Zeppole fritte

Zeppole fritte, il tipico dolce della festa del papà, composto da una base di pasta choux farcito con crema pasticcera e amarene.zeppole fritte

Quest’anno oltre alle zeppole al forno ho provato anche quelle fritte e ovviamente non potevo condividere la ricetta. La realizzazione è identica a quella delle zeppole al forno con la sola differenza della cottura.

Ingredienti per zeppole fritte: (per 10 pezzi grandi o 15 medio-piccoli)

Crema pasticcera

Per la pasta choux:

190 ml di acqua

90 gr di burro

120 gr di farina

3 uova (l’ultimo uovo non aggiungetelo tutto ma man verificando la consistenza, potrebbero volerci anche 4 se sono piccole)

Per la frittura:

Olio di semi di arachidi q.b.

Per la decorazione:

Amarene sciroppate q.b.

Zucchero a velo q.b.

Preparazione: 

Iniziare con il preparare la crema pasticcera seguendo questa ricetta. Lasciare raffreddare bene perché dev’essere bella densa e non scivolare dalle zeppole. Il mio consiglio è quello di prepararla la sera precedente, metterla in frigo durante la notte e tirarla fuori un’oretta prima di utilizzarla.

Poi passare alla preparazione della pasta choux.

Mettere l’acqua in un pentolino sul fuoco con il burro spezzettato e farlo sciogliere.

Quando l’acqua comincia leggermente a sfrigolare togliere il pentolino dal fuoco. Se il burro non è ancora sciolto, togliere dal fuoco per qualche secondo per non far bollire l’acqua e rimetterlo per far sciogliere completamente il burro.

A questo punto togliere dal fuoco e versare la farina tutta insieme mescolando con un cucchiaio.

Continuare a mescolare, rimettendo sul fuoco basso per circa una decina di minuti, finché non diventa un composto compatto ed omogeneo. Dovrà staccarsi dalle pareti del pentolino .

Far raffreddare un po’ e iniziare ad unire le uova precedentemente sbattute. Procedere in questa operazione gradualmente. Aspettare che l’uovo aggiunto sia assorbito dall’impasto prima di aggiungere l’altro.

Il composto deve avere una consistenza non troppo liquida quindi potrebbero essere sufficienti solo 2 uova e mezza oppure anche 4 se sono molto piccole. Questo passaggio è molto delicato ed importante per il risultato finale.

La giusta consistenza sarà raggiunta quando tirando la pasta con un cucchiaio questa non si staccherà di netto ma dovrà creare un “nastro”.

Mettere nella sac à poche con beccuccio a stella a foro largo e creare delle ciambelle su dei quadrati di carta forno di circa 10 cm per lato.

Far riscaldare bene l’olio in una capiente padella e poi iniziare a friggere mettendo due zeppole per volta con tutta la carta. Quest’ultima si staccherà dopo poco e la potrete eliminare per proseguire la frittura girando le zeppole e raggiungere la doratura. Per questa operazione aiutatevi di una pinza e una schiumarola.

Scolate bene le zeppole dall’eccesso di olio e adagiatele su della carta assorbente.

 Far raffreddare bene le zeppole prima di farcirle.

Nel frattempo sciacquate le amarene sotto l’acqua corrente e mettetele a scolare in un colino così non cacceranno più liquido e non rovineranno l’estetica delle zeppole, spaccando la crema.

Se fate delle zeppole di grandi dimensioni tagliatele a metà per il senso orizzontale e farcite con la crema utilizzando il sac à poche sempre con il beccuccio a stella.

Spolverizzare leggermente con zucchero a velo e decorare in superficie con altra crema pasticcera e amarene.

Se le fate di dimensioni più contenute potete farcirle anche solo in superficie, magari mettendo la crema al centro in quanto più che un buco si sarà creata una conchetta.

zeppole fritte

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero anche interessarti:

Zeppole al forno

zeppole al forno

 

 

 

 

 

 

Eclairs al limone

Eclairs al limone

 

Zeppole al cacao e ricotta

zeppole al cacao e ricotta

Se ti è piaciuta la mia ricetta e desideri ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla mia pagina facebook e metti il tuo “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

E mentre preparate questa ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Precedente Cavoli che ricette: idee per cucinare cavoli, verze e broccoli. Successivo Zuppa di orzo e lenticchie rosse

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.