Crea sito

Ricette Base

Riso Basmati, come cuocerlo

Riso Basmati

Molto spesso servo in accompagnamento ai miei piatti di verdure il riso basmati perchè trovo che sia un ottimo abbinamento, soprattutto nel caso di curry di verdure o dahl di lenticchie.

Il Riso Basmati è una varietà di riso a chicco lungo coltivato principalmente in India e Pakistan e, solo in tempi più recenti, anche negli Stati Uniti. Ne esistono 86 varietà e la più pregiata viene coltivata ai piedi dell’Himalaya. Dal punto di vista nutrizionale, ha un Indice Glicemico molto più basso del tradizionale riso bianco, il che lo rende adatto per coloro che soffrono di diabete o seguono una dieta. Infatti ha la caratteristica di cedere al corpo la sua “energia” più lentamente. Il suo gusto delicato lo ha reso protagonista della cucina asiatica.

Preparare un buon Riso Basmati è davvero semplice, soprattutto perchè tra le sue infinite caratteristiche ha quella di non scuocere. Seguite i miei consigli e avrete il riso perfetto in poco meno di 20 minuti!

riso basmati

Riso Basmati

(altro…)

Impasto per Pizza con Carbone Vegetale

Impasto per Pizza con Carbone Vegetale

Oggi desidero proporvi un lievitato piuttosto singolare: l’impasto per pizza con carbone vegetale. Ho avuto occasione di provarlo per la prima volta alla Sagra della Zucca Bertagnina di Dorno e devo dire di esserne rimasta piacevolmente sorpresa. Il gusto non cambia molto rispetto a quello di un’impasto tradizionale ma addizionare l’impasto con il carbone vegetale gli conferisce alcune caratteristiche “salutari”: lo rende più digeribile, tiene sotto controllo il colesterolo, regola il transito intestinale e limita il gonfiore nei soggetti sensibili grazie all’assorbimento dei gas prodotti dalla fermentazione.

Ma veniamo al dunque adesso, ecco la mia ricetta!

impasto per pizza con carbone vegetale

Impasto per Pizza con Carbone Vegetale (altro…)

Orecchiette – Ricetta Base

Oggi si va di classico! Prepariamo le orecchiette: formato di pasta fresca tipicamente pugliese, prendono il nome dalla loro forma caratteristica di piccole orecchie appunto.

La preparazione è davvero molto semplice: sono una miscela di farina 00 e semola in proporzioni variabili e acqua in quantità sufficiente ad ottenere un impasto morbido.La ricetta è quella del mio zio del sud, quindi non prendetevela se non è uguale a quella originale: io l’ho già usata diverse volte e mi sono trovata bene.

Provate la tradizionale ricetta delle Orecchiette con le Cime di Rapa, la trovate qui!

Orecchiette - Ricetta Base

Orecchiette

(altro…)

Pasta Brisee con Farina di Castagne – Ricetta Base

Pasta Brisee con Farina di Castagne

Oggi voglio proporvi una variante della tradizionale pasta brisee unendo, ad una normale farina 00 o di farro, una parte di farina di castagne per preparare una fantastica pasta brisee con farina di castagne.

Il risultato vi stupirà. Il retrogusto autunnale della castagna si sposerà benissimo con moltissime preparazioni: da quelle autunnali a base di verza, funghi o zucca, a quelle dolci a base di cioccolato e frutta cotta. Insomma, è davvero versatile e, grazie ai miei suggerimenti, non sarà mai stata così semplice da preparare in casa.

Basta acquistare prodotti pronti con liste di ingredienti chilometriche quando ne bastano tre per fare un prodotto altrettanto gustoso ma cento volte più sano!

L’impiego del mixer vi consentirà di preparare un’impasto compatto senza sporcare troppo la cucina e con un minimo rischio di errore.

Vediamo in dettaglio come si prepara!

img1445717250635Pasta Brisee con Farina di Castagne

(altro…)

Spaghetti alla Chitarra – Ricetta Base

Spaghetti alla Chitarra

Oggi desidero proporvi una ricetta base della nostra tradizione: gli spaghetti alla chitarra.

Questi prendono il nome dall’attrezzo che si usa per prepararli, la chitarra appunto, ma sono noti anche come tonnarelli o maccheroni alla chitarra a seconda della zona.

L’impasto, a base di acqua, semola e un pizzico di sale, va fatto riposare per poi essere tirato con il mattarello fino ad uno spessore di 2-3 mm. La caratteristica di questi spaghetti infatti è quella di essere quadrati se osservati in sezione.

Si prestano a numerosi tipi di condimento grazie alla superficie porosa che assorbe bene i sapori.

Collage Spaghetti alla Chitarra 02Spaghetti alla Chitarra

(altro…)

Cottura Cous Cous: cos’è e come servirlo

Cottura cous cous

Oggi niente ricette ma un consiglio importantissimo che vi sarà davvero utile: come cuocere il cous cous.

Molte volte mi sono trovata, nelle mie ricette, a spiegare in modo approssimativo questa facile tecnica con il rischio che molti non capissero e allora ho deciso di creare un post a cui reindirizzarvi.

Cottura cous cous (altro…)

Piadina Integrale Ricetta Vegan

Piadina Integrale

Vi avevo già proposto, tempo fa. la ricetta datami da un’amica delle piadine fatte in casa, questa volta vi propongo la ricetta della piadina integrale.
Spesso mi capita di non sapere cosa cucinare e una piadina con verdure grigliate, qualche salsa e due pomodorini mi salva la cena. Ho sempre qualche pallina di impasto congelata in freezer, pronta per essere stesa e cotta. Certo sono l’ideale se decidi cosa cucinare almeno un paio di ore prima. Beh l’altra sera ho fatto decisamente prima a prepararle da zero e cucinarle!
Questo per darvi l’idea della velocità della preparazione.
L’ingrediente fondamentale di questa preparazione è un buon olio e per questo c’è Olio Dante.

piadina integrale

Piadina Integrale

(altro…)

Messico e…Tortillas!

Nella tradizione messicana, ma non solo, le tortillas rappresentano ciò che per noi è il pane.

Ne esistono diverse varianti che poi, a seconda della preparazione in cui vengono utilizzate assumono nomi diversi. Non mi dilungo in questo senso, ci vorrebbe troppo tempo e poi credetemi, lunico modo per ricordarsi la differenza tra una preparazione e un’altra è… MANGIARLE!
Per ora vi limito a dirvi che ci sono le tortillas di mais e quelle di grano, di cui vi dirò la ricetta.
Sono molto simili alla nostra piadina, le ricette sono molte e discordi perciò io ho seguito quella di giallozafferano per andare sul sicuro!

(altro…)

Piadina Home Made senza Strutto

Questa ricetta è di un’amica che ringrazio per avermela prestata e spero sia contenta di vederla pubblicata.
Molti di voi sicuramente preferiscono acquistare le piadine già fatte e confezionate del supermercato probabilmente perchè non si rendono conto che in realtà farle in casa è davvero veloce e il risultato ottimo.

(altro…)

Serata Mediorientale e Vegetariana! FALAFEL & PITA

Ieri sera ho preparato i Falafel con tanto di pane pita e due salsine.
Volete sapere come? Subito dopo la pubblicità!!! 🙂

Ingredienti per i FALAFEL:

250g Ceci secchi
2 spicchi d’Aglio
1 Scalogno
1 cucchiaio colmo di Prezzemolo tritato
1 cucchiaino di Cumino
1/2 cucchiaino di Semi di Coriandolo
1/2 cucchiaino di Bicarbonato
Sale
Olio per friggere

Io ho lasciato in ammollo i ceci secchi per 2 giorni con un cucchiaino di bicarbonato e cambiando l’acqua dopo le prime 12 ore. Molte ricette dicono che bastano 24 ore di ammollo ma non mi sono fidata.
Una cosa importante: per nessun motivo usate i ceci già cotti o quando li metterete nell’olio bollente si sfalderanno.
Detto ciò, frullate i ceci. Non so bene che consistenza debbano avere, i miei erano grumosi, un po’ troppo per i miei gusti, ma quello era il massimo che il mio mixer potesse fare.
In una ciotola mischiate i ceci frullati, l’aglio schiacciato, lo scalogno tritato fine e tutti gli altri ingredienti.
I semi di coriandolo e il cumino io li ho tostati per pochi minuti in un padellino e pestati poi con il mortaio.
Questa operazione serve per esaltarne al meglio i sapori.
Mescolate bene tutto con le mani come quando fate le polpette e ricavate delle palline grandi più o meno come una da golf. Regolatevi perchè poi andranno cotti completamente immersi nell’olio. Come vedete dalle immagini, io le ho fatte leggermente schiacciate e poi si sono leggermente gonfiate in cottura grazie al bicarbonato nell’impasto.
Se avete tempo lasciate riposare una mezz’ora le polpette in frigo per poi friggerle 3/4 minuti in olio a 180°C.
Scolatele su carta assorbente e servite.

Ingredienti per 4 PANI PITA:
250g di Farina 0
150g di Acqua Calda
10g di Lievito fresco
1 cucchiaino di Sale

Per la prima volta ho deciso di non sbattere tutto in planetaria ma di seguire passo a passo la ricette delle Sorelle Simili. Il procedimento è un po’ lunghino ma vi aiuterà a scaricare moooolto stress.
In una ciotola sciogliete il lievito in metà dell’acqua, quindi battendo contro il bordo della ciotola aggiungere un terzo della farina. Unire il sale ed infine la restante acqua alternandola con la farina.
Adesso viene il bello. Mescolate bene tutti gli ingredienti poi sbattete ripetutamente l’impasto sul tavolo per una decina di minuti. Io mi sono limitata a 5, sembrava di essere in macelleria dal rumore…
Fatto ciò, dividete l’impasto in 4 parti uguali, stendetelo di uno spessore leggermente inferiore al centimetro e ponete a lievitare coperto per 30  minuti.
L’impasto sarà leggermente umido quindi se mentre lo stendete notate che si attacca al piano, stendetelo su un canovaccio. Non l’avrei mai detto, ma mi è stato davvero di grande aiuto.
Accendete il forno a 250°C lasciando dentro la leccarda sulla quale andrete a disporre i panini, in modo che sia rovente. Quando il forno sarà caldo infornateli per circa 10 minuti.

A me si sono seccati un po’ troppo, quindi la prossima volta farò un paio di minuti in meno.
Una volta pronti, trasferiteli in un sacchetto di carta che a sua volta metterete in uno di plastica. Lasciate così per mezz’ora. Questa operazione serve a dare al pane la caratteristica consistenza.

In realtà la ricetta aveva le dosi doppie, volendo potete raddoppiarle anche voi e congelare i vostri panini una volta cotti.

Alle salsine dedicherò il prossimo post!

Dai golosi BUON APPETITO!

1 2