GialloBlogger crescono al quarto Open Day GialloZafferano

Open Day GialloZafferano 24 Giugno - Le blogger

Non c’è tre senza quattro: e infatti, puntualissimo, il 24 giugno undici GialloBlogger si sono radunate da ogni parte d’Italia per prendere parte al quarto Open Day mensile targato Giallozafferano.

 L’evento, una giornata intera in cui la redazione di Via Vico apre le sue porte ad un gruppo ristretto di partecipanti, nasce con l’intento di premiare i GialloBlog più attivi nella piattaforma in termini di contenuti di qualità e traffico.

In questo quarto turno i fortunati undici sono stati Stephanie Cabibbo di Mastercheffa, Annalisa Chianese di Benessere e Gusto, Sabrina Costa di Cucina e pasticci Vittoria De Biase di Arte in cucina, Valentina Donati di Cinque quarti d’arancia, Elena Laudicina di Cucina facile con Elena, Chiara Ligi di Amare la buona cucina, Marisa Malomo di Il mio saper fare, Laura Melis di Cinquanta sfumature in padella, Martina Olivieri di  Le ricette di Libellula e Costantina Vinciguerra di Le ricette di Tina.

L’incontro ha rappresentato per loro, così come per i blogger che le hanno precedute nei primi tre incontri, un momento di ‘consacrazione’.

Innanzitutto per la possibilità di mettere piede nell’headquarter di Giallozafferano, che rappresenta per ogni GialloBlogger che si rispetti una specie di luogo sacro, la culla dove ha avuto origine il loro cammino da foodblogger.

Il laboratorio con lo Chef Simone Deluigi

Ma l’Open Day è una meta ambita anche per le attività formative proposte nella giornata. In quest’occasione le blogger partecipanti hanno potuto prendere parte ad un laboratorio di cucina con lo Chef Simone Deluigi che, supportato dal prezioso aiuto di Alma Alimadhi, ha mostrato loro tutti i segreti per sfornare frollini perfetti.

Dopo una lectio magistralis in cui ha sviscerato tutte le possibili varianti del dolce, lo Chef ha armato le ‘allieve’ di sac à poche istruendole a dovere sul suo utilizzo per la realizzazione di biscotti con frolla montata aromatizzata in modi diversi.

Open Day GialloZafferano 24 Giugno - Il set fotografico delle blogger
Il set fotografico

Messi i biscotti in forno, nell’attesa della loro cottura e mentre la redazione si riempiva di profumo, le blogger sono passate al workshop di fotografia tenuto da Mauro Padula.

Qui, complice una tortina ai ribes che si è prestata come modella, hanno potuto prendere parte all’allestimento di un set fotografico e sperimentare loro stesse alcuni scatti.

L’incontro è stato anche l’occasione per sviscerare questioni tecniche a proposito di composizione, luci e strumenti per lo scatto.

La mattinata è volata, e in un attimo è arrivato il momento del pranzo.

Questo, assieme alla colazione offerta a inizio giornata, è forse il miglior momento di tutto l’incontro. Seduti tutti alla stessa tavola i GialloBlogger possono finalmente conoscersi di persona, scambiarsi storie di vita e di cucina, gustare i piatti preparati dallo staff e condividere quelli che loro stesse hanno realizzato, magari attingendo alle proprie tradizioni regionali.

Open Day GialloZafferano 24 Giugno - Post produzione
Il laboratorio sulla post produzione

L’Open Day è anche questo: la condivisione che esce dal mondo virtuale e si fa realtà.

Pensate sia finita qui? Assolutamente no! 

Subito dopo pranzo infatti il fotografo Mauro Padula ha ancora intrattenuto le blogger con un laboratorio sulla post produzione fotografica, illustrando in modo dettagliato alcuni usi del programma Photoshop.

E a seguire, la ciliegina sulla torta: l’incontro con lo staff Altervista composto da Dario Pecorella, Niccolò Tapparo, Diego Viarengo, Martina Spinaci e Antonella Caradonna.

Qui le blogger hanno potuto scatenarsi in un botta e risposta a proposito di tutte le questioni tecniche relative alla gestione e alla promozione del proprio blog.

Con loro, qualche risata, un biscotto e altre dolcezze offerte dallo Chef e da Alma, la giornata è volta al termine, e così anche il quarto Open Day.

Open Day GialloZafferano 24 Giugno - Google Analytics
L’incontro con il team Altervista

Le entusiaste partecipanti hanno ripreso la via di casa con un bagaglio molto più ricco e pieno rispetto all’arrivo a Milano, e le loro opinioni lo confermano.

Tutte sono concordi a proposito dell’importanza delle conoscenze acquisite tramite i laboratori.  

“Ho passato il tempo in redazione cercando di cogliere tutti gli spunti per migliorare il mio lavoro di blogger” dice Annalisa Chianese. “Abbiamo discusso di tanti argomenti, sottolineando l’importanza di creare contenuti originali puntando sulla propria unicità per avere un blog di successo. La giornata è volata via troppo presto, ma ha lasciato un segno e tanta voglia di fare sempre meglio!”.

Della stessa opinione Sabrina Costa: “L’Open Day è stato una grande occasione. Di tutti gli incontri ho apprezzato molto la parte di fotografia, perché per la prima volta ho capito come migliorare le mie foto approfondendo tematiche relative a una realtà che non mi apparteneva”.

La gestione del blog è la parte che per tutte rappresenta lo scoglio maggiore, e la possibilità di discuterne direttamente con i tecnici è stata colta al volo da tutte. Chiara Ligi lo conferma: “L’incontro con i tecnici di Altervista ci ha dato la possibilità di confrontarci con loro per approfondire gli argomenti per noi più ‘complessi’. E poi è iniziato con un bellissimo discorso motivazionale, di quelli che ti fa venir voglia di fare ancora ancora ancora di più!”.

Ma oltre alle questioni tecniche ad essere apprezzato da tutte è stato anche il lato umano mostrato dalla redazione e dallo staff Altervista.

Open Day GialloZafferano 24 Giugno - Pausa Pranzo
Il pranzo

“Abbiamo ricevuto un’accoglienza calorosa e molto attenta da parte di tutti gli staff che non si sono risparmiati ad elargire consigli preziosi con professionalità,  ma allo stesso tempo in un clima informale” dice Marisa Malomo. “Sapere che dietro a noi blogger c’è chi lavora per supportarci e  consigliarci al meglio è davvero confortante”.

Vale lo stesso per Vittoria De Biase: “Per me è stato tutto davvero interessante: ad esempio ho appreso l’uso della sac à poche, con cui ho sempre avuto un rapporto di amore/odio.

Ma soprattutto mi sono sentita come in una famiglia. E pranzare tutti insieme, passarsi le posate e le pietanze come a casa è stato un ottimo modo per scaricare tutta l’emozione accumulata per questo evento”.

“È stata un’ esperienza davvero splendida e molto costruttiva” racconta Laura Melis. “È stato molto bello poter conoscere le admin che ci seguono su Facebook, Martina e Antonella, e potersi confrontare anche con le altre blogger!”.

L’incontro con le altre blogger è stato significativo anche per Stephanie Cabibbo: “La giornata mi ha lasciato un senso di ricchezza interiore e di buonumore unico. E sono state le altre blogger ad emozionarmi di più: la sintonia e l’entusiasmo sono il regalo più bello che sento di portare con me”. 

Valentina Donati ha provato lo stesso entusiasmo.  “Per me è stata un’occasione di crescita: potersi confrontare con le mie colleghe e amiche blogger e con professionisti del settore mi ha dato una carica unica! E il divertimento che ha accompagnato la giornata è stato proprio la ciliegina sulla torta”.

Open Day GialloZafferano 24 Giugno - Le blogger nella cucina GZ
Le blogger nella cucina di Giallozafferano

Insomma, l’Open Day non è stato per nessuna di loro una semplice ‘visita’, ma un’occasione di crescita reale.

“Questo Open Day mi ha dato davvero tanto” ci dice Elena Laudicina. “Oltre ad aver avuto il piacere di conoscere di persona altri blogger con cui mi sentivo solo virtualmente, di incontrare il magnifico staff di Giallozafferano ed il fantastico team di Altervista, sono tornata a casa felice, più carica di prima sono sempre più contenta della scelta di aprire un blog su questa piattaforma!”.

Della stessa opinione Martina Olivieri “È stato bello poter incontrare di persona colleghe che conoscevo solo tramite web. Abbiamo trascorso una piacevole giornata in un ambiente che ci ha accolte come se fossimo a casa. Sono andata via con la voglia di migliorare sempre di più”.

Concorda Tina Vinciguerra: “Porterò questo giorno nel cuore per tutte le cose che abbiamo appreso. Ho apprezzato molto in particolare la chiacchierata con lo staff Altervista. Ma è stato bello anche per la possibilità di conoscere le altre blogger. Spero di ripetere l’esperienza!”.

Non resta allora che attendere il quinto Open Day che andrà in scena il 30 settembre con altri nuovi GialloBlogger come protagonisti. Nel frattempo, se vi siete persi i racconti dei primi tre incontri, potete recuperarli ai seguenti link:

Qui di seguito la gallery completa dell’Open Day del 24 giugno.

Scrivo per raccontare storie di persone piene di passione e progetti che hanno un’anima. Con il GialloBlog Magazine accompagno chi legge in un viaggio alla scoperta del mondo unico dei GialloBlogger.
Precedente #Americanbeauty, quando GialloBlog e USA si incontrano Successivo Gli italiani e la Bresaola

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.