Tagliatelle di farro e legumi con tocchetti di pesce spada

Tagliatelle di farro e legumi con tocchetti di pesce spada insaporiti da gustosi pomodorini Regina, un primo piatto che conquista per la sua genuina semplicità.

Tagliatelle di farro e legumi con tocchetti di pescespada

Premetto che la particolarità di questo piatto risiede principalmente nella tipologia di pasta impiegata in quanto è davvero unica, realizzata artigianalmente da Perniola Alimenti con una miscela di farina di farro e segale e di legumi di prima qualità (fave e ceci neri), trafilata al bronzo. L’abbinamento pesce-legumi è davvero ottimo e vi consiglio di provarlo con varie combinazioni come ceci e gamberi (vedi ricetta pita con hummus e gamberi al curry) o seppie e piselli (vedi seppie su vellutata di piselli), ma anche fagioli e cozze e tutto ciò che la fantasia vi suggerisce.

Comunque potete utilizzare anche delle comuni tagliatelle (non all’uovo) o delle linguine che trovo perfette per un primo di mare.

L’altro ingredienti peculiare della ricetta è il pomodorino Regina di Fasano, molto saporito e che troviamo nel periodo autunnale. Venduto in grappoli appesi ad un filo, sono ottimi da cuocere più che da consumare crudi.

Questa ricetta è stata realizzata da mio marito che ama preparare piatti a base di pesce e vi garantisco che è una vera prelibatezza.

Ingredienti per tagliatelle di farro e legumi con tocchetti di pesce spada (per 2 persone)

150 g di tagliatelle di farro e legumi di Perniola Alimenti (o tagliatelle senza uova o linguine)

1 fetta di pesce spada

6 pomodorini Regina di Fasano

1/2 spicchio d’aglio

1 ciuffetto di prezzemolo

olio extravergine di oliva q.b.

1/2 bicchiere di vino bianco

sale q.b.

Preparazione

Per prima cosa tagliare a tocchetti il pesce spada, dividere a metà i pomodorini e pulire l’aglio eliminando anche l’anima.

In una capiente padella mettere un filo d’olio, l’aglio, i pomodorini, il pesce spada e un pizzico di sale. Far rosolare per un paio di minuti scarsi e sfumare con il vino bianco. Lasciare cuocere per un quarto d’ora circa.

Nel frattempo far bollire una pentola d’acqua, aggiungervi del sale grosso e cuocere la pasta rispettando i minuti di cottura previsti sulla confezione.

Prelevare un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta ed aggiungerli al condimento per amalgamarlo meglio: l’amido sprigionato dalla pasta durante la cottura è un ottimo addensante.

Scolare al dente la pasta e versare subito nella padella con il condimento, aggiungere del prezzemolo fresco tritato e mescolare.

Impiattare e consumare al momento.

Print Friendly, PDF & Email
[socialring]

Se ti è piaciuta la mia ricetta e desideri ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla mia pagina facebook e metti il tuo “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

E mentre preparate questa ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Precedente Torta di mele all'acqua Successivo Pasta frolla salata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.