Risotto al cavolo viola e grana

Risotto al cavolo viola e grana, un primo invernale leggero e molto colorato, ricco di fibre e con un buon contenuto vitaminico. Piatto vegetariano dal sapore delicato.

risotto al cavolo viola

 

In questi giorni sto cercando di preparare dei piatti non troppo calorici ma sazianti e comunque sfiziosi. Oggi ho provato una varietà di cavolo che non avevo mai assaggiato, il cavolo viola, detto anche cavolo cappuccio rosso. Infatti si tratta di un cavolo cappuccio dal colore molto particolare che durante la cottura si trasferisce al resto della preparazione conferendo un aspetto davvero speciale. Come vedete in foto anche i chicchi di riso sono diventati viola.

Io ho usato il riso integrale qualità Baldo ma potete usare anche quello classico bianco. Vi indicherò le diverse cotture in caso usiate un tipo piuttosto che l’altro perché i tempi di cottura cambiano notevolmente.

Ho arricchito il sapore del risotto con del grana grattugiato per la mantecatura e alcune scaglie per decorare il piatto. Nel caso a tavola ci siano persone intolleranti all’uovo invece del grana utilizzate il parmigiano, infatti nel primo è quasi sempre presente il lisozima, una proteina estratta dall’albume che serve come antifermentativo, una sorta di conservante ma del tutto naturale e innocuo per il nostro organismo, eccetto ovviamente per gli intolleranti alle uova.

Ingredienti per risotto al cavolo viola e grana (per 2 persone)

350 g di cavolo viola (detto anche cavolo cappuccio rosso)

150 g di riso (integrale o bianco)

1/2 bicchiere di vino bianco

1/2 cipolla

grana padano q.b. (parmigiano reggiano nel caso ci siano intolleranti all’uovo)

olio extravergine di oliva q.b.

Per il brodo:

1 litro e mezzo circa di acqua

2 pomodori

1 carota

1/2 cipolla

prezzemolo o sedano

2 manciate abbondanti di sale grosso

Preparazione 

Per prima cosa preparare il brodo vegetale mettendo l’acqua in una pentola con 1/2 cipolla, la carota, i pomodori, il prezzemolo (o il sedano) e il sale. Far cuocere per 30-40 minuti.

Lavare e tagliare a listarelle il cavolo viola facendolo scolare bene.

Se usate il riso bianco raffinato: in una capiente padella mettete un po’ d’olio con mezza cipolla affettata e i cavoli. Far cuocere per un paio di minuti e poi sfumare con il vino, proseguire per 20 minuti (se necessario aggiungere un po’ di brodo). A questo punto versare il riso e cuocere per 15-18 minuti (seguite le indicazioni riportate sulla confezione) unendo man mano il brodo necessario.

Se usate quello integrale mettete contemporaneamente a cuocere tutto insieme (olio, cipolla, cavoli e riso). Sfumare con il vino e poi proseguire per  circa 40-45 minuti e aggiungere man mano il brodo necessario.

A fine cottura (cercate di far asciugare il risotto) mantecare con un po’ di grana grattugiato (parmigiano per gli intolleranti all’uovo).

Impiattare e decorare con delle scaglie di grana e qualche fogliolina verde (erba cipollina, prezzemolo ecc.)

risotto al cavolo viola

Print Friendly, PDF & Email

Se ti è piaciuta la mia ricetta e desideri ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla mia pagina facebook e metti il tuo “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

E mentre preparate questa ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Precedente Pasta frolla salata senza burro Successivo Torta salata al radicchio funghi e speck

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.