Fileja con fagioli e nduja | Ricetta

fileja fagioli e ndujaFileja con fagioli e nduja | Ricetta

Già così, italianizzando il titolo, sembra un pò uno scioglilingua, se avessi scritto direttamente in dialetto calabrese: “fileja con sujaca e nduja” lo sarebbe stato ancora di più 😉

Oggi ricettina tipica di Tropea e dintorni con i “fileja”, pasta tipica fatta in casa, trovate la ricetta –> qui, “sujaca”, i buonissimi fagioli bianchi di Caria, cotti tradizionalmente nella pignata di coccio e magari al caminetto… 😉 e la “nduja” di Spilinga, salume piccante spalmabile, tra i prodotti calabresi più famosi in tutta Italia.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di fileja secchi / 800 gr di fileja freschi (abbondate tanto non avanzano mai 😉 )
  • 200 gr di fagioli bianchi secchi
  • un pezzetto di nduja
  • 500 gr di salsa di pomodoro o pelati
  • 1 cipolla rossa… di Tropea, ovviamente 😉
  • sale e olio

Se seguite la ricetta passo passo i fileja sono molto semplici da realizzare, se non ne avete il tempo o la voglia, ora si trovano in commercio un pò in tutti i supermercati sia in versione secca che in versione fresca al banco frigo.

Per il sugo: tagliate finemente la cipolla e fatela rosolare con un filo d’olio e un pizzico di sale in un tegame abbastanza capiente.

Aggiungete la salsa di pomodoro o i pomodori pelati spezzettati e fate cuocere il sugo a fiamma bassa per circa 15 minuti.

Trascorso questo tempo aggiungete anche la nduja e i fagioli cotti e scolati e cuocete per altri 15-20 minuti a fiamma bassa.

Per quanto riguarda i fagioli io parto sempre da quelli secchi, sia perchè li coltiva mio papà in campagna e sia perchè li trovo più buoni di quelli in scatola 😉

Ne cuocio sempre in grosse quantità e poi li congelo in comode monoporzioni.

La sera prima mettete in ammollo i fagioli in una ciotola capiente (raddoppiano di volume) e ricopriteli con acqua fredda.

La mattina dopo sciacquate i fagioli e versateli in una pentola, coprite con 2 dita di acqua fredda e fate cuocere a fiamma bassa per circa 1 ora e mezza dalla ripresa del bollore, salate a fine cottura altrimenti la buccia diventa dura. Se dovesse servire ulteriore acqua per la cottura aggiungetela sempre bollente.

Cuocete la pasta, se fresca basteranno pochi minuti, se secca seguite le istruzioni sulla confezione, scolatela al dente e conditela con il sugo di pomodoro, fagioli e nduja.

Buon appetito! 🙂

Per leggere l’elenco completo delle mie ricette clicca qui

Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On PinterestVisit Us On TwitterCheck Our Feed
 

Lascia un commento

*