Crea sito

Sformatini di cardo con crema di parmigiano

Sformatini di cardi (1)

Cari lettori, 

oggi vorrei consigliarvi un antipasto di verdure morbido e dalla consistenza vellutata, reso goloso da una soffice crema di parmigiano. Gli sformatini di cardo sono semplici monoporzioni preparate con del cardo bollito e frullato, ricotta, parmigiano e pangrattato. Di per sé non sono particolarmente calorici e possono essere gustati anche da chi è a dieta, vista l’assenza di burro e soffritti (senza salsa!) Il cardo è un ortaggio che assomiglia esteticamente al sedano, ma è più grande e coriaceo. Il suo sapore ricorda vagamente quello di un carciofo. Per poterlo gustare, occorre pulirlo bene ed eliminare ogni filamento con un pelapatate. Si prepara spesso gratinato o in padella. In Piemonte si consuma anche bollito e condito con bagna caoda.

Sformatini di cardi (7)

INGREDIENTI PER 4 SFORMATINI DI CARDO

1 cardo medio

40 g di ricotta

30 g di parmigiano

30 g di pangrattato

Noce moscata q.b.

1 cucchiaio di farina

1 uovo intero

Sale

Pepe

Per la crema di parmigiano:

200 ml di panna fresca da cucina

50 g di parmigiano grattugiato

Sale

Pepe

Sformatini di cardi (8)


PROCEDIMENTO

Lavare bene il cardo, quindi mondarlo al coltello e pelarlo con un pelapatate per eliminare ogni filamento che risulterebbe fastidioso anche se poi il cardo cotto andrà frullato.

Sformatini di cardi (6)

Tagliare il cardo a tocchetti piuttosto grandi e bollirlo in acqua salata per circa 30 minuti, fino a che sarà morbido.

Sformatini di cardi (5)

Frullarlo in un mixer con ricotta, uovo, pangrattato, parmigiano, noce moscata, aggiustando di sale e pepe. Aggiungere un cucchiaio di farina al composto.

Sformatini di cardi (2)

Ungere dei pirottini in alluminio monoporzione con del burro o olio e rivestirli con uno strato sottile e uniforme di pangrattato.

Sformatini di cardi (3)

Riempire ogni pirottino con il composto di cardi e infornare a 180 gradi forno statico per circa 25-30 minuti, a seconda dei forni. E’ possibile inserire in teglia un dito d’acqua per fornire umidità durante la cottura.

Sformatini di cardi (4)

Attendere l’intiepidimento prima di sformare.

Preparare la crema di parmigiano scaldando in un pentolino la panna con il formaggio, salandola e pepandola. Potete aggiungere formaggio a piacere, a seconda della sapidità e del grado di densità che vorrete ottenere.

Estrarre gli sformatini dagli stampi e cospargerli con la crema di parmigiano ben calda, decorando con aromatiche, scorza d’arancia non trattata e fiori di rosmarino.


Consigli: Servire caldi. E’ possibile arricchire gli sformatini di cardo con del prosciutto, dello speck, della pancetta o dei cubetti di formaggio. E’ possibile preparare un unico sformato grande e farlo cuocere per circa 35-40 minuti servendolo poi a fette. Se non gradite il sapore dei cardi, potete preparare un ottimo sformato di zucca, di spinaci, di cavolfiore, di broccoli o anche di topinambur. Se volete ottenere uno sformato più leggero e soffiato, vi consiglio di montare a neve l’albume e di incorporarlo all’ultimo al composto. Se volete variare la salsa al formaggio, provate la salsa al caprino, la salsa al Castelmagno o al gorgonzola.

Curiosità: ll cardo è particolarmente consigliato dai dietisti perché ricco di , calcio, magnesio, e acido folico. Grazie a questa composizione risulta disintossicante e depurativo, poiché permette l’eliminazione di , tossine e scorie. La parte commestibile è rappresentata dal lungo gambo, reso più morbido dalle gelate autunnali. Il suo sapore amarognolo ricorda quello del carciofo, per questo motivo il cardo viene anche chiamato carciofo selvatico, mentre la sua forma è simile al sedano. Nelle coltivazioni il cardo viene fatto crescere sotto terra per limitare il suo gusto amaro; una conseguenza di questo tipo di coltura è il colore bianco. Infatti già nel XVI secolo, medici della corte sabauda scrivevano: ”I cardi si mangiano ordinariamente nell’autunno e nell’inverno fatti teneri e bianchi sotto terra”. In 70 grammi di questo tipo di verdura sono presenti solo 10 kcal ed una ricca percentuale di acqua, circa il 94% (info da Yourself Pianeta donna)


Buon divertimento in cucina!

*gelso*

Seguitemi sulla mia pagina Facebook! 😉

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

6 comments on Sformatini di cardo con crema di parmigiano

  1. SimoCuriosa
    21 ottobre 2014 at 10:28 am (4 anni ago)

    ahhhh che bello una ricetta con i cardi, pensavo di essere l’unica foodblogger pazza ad avere delle ricette con questo ortaggio!
    purtroppo però qui da noi fanno solo con il freddo e ancora è troppo caldo, quindi devo aspettare ancora un po’ ma proverò sicuramente
    grazie Fede un bacio

    Rispondi
    • Gelso
      21 ottobre 2014 at 1:32 pm (4 anni ago)

      Me ne hanno regalato uno e gratinati non piacciono a tutti… così ho pensato ad uno sformatino morbido e goloso. Risultato? L’ha mangiato anche Edo!

      Rispondi
  2. Simona
    23 ottobre 2014 at 10:43 am (4 anni ago)

    bene..allora visto che il cardo è il marito ideale della bagna cauda, e siccome ho giusto un vasetto di bagna cauda già pronta che ho acquistato da Terra Viva mi compro il cardo, faccio lo sformatino e lo affogo nella bagna cauda! Idea grandiosa!

    Rispondi
    • Gelso
      23 ottobre 2014 at 12:01 pm (4 anni ago)

      Esatto! Io direi che si abbina benissimo sia con la fonduta di formaggio (anche un buon Castelmagno o un Raschera) oppure con una deliziosa bagna cauda!

      Rispondi
  3. SimoCuriosa
    10 dicembre 2014 at 5:24 pm (4 anni ago)

    Eccomi…ti ho detto che sto studiando il menù di Natale?
    per ora come idea avrei preso in considerazione i tuoi pasticcini salati, da fare almeno di due gusti, e questi sformatini. Come ti ho detto anche nel vecchio commento, ora che ho imparato a conoscerlo lo cucino e così mascherato credo che “fregherò” anche mia nipote! ah ah ah
    pensavo di prepararli in anticipo e congelarli, non è la prima volta che lo faccio, tu che dici?
    almeno mi anticipo…sai cosa vuol dire per quei giorni vero?
    grazie mille Fede a presto

    Rispondi
    • Gelso
      12 dicembre 2014 at 5:15 pm (4 anni ago)

      Si certo! Fai pure, sono ottimi e pratici! 😀

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*