Scarcella di Pasqua

Scarcella di Pasqua, il dolce tipico della zona di Bari in questo periodo di festa. E’ una specie di grande biscotto a base di pasta frolla senza burro, dalle forme più disparate: ciambella intrecciata, cestino, colomba ecc.

scarcella

Inoltre la tradizione prevede l’aggiunta di un uovo, simbolo pasquale, che nella versione moderna viene accompagnato dalla presenza di zuccherini colorati e ovetti in cioccolato per rendere più goloso e allegro il risultato finale.

Come sempre esistono diverse versioni delle ricette tradizionali, io ho seguito quella che utilizza mia suocera (sostituendo però l’ammoniaca con il lievito naturale per dolci) che a sua volta l’ha “ereditata” da una zia, bravissima cuoca.

Ingredienti per scarcella di Pasqua (2 pezzi come quelli in foto)

Per l’impasto:

250 gr di farina bianca

100 gr di zucchero

60 ml di olio extravergine di oliva

1 uovo

latte q.b. (10-20 ml)

1/2 bustina di lievito per dolci

scorza di 1/2 limone non trattato

Per decorare

1 uovo intero in guscio

uovo sbattuto per spennellare q.b.

zuccherini colorati o granella di zucchero q.b.

Preparazione

Sbattere l’uovo con lo zucchero.

Unire la farina, il lievito, la scorza del limone grattugiata e l’olio ed iniziare ad impastare. Aggiungere giusto quel poco di latte necessario per amalgamare meglio il tutto.

Creare una palla e metterla in frigo 10-15 minuti.

Nel frattempo accendere il forno a 180 °C statico, lavare bene l’uovo ed asciugarlo. Rivestire una teglia con carta forno.

Tirare fuori dal frigo l’impasto e con una metà creare due cordoncini da intrecciare. Unire le due estremità e creare una ciambella. Sul punto di giuntura sistemare l’uovo. Bloccarlo con 4 fascette di pasta.

Con il resto della pasta potete fare un’altra ciambella oppure la sagoma di una colomba o un cestino. In quest’ultimo caso prendete parte dell’impasto rimasto, stendetelo e ricavatene un semicerchio. Con l’altra pasta create 3 cordoncini sottili ed intrecciateli fra loro per realizzare l’impugnatura del cestino che andrete a saldare al semicerchio.

Spennellare con l’uovo sbattuto e decorare con zuccherini colorati.

Cuocere per circa venti minuti a 180 °C statico. Saranno pronte quando le vedrete belle dorate.

Sono ottime anche a colazione o come merenda genuina.

Se volete regalarle, in alternativa al classico uovo di Pasqua, potete imbustarle in carta cellophane chiusa con un nastro colorato ed arricchirli ulteriormente aggiungendo ovetti di cioccolato o piccoli pulcini come quelli della foto.

scarcella

Print Friendly, PDF & Email
[socialring]

banner-pasqua

Se ti è piaciuta la ricetta e vuoi ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla pagina facebook del blog e clicca su “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

Mentre preparate questa ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Precedente Delizia alle mele Successivo Uova a pulcino su nido di asparagi

6 commenti su “Scarcella di Pasqua

    • glisfizidimanu il said:

      Ciao Maria puoi usare sia la farina 0 che la 00 😉 Io a volte uso la 0 anche per i dolci (soprattutto lievitati e frolle) e non ci sono grandi differenze.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.