Colomba mandorlata senza canditi

Colomba mandorlata senza canditi, il tradizionale dolce pasquale leggermente rivisitato per chi non ama i canditi. La genuinità di una preparazione casalinga e l’amore con cui la si prepara per i propri cari, la renderanno unica.

colomba mandorlata senza canditi

Ho trovato questa ricetta sul blog Forno e fornelli sostituendo i canditi e l’uvetta con le mandorle spellate della varietà Filippo Cea e la scorza grattugiata di un limone bio. In casa non amiamo molto i canditi e negli scorsi anni mi è capitato di mangiare una colomba con all’interno delle mandorle. Ne rimasi piacevolmente colpita così ho deciso di provare a farla in casa aggiungendovi il profumo del limone che nei dolci è sempre molto gradito.

Per lo stampo a forma di colomba ho utilizzato quello inviatomi generosamente da Chef Artù chef artùin occasione di un contest in cui noi bloggers ci “sfideremo” a colpi di ricette. La particolarità di questo stampo è quello di avere dei piccoli forellini sul fondo che permette di far evaporare l’umidità in eccesso durante la cottura.

La procedura della ricetta prevede 4 impasti a distanza di un’ora l’uno dall’altro più una lievitazione notturna quindi il primo consiglio è quello di scegliere un pomeriggio in cui siete completamente liberi, iniziando verso le 17 per terminare alle 21,30-22 circa per poi cuocere l’indomani mattina.

Ingredienti per colomba mandorlata senza canditi:

240 g di farina manitoba

210 g di farina 00

40 ml di latte

12 g di lievito di birra fresco

130 ml di acqua

100 g di burro

140 g di zucchero

2 uova

5 g di sale

80 g di mandorle spellate leggermente tostate

scorza grattugiata di 2 limoni non trattati (se avete anche un’arancia non trattata metteteci anche la scorza di quest’ultima per rendere la colomba più profumata)

Per la glassatura:

2 albumi

50 g di zucchero a velo

1 cucchiaio di farina di mandorle (opzionale)

granella di zucchero q.b.

mandorle con la pelle q.b.

Preparazione

Procedere con il 1° impasto: in una capiente ciotola sciogliere il lievito nel latte leggermente intiepidito (non troppo caldo) ed unire 40 g di farina manitoba. Mescolare bene con un cucchiaio rendendo il composto liscio. Coprire con pellicola e mettere a lievitare per un’ora nel forno spento ma con la luce accesa.

2° impasto: riprendere il primo impasto ed aggiungervi altri 100 g di manitoba e 130 ml di acqua intiepidita. Impastare bene con un cucchiaio eliminando tutti i grumi e rimettere a lievitare per un’altra ora seguendo le indicazioni precedenti.

3° impasto: riprendiamo il secondo impasto ad aggiungiamo ancora 100 g di manitoba, 20 g di zucchero e 20 g di burro a pezzetti a temperatura ambiente. Impastare e procedere come prima per la lievitazione.

4° impasto: al terzo impasto uniamo la farina 00, lo zucchero, le uova sbattute, il sale, la scorza del limone grattugiata, le mandorle spellate leggermente tostate ed infine 80 g di burro a pezzi a temperatura ambiente. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e rimettere a lievitare nello stesso modo.

Trascorsa l’ultima ora di lievitazione riprendiamo l’impasto che sarà un po’ appiccicoso e su una spianatoia infarinata lo lavoriamo un po’.

Otteniamo 3 pezzi: due più piccoli di ugual misura per le ali ed uno più grande per il corpo. Sistemiamo nello stampo per colomba prima le ali e poi il corpo in modo tale che le chiusure vadano nella parte inferiore. Livellare l’impasto con le mani.

Lasciare lievitare per una notte intera all’interno del forno con la luce spenta e senza coprire.

L’indomani mattina montare a neve gli albumi con lo zucchero a velo, aggiungere mescolando delicatamente il cucchiaio di farina di mandorle e spennellarvi la superficie della colomba, avendo cura di non farla sgonfiare. La glassa dev’essere abbastanza densa affinché non scivoli via.

Completare con la granella di zucchero e le mandorle con la pelle.

Cuocere nella parte bassa del forno pre-riscaldato statico a 200 °C per 10 minuti e poi abbassare a 180 °C per 25-30 minuti. Se vedete colorarsi troppo la superficie coprite con un pezzo di carta forno.

Far raffreddare bene prima di consumarla o confezionarla nel caso vogliate regalarla.

Se volete potete aggiungere un po’ di zucchero a velo.

colomba mandorlata senza canditi

Print Friendly, PDF & Email
[socialring]

Se ti è piaciuta la ricetta e vuoi ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla pagina facebook del blog e clicca su “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

Mentre preparate questa ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Precedente Uova a pulcino su nido di asparagi Successivo Ricette di Pasqua vegetariane

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.