Barrette Hawaiiane al Cocco, perfette per Halloween!

Queste barrette Hawaiiane  in realta’ si chiamano “Haupia Bars” qui. L’ Haupia e’ un pudding di Cocco  che e’ molto popolare come dessert qui sulle Isole.  Gustato sia da solo che come guarnizione per altri dolci, l’ Haupia e’ diventato popolarissimo specialmente dal dopoguerra in poi.BARRETTE AL COCCO

Io  ho rivisitato queste barrette, tradizionalmente fatte con patate dolci, usando invece la purea di zucca. La versione originale prevede patate “blu” o Ube come nella foto qui sotto.

BARRETTE AL COCCO

L’effetto cromatico e’ perfetto per Halloween ricordando infatti i suoi colori caldi ed autunnali. L’abbinamento del latte di cocco e della zucca e’ innovativo, ma ho legato entrambe gli ingredienti con della scorza d’arancia. Un po’ fa’ da denominatore comune il cui sapore si sposa benissimo sia con l’uno che con l’altra, ed e’ un frutto di stagione.

BARRETTE AL COCCO

BARRETTE HAWAIIANE AL COCCO

Livello Medio

Tempo occorrente 4 ore piu’ una notte per il raffreddamento

Porzioni 12 in una teglia da forno a bordi alti di circa 33 x 23 cm

BARRETTE AL COCCO

INGREDIENTI:

Per la BASE

185 g di Farina

40 g di Zucchero

170 g di Burro non salato freddo a cubetti

65 g di Noci di Macadamia (oppure Nocciole)

Un pizzico di sale

Per lo strato di ZUCCA:

425 g di purea di zucca non acquosa

190 g di zucchero

La scorza grattugiata di una’arancia BIO molto grande

110 g di burro non salato

2 uova

120 ml di latte condensato NON zuccherato (Evaporated Milk)

1 cucchiaino di essenza di vaniglia

1 pizzico di sale

Facoltativo: un pizzico di spezie miste o “Pumpkin spice”

Per lo strato Hupia di COCCO:

65 g di fecola di mais

90 g di zucchero

375 ml di acqua

680 g di latte di cocco surgelato

COME SI FANNO LE BARRETTE:

Per la BASE :mettete tutti gli ingredienti in un robot da cucina. Azionate le lame finche’ vedrete formarsi un composto farinoso con dei piccoli pezzettini di burro. Versate il tutto nella teglia da forno e pressate leggermente con le mani come nella foto qui sotto.

NOTA:Se preferite potete mettere una striscia di carta da forno “incollata” con del burro, intorno al perimetro della teglia. Fara’ in modo che una volta fredde le barrette si separino piu’ facilmente dai bordi.

Infornate a 165 C per circa 25 minuti o finche’ leggermente dorata. Non dovra’ prendere troppo colore, mi raccomando.

BARRETTE AL COCCO

Per lo strato di ZUCCA: Nella ciotola di una planetaria, unite il burro a temperatura ambiente (a pomata) e lo zucchero. Aggiungete la scorza d’arancia e la vaniglia per far assorbire bene gli olii essenziale ed i sapori dal grasso del burro. Azionate il battitore a farfalla e montate il composto finche’ spumoso. Occorre qualche minuto. Ora aggiungete le uova a temperatura ambiente ed incorporate anche esse. Quindi unite a mano la zucca, il latte evaoprato, le spezie ed il sale, mescolando bene.

Versate il tutto sopra lo strato di biscotto leggermente intiepidito, infornate a 180C per circa 40 minuti. Lo strato di zucca dovra’ essere asciutto al tatto.

Mentre questo si raffredda leggermente preparate lo strato di Haupia o COCCO:

Mescolate la fecola con lo zucchero, aggiungete l’acqua e mescolate bene.

Ora, in una pentola versate il latte di cocco scongelato, aggiungetevi il mix di zucchero ed acqua. A fiamma medio bassa, mescolando continuamente, fate rapprendere il composto. Fare raffreddare un pochino prima di versarlo sopra lo strato di zucca.

NOTA: Se vi distraete un attimo e si formassero dei grumi, potete sempre passare il composto al setaccio, ma attenti a non farlo rapprendere troppo!

Mettete in frigo senza coprirlo, per una notte. Il giorno dopo tagliate e servite! E’ ottimo!!

Mahalo, and Enjoy!

BARRETTE AL COCCO

 

Rosa ti consiglia anche:

Breakfast~Colazione, Desserts~ Piccoli Piaceri monoporzione, Piatti dal Mondo

About growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Previous Entries Torta FEDORA, dai ruggenti anni '30 ai tempi nostri. Sempre buona! Next Entries Panini BAO cotti al vapore, con pasta madre di riporto

Leave a Reply

*