Treccine bicolore senza burro e senza uova

Treccine bicolore senza burro e senza uova, un lievitato dolce molto leggero per la prima colazione o la merenda. Sostituendo il latte vaccino con uno di origine vegetale possiamo ottenere un dolce vegan.

trecce bicolore senza burro e senza uova

Sempre alla ricerca di nuove ricette per la prima colazione che contengano meno grassi e derivati animali ho realizzato queste trecce ispirandomi ai miei maritozzi baresi apportando alcune modifiche ovviamente. Inoltre indicherò alcune varianti per prepararle secondo i vostri gusti, esigenze e disponibilità di ingredienti.

Infatti per ottenere il colore scuro ho utilizzato della farina di carrube di Perniola Alimenti, ma se volete potete sostituirla con del cacao in polvere, mentre se desiderate una versione vegan, al posto del latte vaccino potete optare per del latte di soja. Nel caso invece scegliate il latte di riso o di mandorle, essendo più dolci, magari potreste leggermente diminuire la dose di zucchero.

Ingredienti per trecce bicolore senza burro e senza uova (per circa 10 pezzi)

Farina 0 300 g + 2 cucchiai

Manitoba 200 g

Farina di carrube (o cacao in polvere) 2 cucchiai

Latte 150 ml (versione vegan con latte di origine vegetale tipo soja)

Acqua 150 ml

Zucchero 120 g

Olio extravergine di oliva 60 ml

Lievito di birra fresco 12 g  (1/2 panetto) o 25 g di lievito madre essiccato o 1/2 bustina di lievito di birra secco

Sale 3 g

Per decorare:

Latte q.b.

Acqua q.b.

Zucchero di canna q.b.

Preparazione

Sciogliere il lievito nei 150 ml di acqua tiepida con un pizzico di zucchero e aggiungere 100 g di farina prelevata dal totale. Mescolare bene e lasciare lievitare per 10 minuti.

Unire il resto delle farine (esclusi i 2 cucchiai di farina e i 2 cucchiai di farina di carrube o cacao), lo zucchero, il latte, l’olio e il sale ed impastare bene ed energicamente per una decina di minuti fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Se avete l’impastatrice iniziare con il gancio a foglia e poi passare a quello a spirale.

Dividere l’impasto in due metà: ad una aggiungiamo 2 cucchiai di farina e all’altra la farina di carrube o cacao. Impastare ancora ciascun panetto separatamente per renderli uniformi.

Sistemare ciascun panetto in un contenitore coperto con un canovaccio pulito, mettere in un luogo riparato da correnti (tipo il forno chiuso e spento, se volete aiutare la lievitazione potete accendere la lucina) e lasciare lievitare per 2 ore.

Trascorso il tempo dividiamo ciascun panetto in tanti pezzetti di 30 g circa e poi otteniamo dei cordoncini.

Intrecciamo 3 cordoncini di pasta, alternando i colori per ottenere una treccina. Proseguire fino ad esaurire i cordoncini.

Sistemare le treccine su una leccarda rivestita di carta forno e lasciare lievitare ancora per un’ora.

Successivamente spennellare la superficie delle treccine con una miscela di acqua e latte e lasciare lievitare per una mezz’oretta scarsa.

Nel frattempo accendiamo il forno a 180 °C statico.

Spennelliamo ancora una volta con la miscela di acqua e latte e cuociamo per una ventina di minuti.

Tirare fuori e spennellare subito ancora con acqua e latte e cospargere di granelli di zucchero di canna.

Lasciar raffreddare almeno quindici minuti prima di consumare.

Potete conservarli per un giorno ben chiusi nella busta di carta del pane oppure congelarli nelle buste di plastica per alimenti.

Treccine bicolore senza burro e senza uova

 

Potrebbero interessarti anche:

Maritozzi baresi, treccine zuccherate senza uova

maritozzi baresi

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciambella marmorizzata speciale

ciambella marmorizzata

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Se ti è piaciuta la ricetta e vuoi ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla pagina facebook del blog e clicca su “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

Mentre preparate la ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Precedente Pasta brisé con farina integrale Successivo Eclairs al limone

2 commenti su “Treccine bicolore senza burro e senza uova

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.