Crea sito

Risotto cremoso agli asparagi in cialda di parmigiano

risotto asparagi

Cari lettori,

oggi vi propongo un risotto molto semplice ma allo stesso tempo raffinato: il risotto cremoso agli asparagi, reso particolarmente saporito grazie all’aggiunta di formaggio spalmabile in fase di mantecatura.

Per stupire i vostri ospiti, vi consiglio di realizzare una facile cialda di parmigiano: una raffinata idea per servire il vostro risotto.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

350 – 400 gr di riso Vialone nano

1 mazzo di asparagi verdi

80 gr di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

1 spicchio d’aglio

2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Sale

Pepe

100 gr circa di parmigiano grattugiato per la cialda

PROCEDIMENTO

Lavare gli asparagi e separare le punte dai gambi.

A parte, mettere a cuocere in abbondante acqua non salata i gambi degli asparagi. Il brodo ottenuto servirà per cuocere il risotto.

Nel frattempo preparare le cialde in questo modo: disporre su un piatto in ceramica comune qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato e cuocere al microonde per circa un minuto. Si formerà una cialda facile da staccare dal piatto. Per questa operazione vi consiglio di usare una spatola in silicone, o una leccapentola. Quando avrete staccato la cialda, disporla ancora tiepida su una coppetta girata verso il basso, in modo tale che assuma la forma della coppetta stessa. Attendere che il parmigiano si raffreddi.

Mettere in una padella antiaderente 2 cucchiai di olio e uno spicchio d’aglio. Tostare il riso per qualche minuto. Poi, aggiungere le punte degli asparagi e far saltare meno di un minuto.

A questo punto coprire col brodo di asparagi e salare.

Portare a cottura aggiungendo, se occorre, qualche mestolo di brodo.

A cottura ultimata, fuori dal fuoco, mantecare il risotto con il formaggio cremoso.

Pepare.

Servire immediatamente dentro le cialde di parmigiano, con una salsa di asparagi in accompagnamento, ottenuta frullando i gambi degli asparagi con un filo d’olio e aggiustando di sale e pepe.

*gelso*

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *