Crea sito

Pizze e Focacce

Piadina Gourmet Puglia

Piadina Gourmet Puglia 2.0

Ecco come promesso la prima Piadina Gourmet e da dove potevo iniziare il giro d’Italia se non dalla mia amata Puglia? Una terra dalle tonalità tenui come il bianco della città di Ostuni, il verde degli Ulivi e il Rosso bruciato dei suoi campi, ma dai sapori decisi dei suoi piatti: le orecchiette alle cime di rapa, i panzerotti, la burrata e la mozzarelle tanto per citarne alcune. Ma parliamoci chiaro: anche una polenta al gorgonzola se la cucinate in Puglia sarà più buona! No, non sto esagerando. Non so quanti di voi hanno avuto la fortuna di provare frutta e verdura coltivati sul posto: i sapori sono molto più forti e puri, non li riconosceremmo nemmeno tanto siamo assuefatti da prodotti fuori stagione e con migliaia di chilometri sulle spalle. Prestate attenzione a ciò che mangiate e per farlo, seguite le mie ricette.

Vediamo la mia piadina gourmet puglia con quali ingredienti è realizzata!

 

piadina gourmet puglia

Piadina Gourmet Puglia

(altro…)

Tasche di Pizza Wurstel e Patatine

Tasche di Pizza Wurstel e Patatine

A chi non piace la pizza wurstel e patatine? Io tempo fa ne provai una che, in aggiunta, aveva ketchup e maionese, mi sembra che si chiamasse americana. Non vi dico quanto era buona, una bomba calorica ma buona! Le mie tasche di pizza wurstel e patatine si ispirano un po’ a quella e un po’ ai classici hotdog che secondo me hanno un unico difetto: se sono troppo pieni quando li mangi serve il bavagliolo.

Ho pensato di realizzare queste tasche di pizza wurstel e patatine in modo che quando vi viene quella strana voglia di cenare sul divano possiate gustarli comodamente senza dover pensare alla tintoria più vicina. Sono facili da preparare e, se siete particolarmente prigri, o impegnati, potete anche usare la pasta per pizza già pronta.Tasche di Pizza Wurstel e Patatine 2

 

Tasche di Pizza Wurstel e Patatine

(altro…)

Pizza Nera Zucca e Ricotta

Pizza Nera Zucca e Ricotta

Io amo la pizza, la mangerei tutti i giorni, a qualsiasi ora e la preferirei a qualsiasi altro piatto, soprattutto se si parla di pizza fatta in casa, magari quella della mamma. So che a questo punto si starà già crogiolando nella sua bravura, ma ve lo devo proprio dire: se fino ad ora avete visto le minestre della suocera, non avete idea di com’è la pizza della mamma. Già la minestra e la pizza non reggono il confronto nemmeno se si parla della pizza Sofficini, figuriamoci se parliamo della pizza fatta in casa. Per me non ha paragone nemmeno con quella della pizzeria. In barba al loro forno a legna e al lievito madre, io voglio la pizza fatta in casa dalla mamma.

A questo punto però vi devo dire che la pizza di oggi l’ho fatta io. Non siate tristi però, ho avuto una buona maestra e la mia Pizza Nera Zucca e Ricotta è davvero buonissima! Vediamo insieme come prepararla!

Pizza Nera Zucca e Ricotta orizz

Pizza Nera Zucca e Ricotta

(altro…)

Pizza alla Zucca Bertagnina e Cipolla

Pizza alla Zucca e Cipolle

Non potevo certo lasciarvi con la ricetta dell’impasto per la pizza con carbone vegetale senza nessuna idea su come utilizzarlo! Io ho deciso di utilizzare per preparare la pizza alla zucca e cipolla che ho avuto modo di assaggiare alla Sagra della Zucca Bertagnina di Dorno. In quella giornata di festa, nella piazza centrale avevano allestito un forno a legna e credetemi, fatta al momento, era davvero favolosa. Il sapore della zucca e quello della cipolla si sposano davvero benissimo!

Ovviamente ho riadattato quello che ho assaggiato al mio gusto e alle mie abitudini alimentari e il risultato è stato sbalorditivo! A casa mia è piaciuta davvero molto e io, che non amo molto le cipolle, ne avrei mangiata una teglia intera! Ecco come l’ho preparata.

pizza alla zuccaPizza alla Zucca e Cipolle

(altro…)

Impasto per Pizza con Carbone Vegetale

Impasto per Pizza con Carbone Vegetale

Oggi desidero proporvi un lievitato piuttosto singolare: l’impasto per pizza con carbone vegetale. Ho avuto occasione di provarlo per la prima volta alla Sagra della Zucca Bertagnina di Dorno e devo dire di esserne rimasta piacevolmente sorpresa. Il gusto non cambia molto rispetto a quello di un’impasto tradizionale ma addizionare l’impasto con il carbone vegetale gli conferisce alcune caratteristiche “salutari”: lo rende più digeribile, tiene sotto controllo il colesterolo, regola il transito intestinale e limita il gonfiore nei soggetti sensibili grazie all’assorbimento dei gas prodotti dalla fermentazione.

Ma veniamo al dunque adesso, ecco la mia ricetta!

impasto per pizza con carbone vegetale

Impasto per Pizza con Carbone Vegetale (altro…)

Peperonata da passeggio

Peperonata da passeggio

Era un po’ di tempo che desideravo preparare una bella e leggera peperonata, ma non sapevo come presentarla e servirla.
Mi è venuto in soccorso un rotolo di pasta per pizza già steso in offerta a metà prezzo perchè prossimo alla scadenza e ne ho approfittato.
A questo aggiungete il fatto che in frigo erano presenti resti di melanzane, peperoni e zucchine di altre preparazioni et voilà, le jeux sont faits!
A piacere potete aggiungere altre verdure e formaggi vari, non abbiate paura e sperimentate! Se gli ingredienti sono buoni, lo sarà anche il risultato!

Peperonata da Passeggio

Peperonata da passeggio (altro…)

Focaccia con Pomodorino Datterino

Focaccia con Pomodorino Datterino

Cari amici, voi non potete capire! Questa focaccia con pomodorino datterino è stato un successo straordinario!

All’inizio nutrivo i miei dubbi riguardo i tempi di lievitazione, ma quando l’ho assaggiata sono rimasta davvero colpita! Contrariamente alle aspettative è rimasta soffice e vaporosa e i pomodorini… beh, il mio orticello ha dato il meglio! La ricetta è semplice, l’unica accortezza è che secondo me è meglio impastare nella planetaria perchè l’impasto sarà colloso e difficile da manovrare. Detto ciò, vi lascio la ricetta!

Focaccia con Pomodorino Datterino

Focaccia con Pomodorino Datterino

Focaccia Zucchine e Stracchino di Bonci

Oggi voglio proporvi una ricetta che solo a vederla viene l’acquolina in bocca. O meglio, vi verrebbe se avessi fatto la foto all’interno della focaccia, ma siccome è finita alla velocità della luce dovrete accontentarvi di quella fatta appena sfornata. La ricetta è del mitico Gabriele Bonci quindi potete andare sul sicuro, l’unica cosa è che non erano specificate benissimo le dimensioni del tegame in cui va cotta quindi cercherò di spiegarvi al meglio come ho fatto io. Vi premetto che non si è bruciata la focaccia ma il formaggio che è fuoriuscito. Detto ciò, ai fornelli!!!


(altro…)

Focaccia di Recco

Eccoci qui… avete passato buone feste?
Vi siete abbuffati?
Beh in casa nostra è stata un’ottima giornata in compagnia di parenti e quadrupedi e da buon cibo. Ognuno ha preparato qualcosa, io le famose lasagne con i 3kg di sugo.
Ma, nonostante il gran pranzo di Natale, la vigilia ho preparato la Focaccia di Recco.
Mi piacerebbe pubblicarvi una foto, ma è finita prima ancora che potesse raffreddare!
E’ venuta davvero bene. Eccovi le istruzioni!

Ingredienti:
400g Farina Manitoba
250ml di Acqua
10g di sale
40ml di Olio

Per il ripieno:
400g di Crescenza o Stracchino
Olio qb
Sale qb

Nella planetaria con la frusta a K o a foglia che dir si voglia emulsionate acqua e olio e scioglietevi dentro il sale. Aggiungete poi la farina, un cucchiaio alla volta, e impastate per circa 5 minuti fino ad ottenere un impasto elastico e compatto. Avvolgete nella pellicola e lasciate riposare in un luogo fresco per almeno 2 ore.
Passato questo tempo, ungete una placca da forno, dividete l’impasto a metà e stendetelo fino ad ottenere uno spessore di 2mm. Aiutatevi anche con il peso dell’impasto, lasciandolo cadere più volte. Trasferitelo nella teglia, cospargetelo con la crescenza a pezzettoni quindi tirate anche l’altra metà dell’impasto e coprite.
Tagliate l’impasto in eccesso quindi, aiutandovi con le dita, pizzicate l’impasto per formare dei buchi. Questo servirà a non farlo gonfiare in cottura. Spennellate con olio e salate la superficie.
Cuocete 10-15minuti a 250°C finchè la superficie non sarà dorata.
Consumatela ancora calda.