sublime.  Se poi tutto questo nasce da una deliziosa Chiffon Cake all’arancia e cannella preparata la sera precedente….beh….non esiste risveglio migliore.

Eccoci qua dunque a parlare nuovamente di questa torta altissima, sofficissima e leggera come una nuvola. Per la preparazione di questa torta, ho seguito la ricetta di Monica Zacchia e del suo fantastico libro delle “Fluffose”. Gli ingredienti speciali di questa versione, la cannella ed il succo di arancia appunto, donano a questa torta un gusto che sa di Natale e le conferiscono un carattere avvolgente che riscalda senza dubbio queste interminabili e fredde giornate di Dicembre.

Ingredienti per uno stampo da Chiffon Cake diam.18:

  • 190 gr. di zucchero
  • 180 gr. di farina
  • 4 uova
  • 5 gr di cannella
  • 150 ml di spremuta di arancia filtrata
  • scorza arancia non trattata
  • 80 gr olio di semi di arachide
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di cremor tartato

Setacciate insieme nella bowl della planetaria o in una grande ciotola la farina, lo zucchero, il lievito e la cannella. Fate un buco al centro e versate senza mescolare: l’olio, i tuorli (che devono essere separati dagli albumi), la spremuta di arancia filtrata e la scorza grattugiata dell’arancia. Azionate la planetaria, utilizzando la frusta, e mescolate insieme gli ingredienti sino ad ottenere un composto omogeneo. Nel frattempo montate gli albumi a neve con il cremor tartaro. Incorporate gli albumi montati al vostro composto mescolando con una spatola delicatamente dall’alto verso il basso. Versate il composto nel vostro stampo da chiffon cake senza imburrarlo e infarinarlo.

Cuocete in forno preriscaldato a 160° per 60 minuti. Una volta cotto, sfornatelo e capovolgete lo stampo a testa in giù appoggiandolo sugli appositi piedini di cui è dotato. In questo modo la vostra Fluffosa prenderà aria e raffreddandosi si staccherà dai bordi da sola. Una volta raffreddata, staccate la parte superiore dello stampo aiutandovi con un coltellino sottile.

Ora che la vostra Chiffon Cake è pronta potrete decorarla a piacere. Potrete lasciarla nella sua sontuosa semplicità cospargendola solamente di zucchero a velo oppure potrete decorarla con delle arance caramellate o come meglio credete.

😋😋ENJOY😋😋

2016-11-28-21-27-56

Frolla aromatizzata al pistacchio con confettura di albicocca

by

Crostata alla confettura di Albicocca
Crostata alla confettura di Albicocca

La crostata all’albicocca rappresenta senza dubbio il classico per eccellenza. Ideale per la colazione o la merenda, la frolla alla confettura di albicocca oltre ad essere genuina è anche molto semplice da realizzare. Così come la torta di mele, anche per la crostata ci sono numerose varianti realizzabili, a seconda del vostro gusto, potrete arricchire la frolla con diversi aromi e farcirla con le confetture che più vi aggradano.

L’impasto della frolla che vado a presentarvi in questo articolo è stato realizzato seguendo il metodo “sabbiato”. Con questo metodo otterrete una frolla più friabile, ottima per realizzare frollini, pasticceria mignon ma anche crostate. Potrete lavorare l’impasto sia con una planetaria che a mano. Personalmente preferisco il metodo a mano perchè mi permette di sentire le consistenze e di conseguenza bilanciare la pasta frolla.

Ingredienti per uno stampo da 28:

  • 350 gr di farina (io utilizzo la miscela per biscotti e crostate del “Molino Vigevano”, adatta per tutti i tipi di dolce a pasta frolla)
  • 50 gr di farina di pistacchi
  • 125 gr di zucchero
  • 150 gr di burro
  • 2 tuorli
  • 1 uovo intero
  • buccia d’arancia grattuggiata
  • marmellata di albicocche 500gr

Amalgamate per prima cosa  la farina setacciata, la farina di pistacchio ed il burro in modo che il grasso rivesta le farina facendole assumere un aspetto sabbioso. Aggiungete lo zucchero, le uova e la buccia di arancia grattuggiata. Lavorate velocemente fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Avvolgete l’impasto nella pellicola è lasciatelo riposare in frigo per 1 ora.

Passata 1 ora, prendete il vostro impasto, tenendone una parte per le decorazioni finali e procedere a stendere la frolla in modo tale che sia tutta dello stesso spessore (io mi aiuto con delle asticelle di legno spesse 4,5 mm che funzionano da guida per il matterello).

Imburrate ed infarinate una teglia da 28 cm, disponete la vostra frolla in modo che rivesta superficie e bordi della tortiera. Bucherellate il fondo con la forchetta e disponete la marmellata di albicocche. Con la pasta avanzata procedete con la decorazione della torta a vostro piacimento.

Prima di infornare la torta, io la faccio riposare in frigo per altri 30 minuti.

Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per 30 minuti.

lasciate raffreddare e servite 😋😋

❤️❤️ENJOY❤️❤️

Involtini Arabesque

by

Involtini Arabesque
Involtini Arabesque

Dopo tante golosità e primi piatti, è giunto il momento di pubblicare la ricetta di una seconda portata. Devo dirvi la verità, non amo particolarmente cucinare secondi piatti, ogni volta che ho ospiti a casa non so mai cosa proporre, carne, pesce, formaggi, varianti vegetariane…un vero e proprio dilemma ed alla fine non sono mai soddisfatta del risultato.

La ricetta che vi propongo oggi è estremamente semplice. Ho visto preparare questi involtini in una trasmissione televisiva, ne sono rimasta subita incuriosita e, apportando qualche piccola modifica, ho deciso di cimentarmi nella preparazione ottenendo un ottimo risultato.  Sebbene questi involtini Arabesque siano velocissimi da preparare e cucinare, sono molto gustosi. La presenza del dattero aggiunge una nota orientaleggiante che valorizza la portata e la rende molto particolare. Vi consiglio di provarli, non ve ne pentirete.

Ingredienti:

  • Fettine di vitello tagliate sottili (il numero delle fette varia a seconda del numero di involtini che intendete fare)
  • Senape di Digione
  • Prosciutto crudo di buona qualità
  • Prezzemolo
  • Pan grattato
  • Datteri israeliani secchi di buona qualità, possibilmente denocciolati

Procedimento:

Stendere le fettine di vitello su un tagliere. Spalmare sulle fettine un leggerissimo velo di senape. Cospargere di prezzemolo e pan grattato. Adagiare il prosciutto crudo ed il dattero. Arrotolare ed infilzare con degli stecchini che vi aiuteranno oltre che a tenere insieme gli involtini a gestirli meglio in cottura.

in una padella antiaderente scaldate l’olio, porre gli involtini, far rosolare da entrambi i lati per alcuni minuti. Sfumare con il vino bianco e far cuocere ancora per qualche minuto a fiamma viva.

servire ben caldi accompagnati da insalata o patate al forno croccanti.

😋😋ENJOY😋😋

 

Torta di Mele Integrale

by

Torta di Mele Integrale
Torta di Mele Integrale

Come diceva Jane Austen “Delle buone torte di mele sono una parte considerevole della nostra felicità domestica”, e come darle torto…

La torta di mele è una delle torte più amate dagli italiani, un dolce della tradizione casalinga, unico ed inimitabile. Ideale per la colazione, per la merenda o come degna conclusione di un pranzo o una cena tra amici, la torta di mele non si rifiuta mai.
Quale sia l’origine della torta di mele nessuno lo sa. Pare abbia origini anglosassoni, anche se la sua ricetta venne resa famosa durante il periodo della colonizzazione inglese dei territori americani. La ricetta fu talmente apprezzata in America che divenne in breve tempo una vera e propria icona nazionale, tanto da meritarsi il nome di AMERICAN PIE. Non a caso infatti PIE è il sinonimo americano di “prosperità” ed il famoso detto “America as an Apple Pie” utilizzato dagli americani descrive tutto ciò che rappresenta il meglio della cultura americana e delle sue profonde origini.

Veniamo a noi, esistono infinite varianti di questo classico dolce per eccellenza. Tutte le mamme, le nonne e le appassionate di cucina possiedono una loro versione personale della torta di mele, persino nonna papera ne custodisce il vero segreto, anche se la ricetta pare sia stata svelata in un numero di topolino, il 3044 per esattezza, su richiesta di una giovane lettrice e sia presente sul suo famoso ricettario. Comunque, dalle torte più semplici a quelle più elaborate, dallo strudel alla tart tatin, dalla torta della nonna alle ricette americane, l’ingrediente principale della torta di mele è la passione. La torta di mele è irresistibile, il profumo che emana non appena sfornata è inebriante e ti fa sentire subito a casa, soprattutto in queste giornate uggiose…..quindi bando alle ciance…..tutti in cucina a preparare la prima delle numerose varianti che pubblicherò sul blog perché ricordate…..la Bontà è alla portata di tutti.
La Torta di mele integrale è un dolce soffice, ideale per la colazione o la merenda. La totale assenza di burro rende questa variante più leggera ma ugualmente golosa. Per questa torta ho deciso di utilizzare una varietà di mele profumata e croccante: le mele Pink Lady ideali per conferire alla vostra torta una nota fresca e leggermente acidulata.

Ingredienti:

  • 4 mele Pink Lady
  • 3 uova intere
  • 200 gr. di farina integrale
  • 50 gr. di fecola
  • 150 gr. di zucchero di canna
  • 1 vasetto di yogurth bianco da 125 ml
  • 70 gr. di olio di semi di girasole
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • una spolverata di cannella

Tagliate le mele a fettine sottili e bagnatele con del succo di limone.

Montate le uova intere con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungete l’olio e lo yogurth e mescolate delicatamente. Incorporate la farina integrale setacciata ed il lievito poco per volta, mescolando dall’alto verso il basso e avendo cura di non smontare il composto. A questo punto aggiungete una spolverata di cannella, 3/4 delle vostre mele e amalgamate. Versate il composto in una teglia da forno da 22 cm imburrata. Disponete le fettine di mele che avevate tenuto da parte sulla superficie della torta e cospargetele di zucchero di canna.

Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per 40/45 minuti.

Sfornate la torta e fatela intiepidire prima di toglierla dallo stampo. Spolverizzate con zucchero a velo e servite.

image

🍎🍎ENJOY🍎🍎

 

 

1 2 3 4 5