Le crescentine fritte

Le crescentine fritte, una ricetta tipica emiliana che vanta diversi nomi in base alla zona  in cui vengono preparate:torta fritta,pinzino,chisulen….

Una ricetta che ha origini lontane,la storia racconta che proprio i Longobardi portarono questo tipo di piatto in Emilia;ogni massaia custodisce la sua ricetta segreta dall’impasto alla frittura,che la tradizione vuole sia fatta con lo strutto,se non vi piace usate tranquillamente olio di semi di arachide che ha un punto di fumo più alto e garantisce una buona frittura.

Oggi vi presento questa tipica ricetta emiliana per farvi conoscere una bella iniziativa dell’AIFB a cui ho aderito da quest’anno.

Nel mese di maggio,esattamente dal 5,è partito il Giro d’Italia e l’Aifb,sempre protagonista nelle grandi iniziative,ha pensato bene di correre virtualmente con i corridori e far conoscere le eccellenze e le tipicità delle zone toccate dal percorso.Il 18 e 19 maggio le tappe del giro toccheranno l’Emilia(18 maggio Forlì-Reggio Emilia e il 19 maggio Reggio Emilia Tortona),prepariamo per i ciclisti impegnati in queste tappe una ricetta che li ripaghi della fatica.

 

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    4
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 500 g
  • Acqua gassata 200 ml
  • Lievito di birra 8 g
  • Sale 10 g
  • Strutto 60 g
  • Zucchero 1 cucchiaio
  • Olio di semi di arachide 1 l

Preparazione

  1. Setacciate la farina;sciogliete il lievito nell’acqua, aggiungete lo zucchero e lasciate riposare alcuni minuti.

    Fate la fontana con la farina,aggiungete il sale e l’acqua in cui avete sciolto il  lievito e cominciate a lavorare,aggiungete lo strutto morbido e impastate  per ottenere una palla  elastica e liscia da lasciar lievitare fino al raddoppio(dalle due ore in su).

    Trascorso il tempo di lievitazione,stendere l’impasto su un piano infarinato fino allo spessore di 3-4 mm;con una rotella ricavare dei rettangoli abbastanza regolari. In una pentola capiente scaldare l’olio di semi e immergere ogni rettangolo di pasta fino a che non diventerà dorato in modo uniforme.Scolare su carta assorbente e farcire a piacere.

    Abbinamenti tipici i salumi e i formaggi come stracchino e squacquerone.

Note

Le crescentine fritte sono da gustare ben calde farcite con gli abbinamenti che più gradiamo e accompagnate da un buon bicchiere di vino.

 

Lascia un commento

*