Crea sito

Torta alla birra rossa e cacao

Cari lettori,

le birre artigianali stanno diventando una mia grande passione e devo ammettere che, anche in cucina, dimostrano una versatilità impensata persino da parte di una irremovibile amante delle birre artigianali come me! Se all’inizio, per i miei piatti, tendevo ad utilizzare prevalentemente birra chiara dealcolizzata, soprattutto per le carni e i risotti, ho sperimentato via via altre, numerose, ricette di carne e non solo, passando per la pastella per fritti alla birra alle cozze piccanti sfumate alla birra, fino ad approdare a questo magnifico dolce, umido nella consistenza e saporito nel gusto: la torta alla birra rossa e cacao! Molto semplice da preparare, non occorrono particolari doti culinarie per poterla replicare a casa e sono certa che saprà conquistare ognuno di voi. L’aroma della birra si confonde con quello del cacao amaro da cui è esaltato, mentre il frosting dona una nota di fresca, lattea e lievemente acida dolcezza in contrasto con l’amarognolo di fondo del cacao e del luppolo.

L’importanza della scelta della birra

Per questa ricetta la scelta della birra ricopre un passo fondamentale: scegliere quella giusta è d’obbligo, se si desidera raggiungere un risultato impeccabile. Le birre non sono tutte uguali, quelle artigianali sono sicuramente di qualità superiore, più dense e aromatiche di quelle prodotte con metodi meccanici industriali. L’abbinamento birra rossa e cacao, o cioccolato, è molto apprezzabile, al pari di quello birra nera – cacao (si pensi alla torta Guinnes, preparata con la celebre stout irlandese). Per la mia torta ho voluto provare una birra artigianale marchigiana, la birra Gloria Mundi rossa.

Scheda della birra artigianale rossa Gloria Mundi

Birra ambrata non pastorizzata, ad alta fermentazione e lunga maturazione (circa 60 gg.)
Rifermentata naturalmente in bottiglia.
Dal gusto dolce, con intensi profumi ed aromi di caramello, malto, nocciola, note speziate e fruttate.

Ingredienti:
Acqua dell’Appennino Centrale, malto d’orzo, luppolo nobile Saaz e lievito belga. Il prodotto contiene glutine.

Gradazione alcolica: vol. 8%
Temperatura di servizio: 7/8 ° C
Formato disponibile: bottiglia da 75 cl e 50 cl
Bicchiere consigliato: calice

La ricetta della torta alla birra rossa artigianale e cacao

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 22 CM

  • 3 uova medie
  • 300 ml di birra rossa artigianale Gloria Mundi
  • 250 g di burro ammorbidito
  • 250 g di zucchero
  • 30 g di zucchero muscovado
  • 200 g di farina 00
  • 75 g di cacao amaro in polvere
  • 15 g di lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzico di sale

Per il frosting al formaggio cremoso:

  • 250 g di mascarpone
  • 200 g di formaggio spalmabile tipo Philadelphia
  • 250 g di zucchero a velo

Per la decorazione:

  • Caviale di cioccolato

PREPARAZIONE

  1. Lavorare il burro ammorbidito con gli zuccheri utilizzando una frusta elettrica o planetaria con frusta. Si dovrà ottenere un composto spumoso.
  2. Aggiungere le uova a temperatura ambiente, una alla volta, e continuare a montare.
  3. Incorporare la farina setacciata e il cacao a cucchiaiate, quindi il lievito, anch’esso setacciato.
  4. Per ultimo, inserire un pizzico di sale e, a filo, la birra rossa a temperatura ambiente.
  5. Trasferire il composto in una teglia imburrata foderata con carta forno e cuocere a 180 gradi forno statico per circa 60 minuti, a seconda dei forni. Se, durante la cottura, la torta dovesse cominciare a scurirsi eccessivamente in superficie, è consigliabile coprirla con carta alluminio e proseguire le cottura.
  6. Estrarre la torta dal forno e lasciarla raffreddare completamente. Nel frattempo, preparare il frosting montando con le fruste i formaggi cremosi con lo zucchero a velo.
  7. Quando la torta sarà completamente fredda, guarnirla con il frosting distribuito sulla superficie a spatolate irregolari. Decorare infine con del caviale di cioccolato.
  8. Conservare in frigo per 2-3 giorni per preservare l’umidità caratteristica di questa torta.

 

Print Friendly
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*