Crea sito

Torta integrale Barbarià

torta integrale barbarià (3)

Cari lettori,

questa torta, preparata con farina integrale di grano e segale (chiamata qui in Piemonte Barbarià), ha un sapore rustico e gustoso ed è perfetta per la prima colazione. E’ senza burro, e i granelli di zucchero di canna integrale sparsi sulla superficie le conferiscono un piacevole effetto croccante e aromatico. Si può arricchire con gocce di cioccolato fondente, frutti rossi, o frutta fresca a scelta. Rimane molto soffice per due o tre giorni chiusa nell’apposito porta torta.

torta integrale barbarià (4)

INGREDIENTI per uno stampo da 22 cm di diametro

3 uova

125 g di yogurt bianco

1 vasetto da yogurt di zucchero di canna integrale

1/2 vasetto da yogurt di olio di semi

3 vasetti da yogurt di farina integrale di grano e segale (farina Barbarià, sostituibile con una normale farina integrale)

1 cucchiaio di miele

16 g di lievito per dolci

Scorza grattugiata di un limone non trattato

Zucchero di canna integrale q.b. per la superficie

torta integrale barbarià (2)

PROCEDIMENTO

Sbattere le uova con lo zucchero di canna. Aggiungere il miele, l’olio e lo yogurt.

Incorporare a poco a poco la farina e il lievito setacciato.

Lavorare bene l’impasto. Aggiungere la scorza di limone grattugiata.

Versare il composto in una teglia (22 cm) foderata con carta da forno. Cospargere la superficie con abbondante zucchero di canna integrale.

Infornare a 180 gradi forno statico per circa 25 minuti. Fare la prova stecchino per verificare la cottura all’interno.

Buona torta integrale Barbarià!

*gelso*

torta integrale barbarià (1)

Potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

e anche su Google+ e Twitter ;)

Grazie!

 

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

5 comments on Torta integrale Barbarià

  1. lori
    6 marzo 2013 at 9:28 am (6 anni ago)

    Fantastica!!!!!!! Questa la faccio prestissimo, grazie! Me a dieta 😉

    Rispondi
  2. Marco
    9 febbraio 2015 at 1:13 pm (4 anni ago)

    Ciao. Ho provato a fare la torta stamattina, e devo dire che come dici tu il sapore è un po’ particolare, diciamo rustico, però niente male.
    Nonostante abbia generosamente spolverato la superficie con lo zucchero di canna integrale a fine cottura era completamente scomparso, ed è stato un peccato perché la foto era davvero invitante. Altri metodi per non far “sparire” lo zucchero? Grazie, ciao

    Rispondi
    • Gelso
      9 febbraio 2015 at 8:40 pm (4 anni ago)

      Ciao! Sono contenta ti sia piaciuta! Hai usato la barbarià? Per conservare la crosticina di zucchero, puoi aggiungerlo a metà cottura, quando la crosta della torta si è formata e non sprofonderà nell’impasto! 😀

      Rispondi
      • Marco
        11 febbraio 2015 at 1:37 pm (4 anni ago)

        Grazie per la pronta risposta, metterò in pratica il suggerimento. Spero solo che l’apertura del forno non danneghi la lievitazione. Per la farina ho usato quella integrale, la barbarià dalle mie parti non c’è’. Ciao

        Rispondi
        • Gelso
          12 febbraio 2015 at 11:28 am (4 anni ago)

          Aprilo dopo 20 minuti di cottura, non prima!

          Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *