Nella tradizione messicana, ma non solo, le tortillas rappresentano ciò che per noi è il pane.

Ne esistono diverse varianti che poi, a seconda della preparazione in cui vengono utilizzate assumono nomi diversi. Non mi dilungo in questo senso, ci vorrebbe troppo tempo e poi credetemi, lunico modo per ricordarsi la differenza tra una preparazione e un’altra è… MANGIARLE!
Per ora vi limito a dirvi che ci sono le tortillas di mais e quelle di grano, di cui vi dirò la ricetta.
Sono molto simili alla nostra piadina, le ricette sono molte e discordi perciò io ho seguito quella di giallozafferano per andare sul sicuro!

Ingredienti per 8 tortillas:
250g di Farina
120ml di Acqua
10g di Lievito per Torte Salate
3 cucchiai di Olio
In una ciotola amalgamate la farina con il lievito, quindi unite l’olio e gradualmente, mescolando con un cucchiaio, unite l’acqua.
Trasferite l’impasto su un piano e lavoratelo per 10 minuti. Può risultare appiccicoso, ma continuando a maneggiarlo diventerà più compatto. Se proprio non riuscite a lavorarlo spolverate il piano con della farina.
Ponetelo a lievitare per 30 minuti quindi dividetelo in 8 parti uguali e stendetele con il mattarello.
La ricetta prevede l’utilizzo di un’apposita pressa per tortilla che io non ho, oppure altre varianti vedono la pasta schiacciata con l’ausilio di una pentola dopo averla posizionata tra due fogli di cartaforno.
Voi complicatevi la vita come meglio credete, io vado benissimo con il mattarello! Dategli una forma pressochè rotonda con un diametro di circa 20 cm, non deve essere troppo sottile o si romperà quando la farcite.
Cuocetela un minuto per lato in una padella antiaderente quindi mettetela in un piatto e copritela con una tovaglia per tenerla in caldo finchè tutte le tortillas non saranno cotte.

1 Commento su Messico e…Tortillas!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.