Zeppole al forno

Zeppole al forno, i dolci tipici della festa di San Giuseppe realizzati con una base di pasta choux, crema pasticcera e amarene sciroppate. Andranno a ruba e potete realizzarle in formato mignon o fare delle belle ciambelle ricche di farcitura.

zeppole al forno

Quando arriva marzo, a casa nostra inizia il periodo delle zeppole, in famiglia sono molto gradite da tutti e quindi le preparo con doppio piacere.

Sarà anche che sono molto legata alla data del 19 marzo, che oltre essere la festa del papà, mi ricorda un evento bellissimo ed unico, ovvero la scoperta di essere in attesa del mio ometto ed è inevitabile festeggiare questa ricorrenza.

Le zeppole possono essere preparate anche nella versione fritta, più calorica ma buonissime. Io preferisco realizzarle al forno perché sono più leggere e adoro il profumo che si sprigiona durante la loro cottura.

Ingredienti: (per 10 pezzi grandi o 15 medio-piccoli)

Per la pasta choux:

190 ml di acqua

90 gr di burro

120 gr di farina

3 uova (l’ultimo uovo non aggiungetelo tutto ma man verificando la consistenza, potrebbero volerci anche 4 se sono piccole)

Crema pasticcera

Amarene sciroppate

Zucchero a velo q.b.

Preparazione: 

Iniziare con il preparare la crema pasticcera seguendo questa ricetta. Lasciare raffreddare bene perché dev’essere bella densa e non scivolare dalle zeppole.

Poi passare alla preparazione della pasta choux.

Mettere l’acqua in un pentolino sul fuoco con il burro spezzettato e farlo sciogliere.

Quando l’acqua comincia leggermente a sfrigolare togliere il pentolino dal fuoco. Se il burro non è ancora sciolto, togliere dal fuoco per qualche secondo per non far bollire l’acqua e rimetterlo per far sciogliere completamente il burro.

A questo punto togliere dal fuoco e versare la farina tutta insieme mescolando con un cucchiaio.

Continuare a mescolare, rimettendo sul fuoco basso, finché non diventa un composto compatto ed omogeneo. Dovrà staccarsi dalle pareti del pentolino .

Far raffreddare un po’ e iniziare ad unire le uova precedentemente sbattute. Procedere in questa operazione gradualmente. Aspettare che l’uovo aggiunto sia assorbito dall’impasto prima di aggiungere l’altro.

Il composto deve avere una consistenza non troppo liquida quindi potrebbero essere sufficienti solo 2 uova e mezza oppure anche 4 se sono molto piccole. Questo passaggio è molto delicato ed importante per il risultato finale.

La giusta consistenza sarà raggiunta quando tirando la pasta con un cucchiaio questa non si staccherà di netto ma dovrà creare un “nastro”.

Mettere nella sac à poche con beccuccio a stella e foro largo e creare delle ciambelle su una teglia rivestita di carta forno.

Cuocere in forno pre-riscaldato ventilato a 200 °C per 10 minuti e poi a 180 °C per altri 10-12 minuti.

Non aprite il forno prima che siano ben cotte, ovvero dorate sia in superficie che sotto. Lasciatele nel forno spento e leggermente aperto per altri 10 minuti per farle asciugare ulteriormente.

 Far raffreddare bene le zeppole prima di farcirle.

Se fate delle zeppole di grandi dimensioni tagliatele a metà per il senso orizzontale e farcite con la crema utilizzando il sac à poche sempre con il beccuccio a stella.

Spolverizzare con zucchero a velo e decorare in superficie con altra crema pasticcera e amarene sciroppate fatte prima sgocciolare dallo sciroppo per evitare che quest’ultimo faccia “spaccare” la crema e rovinandole esteticamente.

Se le fate di dimensioni più contenute potete farcirle anche solo in superficie, magari mettendo la crema al centro in quanto più che un buco si sarà creata una conchetta.

Se avanzano conservatele in frigo… ma non credo avrete questo problema 😉

zeppole al forno

Print Friendly, PDF & Email

Possono anche interessarti:

Zeppole fritte

zeppole fritte

 

Eclairs al limone

Eclairs al limone

 

 

 

Zeppole al cacao e ricotta

zeppole al cacao e ricotta

Se ti è piaciuta la ricetta e vuoi ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla pagina facebook del blog e clicca su “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

Mentre preparate questa ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Lascia un commento