Crea sito

STRUDEL DI MELE

Posted by giannipepeverde - novembre 30th, 2013

Questo dolce dell’Alto Adige e’ una prelibatezza che vale la pena di fare, nelle feste Natalizie sopratutto, io non ho messo i chiodi di garofano anche se nella ricetta che mi hanno dato era scritto, a me non piacciono molto comunque se voi volete potete metterli con la cannella, fatemi sapere come vi è venuto questo strudel.

 

IMG_20131124_133439

 

 

per la pasta

 

90 ml di acqua

300 g farina

1 uovo

1pizz sale

3 cucchiai d’olio

 

per il ripieno

 

ca. 1 kg di mele da sbucciare e tagliare a fette

2 cucchiai di grappa

60 g di pangrattato

60 g di zucchero

60 g di uva sultanina

40 g di pinoli

½ cucchiaio di cannella

50 g di burro

esecuzione :

Preparate il ripieno: sbucciate e tagliate le mele a fettine. In una padella fate sciogliere il burro, versateci il pangrattato e fate tostare. Aggiungete le mele, la cannella i pinoli, l’uvetta e zucchero e lasciate sul fuoco un paio di minuti. Lasciate freddare.

 Intanto che si fredda il ripieno setacciate la farina in una fontana, aggiungete l’acqua, il pizzico di sale, l’uovo e l’olio. Lavorate l’impasto fino a ottenere una palla liscia e omogenea. Lasciate riposare coperta di pellicola per una mezz’ora in frigorifero.

Trascorso il tempo necessario mettete la palla di pasta su un canovaccio pulito e infarinato. Tirate la sfoglia, in forma rettangolare, tanto finemente che sia possibile leggervi il giornale in trasparenza o quanto fine potete stirarla.

Distribuite poi il ripieno sulla pasta lasciando liberi un paio di cm ai lati. Con l’aiuto del canovaccio arrotolate lo strudel più volte su se stesso dal lato lungo. Tagliate i bordi e i lati, le parti più spesse, e sigillate lo strudel. Spennellate con burro fuso abbondante e cuocete a 180 °C per mezz’ora circa.

Lo strudel va servito tiepido per valorizzare tutti i suoi sapori, se volete prima di tagliarlo spolverizzatelo con dello zucchero a velo.

Be Sociable, Share!

Comments are closed.

Blog Home